16 December 2017

Tourism Australia investe 10 milioni nei Working Holiday Visa

[ 0 ]

working-holiday-visa-australiaTourism Australia lancia una campagna rivolta al target giovani, con l’obiettivo di illustrare i vantaggi di una vacanza lavoro in Australia. «Il nostro programma Working Holiday Maker è il miglior modo per intraprendere un’esperienza di vacanza lavoro, di uno o due anni,  che senza dubbio arrichirà e cambierà la vita dei ragazzi che visiteranno questo straordinario Paese» ha dichiarato John O’Sullivan, managing director di Tourism Australia. In Italia Tourism Australia lancia la campagna in collaborazione con gli specialisti del settore, Wep e GoStudy Australia, mettendo a loro disposizione interessanti pacchetti che invoglieranno i giovani italiani a prenotare la propria avventura in Australia. Le modifiche proposte in merito alla Working Holiday Visa ambiscono a rendere più facile e conveniente l’esperienza di vacanza lavoro in Australia: i Working Holiday Maker con retribuzioni fino a $ 37,000 dollari australiani avranno una tassazione del 19%; il costo della Working Holiday Visa potrà essere dimimuito di 50 dolalri arrivando a costare 390 dollari; infine verrà adottata più flessibilità nel rilascio dei visti. A supporto della nuova Working Holiday Visa, Tourism Australia ha ricevuto da parte del governo australiano 10 milioni di dollari da impiegare in una campagna della durata di tre anni, con l’obiettivo di illustrare ai giovani viaggiatori l’esperienza di vacanza lavoro in Australia e tutti i benefici che ne derivano. La campagna interesserà inizialmente l’Italia e altri sei mercati tra cui Regno Unito, la Francia e la Germania. Nel 2016 l’Australia ha accolto più di 23 mila 760 giovani italiani, di cui 14 mila 788 Working Holiday, con un totale di spesa pari a 151 milioni di dollari australiani.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti