26 April 2019

Appuntamento a Sulmona per la Giostra Cavalleresca

[ 0 ]

L’Abruzzo propone tanti eventi e occasioni per scoprire tradizioni secolari come la rievocazione storica della Giostra Cavalleresca di Sulmona, in provincia dell’Aquila, che si terrà presso Piazza Garibaldi nel weekend del 28 e 29 luglio. Per due giorni Sulmona sarà la cornice di uno tra gli appuntamenti più attesi dell’estate abruzzese.

La città, nota in tutto il mondo per la sua produzione di confetti, è stata in epoca rinascimentale e fino alla prima metà del 1600 teatro degli avvincenti scontri tra cavalieri. Qui, nel mese di aprile e a ferragosto i cavalieri erano soliti prendere d’assalto un bersaglio umano detto “Mantenitore” per aggiudicarsi un premio in denaro, una preziosa medaglia d’oro realizzata dagli orafi di Sulmona e un drappo in seta preziosa. Dal 1995, grazie all’impegno di un gruppo di cittadini sulmonesi che hanno dato vita a un’associazione culturale senza fini di lucro è stato elaborato il progetto che ha riproposto questa rievocazione storica con lo scopo di valorizzare le origini e le tradizioni di Sulmona e della Regione Abruzzo. La Giostra Cavalleresca, nella sua versione moderna, vede la partecipazione dei quattro Sestieri e dei tre Borghi in cui è stato suddiviso il territorio cittadino, che si affrontano singolarmente sul plateatico adibito in Piazza Garibaldi, la più grande della città, per i cavalli in gara. Ogni cavaliere si scontra con altri quattro sfidanti per un totale di 14 duelli per la conquista del Palio: un dipinto su tela realizzato da artisti internazionali scelti dalle commissioni storica e artistica dell’associazione culturale Giostra Cavalleresca di Sulmona. Per chi vuole assistere a questa avvincente gara, vengono montate intorno alla pista una serie di strutture in metallo che contengono fino a 5 milaspettatori. Il secondo appuntamento dell’estate con la tradizione storica è in programma invece il primo weekend di agosto, sempre a Sulmona, in occasione della Giostra d’Europa e dei Borghi più belli d’Italia, che si svolge in notturna e coinvolge diverse città europee in un’unica manifestazione.  A ogni città europea viene abbinata una città italiana che fornisce il cavallo e il cavaliere per partecipare alla Giostra. Dopo il corteo storico, che vede la presenza di circa 600 figuranti in costume provenienti dall’Italia e dall’Europa, si giunge sul campo di gara dove si tiene il torneo cavalleresco di corsa all’anello per aggiudicarsi il Palio, un dipinto originale su tela di lino e colori ad olio.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti