22 July 2018

Polivalenza

[ 0 ]

Alitalia ha chiesto al personale la “polivalenza funzionale”, io la “polivalenza funzionale” la girerei al management. Una cosa così: Montezemolo oltre a fare l’imprenditore, fallo anche bene!




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 273556 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche quest’anno Blu Hotels partecipa alla Bmt di Napoli con il nuovo catalogo Estate 2017 ed Inverno 2017/18: punto di forza è la recente acquisizione del Linta Park Hotel, struttura a 4 stelle con vista panoramica sulle montagne venete e sulla città di Asiago. Il Linta Park Hotel, che aprirà a metà giugno, offre eleganti spazi comuni, una scenografica sala ristorante e zona bar, entrambe affacciate su una veduta meravigliosa, centro benessere con piscina interna, sauna, bagno turco, Hammam marino, docce emozionali, vasca idromassaggio con adiacente stanza del ghiaccio e ruscello, zona relax, tisaneria ed un’attrezzata palestra. Per il divertimento di adulti e bambini l’hotel mette a disposizione spazi e personale per attività indoor e outdoor: miniclub, sala giochi, sala polivalente, ampio parco con campo da tennis e calcetto. L’acquisizione del Linta Park Hotel si inserisce nell’ambizioso progetto Blu Hotels che mira a proporre un’offerta sempre più legata al wellness. La Bmt di Napoli costituirà un fondamentale appuntamento per consolidare i rapporti con le agenzie di viaggio, alle quali si rivolge il programma di incentivazione “Be a best partner”, che riconosce gli incrementi di produzione dell’adv rispetto all’anno precedente (è un format di commissioni crescente direttamente proporzionale all'incremento prodotto). Tutte le agenzie fidelizzate ed iscritte al programma ricevono innanzitutto un attestato che le certifica come "Blu Hotels Top Reseller", “Blu Hotels Premium Reseller”, "Blu Hotels Silver Reseller" o “Blu Hotels Reseller” a testimonianza della qualità del lavoro svolto. Oltre a ciò, anche quest’anno saranno inviati gadgets e supporti alle agenzie, affinché sia sempre più incisiva la presenza del brand e del prodotto Blu Hotels. Infine, durante Bmt, in virtù della partnership tra il gruppo alberghiero «e S.S.C. Napoli si attendono, con molta probabilità, alcune fantastiche sorprese con distribuzione di gadget della prestigiosa squadra partenopea». [post_title] => Blu Hotels acquisisce il Linta Park di Asiago. Incentivi per agenzie in Bmt [post_date] => 2017-03-24T09:15:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1490346936000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 269480 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Alitalia ha chiesto al personale la “polivalenza funzionale”, io la “polivalenza funzionale” la girerei al management. Una cosa così: Montezemolo oltre a fare l’imprenditore, fallo anche bene! [post_title] => Polivalenza [post_date] => 2017-02-14T10:40:22+00:00 [category] => Array ( [0] => il-corrosivo ) [category_name] => Array ( [0] => Il cor(ro)sivo ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1487068822000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 268755 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ancora nessun risultato sulla trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro dei dipendenti di Alitalia. Secondo quanto riferito da fonti sindacali e pubblicato da La Stampa, ieri l'azienda avrebbe ribadito le richieste avanzate la scorsa settimana per ottenere risparmi sul fronte del costo del lavoro. Richieste che i sindacati aveva giudicato «irricevibili». Per il personale di terra, l'azienda punta a introdurre flessibilità d'impiego, a rimodulare il sistema di fruizione dei giorni di ferie più rigidamente connessi ai flussi produttivi, ad allungare il preavviso per la richiesta dei congedi parentali, ad articolare l'orario di lavoro articolato su una previsione di turnazione elaborata a 12 ore giornaliere su 4 giorni (area engineering). Tra le altre richieste c’è quella della polivalenza professionale, prevedendo la possibilità di svolgere mansione più alte o più basse. Inoltre, gli scatti di anzianità passano da 2 a 5 anni e vengono previsti la forfettizzazione dell’istituto complessivo della missione e interventi su alcuni istituti quali parcheggi, trasporto sociale, mensa. Per piloti e assistenti di volo, spiegano sempre i sindacati, l’abbattimento delle retribuzioni avverrebbe attraverso la modifica o la soppressione di automatismi contrattuali. Anche in questo caso gli scatti d’anzianità diverrebbero quinquennali mentre verrebbero definitivamente abolite indennità retributive. Si tratta di quelle voci, ricordano i sindacati, che vennero introdotte con il nuovo contratto di Alitalia Cai, sottoscritto nel 2008, e che consentivano di arrivare al 93% delle retribuzioni della vecchia Alitalia pubblica. Pesante la rivisitazione della normativa di impiego: si tagliano le ferie estive; i riposi annuali si riducono da 120 a un massimo di 96 con un minimo di 7 nel mese; viene richiesto un maggior preavviso rispetto alla normativa vigente dei congedi parentali. E poi più produttività: a titolo di esempio, hostess e steward dovranno anche provvedere al riassetto della cabina e toilette per il personale impiegato sul medio raggio. Tagli anche nella composizione degli equipaggi sul lungo raggio con la previsione di una unità in meno. La compagnia ha anche richiesto l’applicazione di un contratto ridotto per le nuove assunzioni e per coloro che accederanno a passaggi di qualifica/grado. [post_title] => Alitalia e sindacati: trattativa ancora al palo [post_date] => 2017-02-07T09:20:12+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1486459212000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 267212 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_263714" align="alignright" width="300"] Il Sottosegretario al MiBACT On. Dorina Bianchi[/caption] Gli eventi sismici di agosto e ottobre hanno provocato enormi danni architettonici, economici e sociali in alcune zone dell’Italia centrale, e il futuro resta incerto circa i tempi e le modalità della ricostruzione. In quest'ottica, l'associazione "I Borghi più belli d'Italia" ha organizzato per oggi un incontro a Vallo di Nera al quale parteciperà il sottosegretario al turismo On. Dorina Bianchi e dove è prevista la presenza di tutti i comuni umbri facenti parte dell’associazione (25 più il Borgo ospite di Piediluco nel Comune di Terni) e alcuni dei maggiori comuni turistici dell’Umbria tra cui Perugia, Assisi, Città di Castello, Gubbio, Terni, Orvieto, Narni, Foligno e Spoleto, per discutere insieme sulla situazione drammatica del turismo nella regione. «Una situazione  - si legge in una nota - causata dall’errata valutazione nell’opinione pubblica delle aree colpite dal terremoto che fa accomunare la zona colpita dal sisma con l’intera regione Umbria, diventata purtroppo, nella comune percezione, un luogo pericoloso e quindi da evitare.Vorremmo studiare una strategia congiunta fatta di azioni , di comunicazione e di promozione che “rompa” questo perverso meccanismo psicologico creatosi in Italia e non solo, per far tornare alla normalità l’affluenza turistica in Umbria. Ciò anche al fine di non far ritrovare le zone terremotate, una volta ricostruite, in mezzo ad una sorta di deserto turistico. Oltre a ciò abbiamo elaborato un documento di sostegno alla proposta della Regione Umbria per il riconoscimento dello stato di crisi del settore turistico in tutta la regione. Parteciperà all’incontro il Presidente del Consiglio regionale. La riunione si terrà oggi, 23 gennaio, alle ore 15,30 presso la sala polivalente di Vallo di Nera. [post_title] => Crisi del turismo in Umbria, i Comuni incontrano Dorina Bianchi [post_date] => 2017-01-23T11:11:34+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1485169894000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 256225 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Worldhotel Ripa Roma, dopo la creazione di nuove sale meeting e il completo restyling del 7° piano con 28 nuove camere executive, ha inaugurato quest'anno una partnership con la Conference Center Ecomap Roma Sala da Feltre: le strutture si presentano così al pubblico quale punto di riferimento per meeting ed eventi nel centro della città. Situato in uno dei più antichi e caratteristici quartieri di Roma, Trastevere, il Worldhotel Ripa Roma con le sue 199 camere e spazi meeting si contraddistingue per il suo design moderno e punta a soddisfare un mercato Mice sempre più attento e con nuove esigenze. Il centro meeting ed eventi del Worldhotel Ripa Roma dispone di quattro sale e cinque breakout rooms con una capacità fino a 300 persone e si adatta alle diverse esigenze grazie ad ambienti flessibili e di design come il rinnovato White Space: uno spazio polifunzionale capace di ospitare feste, meeting, lanci di prodotti e, con la nuova apertura esterna, anche lanci di automobili. Il Worldhotel Ripa Roma conferma quindi la collaborazione con la Conference Center Ecomap Roma Sala da Feltre, uno spazio congressi con cinque sale e due spazi espositivi dotati delle tecnologie di ultima generazione. Tra le novità la realizzazione di un Open Space, uno spazio polivalente ideale per ogni tipologia di evento. Il 22 settembre il Worldhotel Ripa Roma e Conference Center Ecomap Roma Sala da Feltre presentano “Meeting e Arte” con le opere pittoriche di A. T. di Anghelopoulos, le tele di Fabiana Roscioli e Alfonso Mangoni, le sculture di Giuseppe Verri, che faranno da ideale scenografia a Marjoilen Uscotti che porterà gli abiti dello stilista Vittorio Camaiani. Un sorprendente dinamismo che saprà stupire con le note del sax di Piero Billeri, il dj set Tamara Selim, l’intrattenimento di Sasha e la food experience firmata Ripa Place.       [post_title] => Worldhotel Ripa Roma, sale meeting nel cuore di Trastevere [post_date] => 2016-09-13T10:46:05+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1473763565000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 254466 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Domenica 31 luglio sarà inaugurato a Zurigo il nuovo edificio del Museo nazionale, un'imponente nuova ala che va ad ampliare in modo significativo la parte storica della struttura. Dopo una fase di progettazione e realizzazione durata circa 15 anni, il museo storico può ora vantare un nuovo edificio dotato di un’infrastruttura moderna e di sale espositive polivalenti. La nuova ala progettata dagli architetti Christ & Gantenbein si fonde con l’edificio storico di Gustav Gull per costituire un insieme: percorrendo le mostre, i visitatori percepiscono le due parti come un’unità. La facciata del nuovo edificio ricorda la facciata in tufo dell’edificio storico e i pavimenti in calcestruzzo levigato della nuova ala costituiscono un’interpretazione contemporanea del pavimento a terrazzo nel vecchio edificio. Dalla fusione delle due costruzioni emerge un cortile interno, che si apre sul parco con il ponte della nuova ala. La nuova ala verrà inaugurata con due mostre: la prima, intitolata «L’Europa nel Rinascimento. Metamorfosi 1400 – 1600», illustra la cultura del dialogo, lo scambio di idee, le trasformazioni e il transfer culturale che hanno interessato vaste regioni del continente europeo, mentre la seconda, intitolata «Archeologia Svizzera», presenta ai visitatori il ricco patrimonio archeologico e culturale elvetico. Oltre a disporre di spazi espositivi moderni e polivalenti, il nuovo edificio è dotato di un Centro di studi, di una biblioteca, di un auditorium per manifestazioni aperte al pubblico e di un’offerta culinaria di pregevole qualità. Con la denominazione «Spitz» – in riferimento al «Platzspitz» – il Museo nazionale accoglie nei propri spazi un bistro, un bar e un ristorante per un totale di 300 posti a sedere al chiuso e all’aperto. Il ristorante proporrà una cucina regionale di alta qualità, mentre nel bistro si potranno consumare veloci spuntini. A partire dalle 17, al bar verranno serviti classici drink. In occasione dell'inaugurazione il museo rimarrà aperto tutta la notte del 31 luglio e chiuderà i battenti solo il lunedì sera. [post_title] => Apre a Zurigo la nuova ala del Museo nazionale [post_date] => 2016-07-29T12:17:33+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1469794653000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti