23 May 2018

New Hampshire: sul Monte Washington con la ferrovia a cremagliera

[ 0 ] Fiere & Eventi

Le condizioni climatiche estreme che si possono trovare sul Mount Washington, solo 1.917 metri, ma con un microclima davvero estremo (si registrò qui la tempesta di vento più impetuosa con raffiche a 372 kmh) sono sempre state una sfida per l’uomo.
Un giorno, Sylvester Marsh, nativo dell’area, divenuto ricco nel settore della macelleria, fu sorpreso da una tempesta sul monte e rischiò la vita. Da lì ebbe l’dea di costruire la prima ferrovia a cremagliera (funicolare) che avrebbe permesso di visitare il monte senza dover rischiare la vita.

Fu così che nacque la “Mount Washington cog railway”, la prima al mondo e, a tutt’oggi, le seconda più ripida dopo quella di Monte Pilatus in Svizzera, con una pendenza media di oltre il 25% e punte fino al 37.41%. Sono 4.8 km di ascesa che prendono circa 65 minuti, alla velocità di 4.5 km ora in salita e 40 minuti alla velocità di 7.4 km ora in discesa, per raggiungere e scendere dalla cima dove dal 1932 sorge una importante stazione meteorologica. Originariamente il treno era a vapore, oggi esistono 6 locomotive alimentate a biodiesel, tutte rigorosamente costruite in autonomia dalla compagnia che gestisce l’attrazione che passa dalla stazione base a 820 metri a quella di arrivo a 1917 sui binari a “scartamento ridotto”. A breve ne entreranno in servizio altre due.

E’ una storia molto interessante quella di questa curiosa opera, iniziata nel 1858, e realizzata con la prima corsa il 14 agosto 1868, dopo che la Guerra di Secessione (1861/1865) ne aveva fermato lo sviluppo. L’attrazione è a tutt’oggi una delle pi importanti della zona, nonostante si possa raggiungere la cima del monte attraverso una impervia strada, ma percorribilissima. D’inverno è utilizzata per consentire a sciatori esperti di arrivare in vetta per poi scendere lungo le pendici del monte, che si trova nel “Presidential Range” delle White Mountains. Tutta l’area ha un interesse sciistica parecchio sviluppato, nonostante l’altezza dei monti sia relativamente bassa.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti