26 April 2019

Tomioka, Jnto: “cari italiani, stiamo lavorando per voi”

[ 0 ]

Tomioka, Jnto, GiapponeGiovani e sportivi. Ma anche individuali in genere e gruppi. Tutti i target sono ben accetti in Giappone, alla scoperta delle città, degli aspetti storico culturali del Paese o anche semplicemente di quelli più ludici e di svago. Tutti i target affinché l’amore incondizionato dell’Italia verso il Sol Levante si tramuti in numeri. “Sto capendo sempre di più quanto gli italiani siano affascinati dalla nostra cultura e dal nostro Paese ed è un amore reciproco che condividiamo anche noi da tempo – commenta il direttore esecutivo di Jnto in Italia, Hideki Tomioka  – ma, se guardiamo i numeri, questa passione poi non si traduce sempre in risultati: degli oltre 30 milioni di visitatori ospitati nell’ultimo anno, abbiamo accolto solo 126mila italiani”.

Una cifra che, nonostante sia in crescita anno su anno, non basta ad accontentare le ambizioni dell’ente nazionale del turismo giapponese. “Ci stiamo lavorando – aggiunge Tomioka –, le nostre compagnie aeree stanno studiando nuovi voli e collaborazioni, cresce l’incentive con scambi tra aziende giapponesi e italine e stiamo formando figure parlanti italiano, come guide e tour leader. Abbiamo l’esempio della Thailandia che, fino a dieci anni fa non aveva peso in termini di visitatori e, dopo un percorso del genere, è diventato tra i primi mercati di riferimento”.

Anche perché il contributo dall’Italia in particolare e dall’Europa in generale dovrà farsi più consistente in vista dei grandi appuntamenti mondiali che attendono il Giappone: dapprima la Rugby World Cup per il 2019 e poi le Olimpiadi che andranno in scena nel 2020 e per le quali si ambisce ad ospitare 40 milioni di visitatori.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti