24 April 2019

A Bologna il Sei Nazioni femminile nel week end: Italia-Scozia

[ 0 ]
Le Azzurre in azione

Le Azzurre in azione

Bologna ospiterà una delle due partite del “Sei Nazioni” femminile. Le Azzurre incontreranno la Scozia il prossimo 28 febbraio, alle 14.30, allo stadio P. P. Bonori dell’Arcoveggio.  La partita che vede l’Italia vincitrice degli ultimi tre scontri diretti, vede le azzurre leggermente favorite. Infatti le Scozzesi hanno perso le precedenti gare 10-23 con il Galles e 0-32 con l’Inghilterra, mentre le Azzurre hanno subito uno 0-39 dalla Francia, ma hanno lottato perdendo 24-33 con l’Inghilterra. In questo contesto si inquadra il “Progetto Sorellanza” che ci accompagnerà da qui al 28 febbraio, giorno dell’attesissima sfida. questo progetto nasce da un’idea della ex nazionale di rugby Erika Morri, che insieme alle azzurre degli altri sport ha voluto testimoniare, in un momento storico in cui la donna esce alla cronaca solo per essere stata violata, ferita oppure “offesa”, la forza e l’esistenza di un gruppo di donne delle età più svariate, che continuano a vivere una vita normale a lavorare, studiare, giocare, allenarsi a lottare per le proprie passioni e per il diritto di non cambiare le proprie abitudini per il terrore “dell’altro”.
Tra le Azzurre che hanno preso parte al progetto, inviando un video-augurio alla Nazionale femminile di rugby, in quanto “simbolo di donne che lottano”, vi sono nomi noti di Olimpioniche e paraolimpioniche, Josefa Idem per la canoa, Maurizia Cacciatori per il volley, Mara Fullin per il basket, Katia Serra per il calcio, Martina Caironi, Manuela Levorato ed Ester Balassini per l’atletica, Sabrina del Mastio per il softball e molte altre azzurre di sport mediaticamente meno seguiti, ma non per questo meno importanti.
Il rugby femminile è considerato lo “sport_boom” degli ultimi 2 anni, fenomeno in crescita costante (+ 44% dal 2014 al 2015), sta coinvolgendo sempre più pubblico grazie ai valori di cui è portavoce. Il movimento è presente in tutta Italia, sopratutto al Nord e al Centro con con circa 150 squadre. Questo evento sta spostando audience dal 6 nazioni maschile a quello femminile…in quanto le Azzurre, almeno, vincono, conquistando sempre più l’attenzione dei media. La scorsa stagione, la Nazionale italiana ha battuto Scozia,Galles e Francia (la quale non ha vinto il 6 Nazioni a causa nostra) classificandosi terza dopo i mostri sacri dell’Irlanda e della Francia. L’obiettivo 2016 è di migliorarsi. Previsti oltre 3mila spettatori.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti