18 July 2019

Booking Alto Adige si ribella ai colossi delle prenotazioni online

[ 0 ]

Manfred Pinzger PorträtProporre una valida alternativa ai colossi di prenotazioni online come Booking.com e Hrs: è questo il principale obiettivo di Booking Alto Adige, il portale locale e indipendente per le prenotazioni online in Alto Adige, che nel 2015 ha registrato una crescita del 28% di prenotazioni da parte di turisti italiani rispetto al 2014. «Vogliamo diventare il punto di riferimento per le vacanze in Alto Adige grazie ad una stretta collaborazione con le strutture alberghiere, le associazioni turistiche e gli altri protagonisti del turismo altoatesino» afferma Manfred Pinzger (nella foto), presidente dell’unione degli Albergatori e dei Pubblici Esercenti e responsabile di Booking Alto Adige. «Dobbiamo dire addio in modo definitivo ai tempi in cui gli alberghi e i nostri ospiti venivano sottomessi alle regole dei grandi portali internazionali di prenotazione online». Prezzi alti, provvigioni, problemi: «Negli scorsi anni alcuni colossi internazionali della prenotazione online sono riusciti a impadronirsi di una grossa fetta di mercato. Hanno poi sfruttato la loro posizione in innumerevoli modi, per esempio con la cosiddetta clausola “miglior prezzo garantito” e con tasse e provvigioni elevate». Secondo Pinzger tutti questi fattori hanno portato a una situazione svantaggiosa sia per gli albergatori che per i loro ospiti. Associazioni di albergatori in tutta Europa si sono ribellate alla situazione, anche procedendo legalmente contro la formula del miglior prezzo garantito. Gli albergatori altoatesini hanno sostenuto questi sforzi e hanno elaborato già da tempo una chiara alternativa lanciando il portale locale di prenotazione online Booking Alto Adige, che nell’estate 2015 ha registrato una crescita di prenotazioni da parte di italiani del 151% rispetto al 2014. Il numero delle strutture alberghiere prenotabili su Booking Alto Adige è aumentato di oltre 400 unità rispetto alla fine del 2014 e, secondo Pinzger, entro la fine dell’anno aumenterà ulteriormente, raggiungendo quota 2500 strutture. Dati positivi anche per quanto riguarda la soddisfazione degli utenti che prenotano con Booking Alto Adige: il punteggio medio secondo le recensioni di Trustpilot è di 8,9 su 10. Quanto alle mete preferite, nel 2015 gli ospiti provenienti dall’Italia hanno scelto Merano e dintorni (17% delle prenotazioni). Seguono la Valle Isarco (15%), l’Alta Val Pusteria e Plan de Corones (13%). Nella media gli ospiti hanno trascorso 3,4 giorni in Alto Adige. In confronto, la durata media dei soggiorni prenotati sulle piattaforme internazionali è di 2,77 giorni.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353803 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => 31Alex Zanardi ha aperto la convention Allianz Partners ringraziando per il sostegno a Obiettivo3, progetto che mira a reclutare, avviare e sostenere concretamente ed economicamente persone disabili che vogliono iniziare ad intraprendere un’attività sportiva. “Lo sport abilita”. É questo il leitmotiv dell’associazione che, grazie anche al supporto dell’azienda, ha l’ambizione non solo di avviare allo sport un numero quanto più alto possibile di atleti, ma anche di permettere la qualificazione di almeno 3 di loro ai prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, un’occasione unica per dimostrare che la disabilità è una caratteristica e non un limite. «Per Allianz Partners la diversità e l’inclusione sociale sono i pilastri chiave che guidano le iniziative in materia di Corporate Social Responsibility, e le diverse abilità vengono vissute dall’azienda come un arricchimento di valore. La passione per lo sport è in grado di unire tutti, senza distinzione culturale, sociale, di età, ed in questo caso anche di abilità - spiega Paola Corna Pellegrini, Amministratore Delegato di Allianz Partners - siamo orgogliosi di esser entrati a far parte della grande squadra di Obiettivo3. A 2 anni dal via l’associazione ha reclutato più di 50 ragazzi e ragazze che hanno già partecipato a decine di manifestazioni nazionali e internazionali, aggiudicandosi medaglie e riconoscimenti nel paraciclismo e nell’atletica leggera». Allianz Partners ha fatto delle tematiche di Corporate Social Responsibility un elemento caratterizzante e irrinunciabile del proprio stile aziendale degli ultimi 10 anni, sviluppando diverse iniziative fuori e dentro l’azienda. [post_title] => Allianz Partners sostiene il progetto Obiettivo3 [post_date] => 2019-05-30T09:40:11+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559209211000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353672 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ami Assistance sigla una convenzione con Favi Federazione agenzie viaggi italiane, il network fondato nel 2013 che racchiude agenti di viaggio, professionisti del settore e titolari di agenzie storiche consolidate nella regione Campania. L’intesa formalizzata tra le due società prevede sconti esclusivi a favore degli affiliati del network sulla sottoscrizione dei principali prodotti sviluppati da Ami Assistance, tra cui Amitour, la soluzione assicurativa personalizzabile sia nei massimali che nelle garanzie pensata per Incentive house, agenzie che vendono viaggi di propria organizzazione e tour operator, Amierrecì, il prodotto che tutela gli Agenti di Viaggio su tutte le responsabilità previste dalle leggi vigenti, e Amitravel Protection, la polizza che sostituisce il Fondo di garanzia in conformità con il Codice del Turismo (D.Lgs. n. 79 del 23/05/2011 e D.Lgs. n.62 del 21/05/2018) e la Direttiva UE 2015/2302 del 25/11/2015. Non solo: grazie al sodalizio appena siglato, le agenzie FAVI beneficeranno di commissioni esclusive sulle vendite di Amieasy, la polizza viaggi individuale che risponde al meglio al bisogno di viaggiare sicuri in ogni occasione. «Con questo accordo ampliamo ancor di più la nostra rete di agenzie partner sul territorio nazionale, rafforzando la nostra presenza in una regione per noi strategica come la Campania -sottolinea Gualtiero Ventura, presidente di Ami Assistance - pur essendo un network molto giovane, Favi presenta un forte radicamento nella realtà campana, frutto dell’esperienza di alcune agenzie storiche, oltre a vantare peculiarità importanti in termini di orientamento all’innovazione e servizio al cliente».  Il presidente di Favi Massimo Barletta, spiega che “«’intesa formalizzata con Ami Assistance permetterà ai nostri affiliati di arricchire i prodotti turistici con soluzioni assicurative di alto livello, oltre che di tutelare il loro operato grazie alla polizza Amitravel Protection».   [post_title] => Ami Assistance: convenzione con le agenzie del network Favi [post_date] => 2019-05-30T09:28:30+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559208510000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353445 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 27 al 30 giugno, le vette incontaminate della valle di Gastein saranno la location dei mondiali di trail running 2019, un evento off-road per gli amanti del green e della natura, che trasformerà il Land austriaco nel paradiso per corridori e atleti professionisti. Con 120 chilometri e 7.100 metri di dislivello, gli Adidas Infinite Trails World Championship sono l’appuntamento più atteso dai trail runners di tutto il mondo, uno spettacolo emozionante con prestazioni sportive di alto livello. Divisi in 333 team di tre persone ciascuno, i corridori della categoria maschile, femminile  e mista si sfideranno in una vera e propria vertiginosa staffetta ad alta quota. L’evento clou di questa kermesse è previsto per domenica 30 giugno, giornata in cui gli atleti percorranno i tre circuiti ad anello sulle cime che circondano la valle di Gastein, al fine di determinare il team campione del mondo 2019 di trail running. Gli appuntamenti avranno inizio già giovedì 27 con la "Vertical Open", la gara di prologo di 15 km aperta a tutti, che permetterà agli appassionati di percorrere parte del tracciato degli Adidas Infinite Trails World Championship e di definire così l’ordine di partenza degli atleti professionisti. La meta della gara di prologo  è il monte Stubnerkogel a 2.246 metri di altitudine dove, al termine della gara, tutti i corridori potranno partecipare a un simpatico summer party sulla vetta e godere di una vista eccezionale della valle e delle sue bellezze paesaggistiche. Un brunch alla scoperta dei sapori locali e un briefing pre-gara sono invece previsiti per la giornata di sabato. Tutti i riflettori saranno però puntati sulle adrenaliche performance di domenica 30, occasione in cui le vette della valle si trasformeranno nel palcoscenico di questa prestigiosa competizione.     [post_title] => Salisburghese, Adidas Infinite Trails World Championship dal 27 al 30 giugno [post_date] => 2019-05-28T14:34:39+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559054079000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353359 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In occasione del 50esimo anniversario del piccolo grande passo di Neil Armstrong e dell’umanità intera, lo sbarco sulla Luna sbarca in Val D’Ega con una serie di eventi che, dal 14 al 21 luglio 2019, regalerà agli appassionati di astronomia momenti indimenticabili sulle Dolomiti, tra appuntamenti serali, osservazioni ed escursioni notturne nel contesto del primo A’‘strovillaggio d’Europa. Organizzate dal comune di Cornedo all’Isarco in collaborazione con il Planetarium Alto Adige, con l’associazione astrofili “Max Valier” e l’Associazione Turistica di Collepietra, le celebrazioni dello storico allunaggio dell’Apollo 11 vogliono sottolineare l’importanza della navigazione spaziale e il contributo dato dalla ricerca alla costruzione del nostro futuro. Si comincia domenica 14 luglio con un’escursione notturna in compagnia dell’astrofisico David Gruber al monumento a Christomannos, sul Catinaccio, dove una tempesta stellare di informazioni, curiosità e approfondimenti sull’universo travolgerà i partecipanti, prima del ritorno all’Astrovillaggio di Collepietra. Venerdì 19 luglio sarà la volta di uno speciale evento serale in programma presso l’Osservatorio astronomico di San Valentino in Campo di Sopra. Toccherà a Marco Fuchs illustrare la navigazione spaziale europea dallo sviluppo delle tecnologie spaziali fino all’insediamento permanente sulla Luna. L’ex astronauta dell’ESA Waleri Tokarew presenterà una relazione dedicata alla presenza dell’Uomo nello spazio, mentre l’astrofisico David Gruber intratterrà i presenti con la sua “Magnificent desolation”.  Saranno infine la piazza di Valentino in Campo, il Planetario e l’Osservatorio di Valentino in Campo di Sopra a ospitare gli appuntamenti di sabato 20 e domenica 21 luglio, tra i quali le bellissime escursioni guidate con osservazioni solari, l’avvincente prima cinematografica del film “CAPCOM GO”.     [post_title] => Val d'Ega, un Astrovillaggio per il 50enario dello Sbarco sulla Luna [post_date] => 2019-05-27T14:37:46+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558967866000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353278 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «C'è un importante ritorno in agenzia: vi racconto come sfruttare questa occasione con il nostro aiuto». In chiusura del roadshow di 15 tappe dal nord al sud dell'Italia e a pochi giorni dall'apertura di tutti i villaggi italiani Nicolaus e Valtur, Roberto Pagliara alza il velo sui prossimi step del piano di sviluppo del gruppo e racconta, per la prima volta, gli investimenti nel digital e nell'innovazione che l'azienda ha messo in campo per portare il cliente in agenzia. «Siamo vicini al traguardo dei primi 10 milioni di fatturato per il brand Valtur» dichiara con un sorriso. Un obiettivo che sarà raggiunto prima del previsto, grazie alle ottime performance di alcuni prodotti, come Bodrum e Djerba. Buone notizie anche per il Mar Rosso, su cui Nicolaus è riuscito a mantenere un buon margine. «Abbiamo avuto tante richieste - spiega Pagliara - e portato circa 2 mila clienti durante i ponti di primavera». L'obiettivo di fatturato per il 2019, a livello di gruppo, è di 100 milioni di euro, «e siamo già al 40 per cento», precisa il presidente. Attenzione, però, a fare il passo più lungo della gamba. «Non ci interessano i volumi senza margine - avverte Pagliara -. Vogliamo una crescita graduale e sostenibile, anche per Valtur». Solidità, lungimiranza, vicinanza al mercato. Sembrano essere queste le direttrici su cui i Pagliara vogliono muoversi. «Stiamo valutando l'inserimento di nuove strutture per il prossimo inverno - anticipa il presidente -, ma senza forzature». L'obiettivo è di arrivare a 10 villaggi Valtur nel 2020.«Da Natale probabilmente avremo un villaggio neve e poi lavoreremo sul lungo raggio, con una struttura nell'Oceano Indiano e una alle Maldive». Le vendite del gruppo sono veicolate al 95 per cento dalla distribuzione ed è anche per questo motivo che i fratelli Pagliara vogliono rafforzare ulteriormente l’alleanza con le adv. «Quello che proponiamo alla distribuzione è una ‘partnership for leadership’ - sottolinea il presidente -. Aiuteremo le agenzie a dotarsi degli strumenti più innovativi per intercettare il cliente finale, grazie anche ad un modulo di intelligenza artificiale e ad un algoritmo che permetterà di prevedere la domanda di mercato e di fare revenue». L'investimento messo in campo è di 1 milione di euro in tre anni. «È così  che si può vincere la concorrenza di grandi portali come Booking ed Expedia - conclude Pagliara -. Questo è il momento giusto, perché c’è un ritorno importante in agenzia». [post_title] => Roberto Pagliara: «I primi 10 mln di Valtur e il ritorno in agenzia» [post_date] => 2019-05-27T13:51:19+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => agenzia-di-viaggi [1] => animazione [2] => in-evidenza [3] => mar-rosso [4] => mare-italia [5] => montagna [6] => nicolaus [7] => offerte-estate [8] => pacchetti [9] => roberto-pagliara [10] => valtur [11] => villaggi [12] => villaggi-valtur ) [post_tag_name] => Array ( [0] => agenzia di viaggi [1] => animazione [2] => In evidenza [3] => Mar Rosso [4] => Mare Italia [5] => montagna [6] => Nicolaus [7] => offerte estate [8] => pacchetti [9] => Roberto Pagliara [10] => Valtur [11] => villaggi [12] => villaggi Valtur ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558965079000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353221 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Travelport ha siglato un accordo con Level Short Haul: la compagnia del gruppo Iag si aggiunge quindi agli oltre 270 vettori che ad oggi utilizzano il Rich Content e Branding di Travelport, che offre alle agenzie di viaggio un ampio ventaglio di possibilità nella prenotazione delle branded fares. «È parte essenziale della nostra strategia facilitare una distribuzione multicanale e migliorare l'esperienza del cliente in ogni fonte di prenotazione - ha commentato Krassimir Tanev, managing director di LevelShort Haul -. Abbiamo collaborato con Travelport per collegare una vasta rete di agenzie di viaggio in Europa e nel mondo per fornire loro alternative di viaggio ad alto valore aggiunto a tariffe molto competitive». «Siamo lieti che Level Short Haul collabori con Travelport per commercializzare e distribuire i suoi contenuti alla nostra vasta rete di agenzie partner di fiducia - ha aggiunto Mike Rock, head of Europe, Air Partners at Travelport -. Siamo convinti che i contenuti della compagnia saranno di immediato interesse per i viaggiatori e consentiranno l'accesso a più voli a un prezzo conveniente». I collegamenti di Level Short Haul hanno fatto il loro debutto in Austria nel luglio 2018 e da Amsterdam lo scorso aprile; la compagnia conta sette A321 in flotta, basati tra Vienna e Amsterdam. [post_title] => Travelport sigla un accordo con Level Short Haul [post_date] => 2019-05-24T14:15:58+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558707358000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352943 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mediterraneo, Nord Europa e Caraibi: ecco le tre destinazioni top dell’estate 2019 per i crocieristi italiani. È quanto emerge dall’indagine dell’Osservatorio Ticketcrociere di Taoticket, in collaborazione con le principali compagnie di crociera italiane. Sono sempre di più gli italiani che scelgono la crociera per le vacanze estive e il Mediterraneo la fa da padrone con il 70% delle prenotazioni di viaggiatori italiani. Seguono Nord Europa e Carabi, entrambi con percentuali del 15%.  In base al booking dell’agenzia di viaggi online Ticketcrociere, ecco i 10 porti preferiti, a partire da quello con più partenze: Genova, Venezia, Bari, Civitavecchia, Napoli, Savona, Miami (Florida), Palermo, Kiel e Amburgo (Germania). L’Osservatorio Ticketcrociere di Taoticket registra per l’estate alle porte un aumento delle prenotazioni del 18,6% rispetto allo stesso periodo del 2018. L’età media dei passeggeri è circa 42 anni. «L’estate 2019 segna un vero e proprio boom nel mercato crocieristico – dichiara l’amministratore di Ticketcrociere Nicola Lorusso – È soprattutto la destinazione Mediterraneo a interessare i turisti italiani nel periodo estivo, e questo anche grazie all’aumento di itinerari proposti e di navi che solcano il nostro mare. Cresce anche da parte dei crocieristi la richiesta di tour personalizzati e di ancillary a bordo e a terra. Ottime performance anche per l’extralusso; e che la domanda sia aumentata lo dimostrano anche gli investimenti delle compagnie per le navi luxury attualmente in costruzione nei cantieri italiani».     [post_title] => Osservatorio Ticketcrociere, in aumento gli italiani in crociera d'estate [post_date] => 2019-05-23T12:22:53+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558614173000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352856 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Promuovere in sinergia e con strumenti innovativi i territori dell'alto Mediterraneo sui mercati più performanti, grazie alla costruzione di una rete unica transfrontaliera. È questo l'obiettivo di SIS.T.IN.A, il progetto presentato a Roma presso la sede dell'Enit, che vede la cooperazione tra i due territori di Italia e Francia e si inserisce nell'ambito del Programma europeo Marittimo 2014-2020. «Servizio, disponibilità, integrazione e lavoro comune - esordisce il senatore Massimo Mallegni, assessore ai Beni, Attività culturali e Turismo del comune di Pietrasanta -, sono queste le premesse del progetto, che saprà avviare iniziative diversificate, permettere un dialogo costruttivo tra i territori e andare a parlare ai mercati più interessati ai nostri prodotti». Tra gli obiettivi principali di SIS.T.IN.A, la diversificazione integrata dell'offerta e una promozione altamente innovativa, che, nei piani delle realtà coinvolte, andranno a facilitare la destagionalizzazione dei flussi in arrivo e la crescita della permanenza del soggiorno, grazie all'effetto moltiplicatore della rete unica transfrontaliera che si andrà a costituire. Tra gli strumenti, la costruzione di un catalogo di pacchetti turistici transfrontalieri specializzati sulle linee di prodotto diporto, bike, enogastronomia e wellbeing; la stipula di accordi di promo-commercializzazione;  la realizzazione di video promozionali dei 5 territori protagonisti e l'organizzazione di eventi e di workshop locali. Tutta l'offerta disponibile, sarà proposta attraverso un sito web di promozione turistica. «Il portale è operativo a partire da oggi - spiega Stefano Landi, presidente di SL&A , l'azienda che si occupa dello sviluppo marketing del progetto -  all'indirizzo http://www.grandtourupmed.eu e sarà presto disponibile in più lingue». Gli utenti potranno acquistare i pacchetti e contattare gli operatori tra due settimane, dopo l'evento di presentazione dell'offerta che si terrà a La Spezia il 7 e l'8 giugno, in una due giorni d'affari con i buyer. «Ci stiamo occupando dell'invito dei buyer - spiega Daniela Battaglioni, direttore di Travel Open Day, che ha vinto la gara lanciata da Blue Hub per l'organizzazione della Borsa del Turismo dell'alto Mediterraneo -. Li abbiamo selezionati tra i più importanti  in Italia e all'estero, registrando ottimi riscontri, sia riguardo alla proposta dei pacchetti, sia sulla partecipazione all'evento».  Sul sito web saranno disponibili 14 pacchetti di viaggio, organizzati da 9 tour operator e charter nautici del territorio «ma saranno presenti anche operatori  singoli  - aggiunge Ilario Agata, direttore di Blue Hub - per permettere agli utenti che non sono interessati ai pacchetti, di entrare in contatto con i player e fare una auto-composizione del proprio viaggio». Largo spazio sarà dato al turismo esperienziale, con l'offerta di cooking class, degustazioni nei siti di produzione, trekking in luoghi particolari, veleggiate in aree di elevato interesse naturalistico e così via.  «Iniziative come questa sono molto importanti - commenta Gianni Bastianelli, direttore Enit - perché ci permettono di andare sul mercato con azioni sinergiche, efficienti e coordinati». Tra le esigenze del turista di oggi, evidenziate dal direttore, alcuni dei focus presenti nell'offerta di SIS.T.IN.A: «Natura, sostenibilità, vacanza attiva e un livello di servizi sempre più alto».      [post_title] => Una rete unica transfrontaliera: il progetto SIS.T.IN.A presentato all'Enit [post_date] => 2019-05-23T08:00:53+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558598453000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352233 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Wellness Refugium & Resort Hotel Alpin Royal di San Giovanni (Bolzano) presenta il nuovo centro benessere, ispirato dalla rivitalizzante natura alpina e caratterizzato dai trattamenti cosmetici selezionati secondo Piroche. Nel piccolo giardino dedicato agli ospiti, tra i quali le famiglie sono le benvenute, una sauna si integra perfettamente con l’ambiente dichiarando l’amore per questo luogo di chi ogni giorno dà il meglio per regalare esperienze indimenticabili. È il caso di Moreno Andreotti, maestro di sauna che fornisce tutte le indicazioni per una corretta fruizione dell’esperienza. Poi c’è Sabrina Innerhofer, anche lei, come Moreno, con il diploma di maestra delle gettate di vapore, che lei pratica con l’aiuto delle campane tibetane. Inoltre Sabrina è esperta di escursioni. Il legno è il materiale dominante in una struttura caratterizzata dalla formula ¾ a buffet con dolce e salato che conta 50 camere divise in 11 tipologie, da quella romantica con letto a baldacchino e stufa azzurra a quella con la sauna nel bagno, fino alla Suite Garden con salotto e giardino privato, che – nel totale rispetto della privacy – sembra però stabilire una connessione profonda con rose, prato, piscina e opere d’arte esposte all’esterno. La vista sui masi contadini conferma quella sensazione di vita all’aria aperta che si respira ascoltando Sabrina illustrare le proprietà delle erbe selvatiche e spiegare come le travi e la testiera del lettino di alcune camere siano ricavate dall’autentico legno delle malghe. È un tuffo in un’inedita dimensione agreste tipicamente altoatesina che può essere approfondita con escursioni verso i rifugi, approfittando della pista da slittino dietro l’albergo o noleggiando gratuitamente un’e-bike. Con la propria vicinanza al museo dei minerali, l’hotel riafferma infine una connessione con la natura e con il territorio che si rafforza grazie a una cucina impegnata a portare nel ristorante e nella stube tirolese specialità e prodotti regionali capaci di riflettere la ricchezza e l’originalità dell’Alto Adige. Sul piatto arrivano così il formaggio della Selva dei Molini, i prodotti caseari del caseificio di Brunico, le uova dell’agriturismo Martinshof a Tures, l’agnello dell’allevamento Hollechnerhof, il pesce di Campo Tures e le erbe squisite del Getzlechenhof.   [post_title] => Welness Resort Alpin Royal, escursioni e relax al nuovo Centro Benessere [post_date] => 2019-05-22T14:03:51+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558533831000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti