24 April 2019

Parau Parau Tahiti 2019: organizzatori soddisfatti della seconda edizione

[ 0 ] Fiere & Eventi

Gabriele Cavallotti, Tahiti tourisme Italia (Aviareps)

Piccole manifestazioni crescono: il Parau Parau di Tahiti, dedicato alla promozione delle isole della Polinesia Francese, organizzato da Tahiti Tourisme, si chiuderà domani dopo un’intensa tre giorni di lavori e incontri prefissati, a Papeete, nello scenario della residenza presidenziale.
«E’ stato di certo un grande successo, soprattutto perché in un solo anno di attività i numeri sono cresciuti in maniera notevole – spiega Gabriele Cavallotti, Aviareps, rappresentate in Italia di Tahiti Tourisme -. Il nostro mercato ha un peso oggettivo interessante, avendo portato dieci operatori selezionati, fra i maggiori che hanno contribuito al risultato degli 8.800 passeggeri dall’Italia che, nel 2018, hanno scelto la Polinesia per un viaggio».

La dlegazione italiana al Parau Parau 2019

Giornate intense di lavoro per tutti i delegati, dagli 80 espositori (50 nella prima edizione) – rappresentanti dell’offerta turistica dell’immenso arcipelago di 118 isole – ai 69 buyers (inclusi 8 rappresentanti della stampa) fra i quali l’Italia ha ben figurato, seconda nelle presenze alla manifestazione solo all’Australia. Vi sono stati slot da 15 minuti per 60 appuntamenti prefissati. Questa edizione ha fatto a meno dell’Asia, che partecipa ogni due anni, ospitando buyers da tre aree geografiche: Pacifico, Europa, Americhe, con la presenza di dieci paesi: Nuova Zelanda, Australia, Francia, Italia, Germania, Regno Unito, Brasile, Cile, Stati Uniti e Canada.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti