19 November 2017

Le Us Virgin Islands tornano alla normalità grazie alle crociere

[ 0 ]

Beverly Nicholson-Doty

Le Us Virgin Islands riprendono quota in ambito turistico. Per il mese di novembre si attendono a St. Thomas oltre 25 navi da crociera; le imbarcazioni che attraccheranno al porto di Charlotte Amalie saranno la Seabourn Odyssey, la Norwegian Gem, la Princess Cruises, la Royal Princess, la Royal Caribbean Adventure of the Seas della, la Jewel of the Seas e la Silhouette di Celebrity Cruises. Il 3 novembre la Seabourn Odyssey è stata la prima nave non di soccorso ad attraccare nell’arcipelago, a St. Thomas. «Dare il benvenuto ai crocieristi che tornano alle Isole Vergini Americane è una fase fondamentale per dare un nuovo impulso alle attività economiche, generare occupazione e stimolare gli sforzi per la ripresa economica e la ricostruzione» ha dichiarato Beverly Nicholson-Doty, commissioner of tourism . La commissioner ha inoltre ringraziato Royal Caribbean International per il supporto e l’impegno dati per il recupero di Magens Bay, una delle attrazioni principali di St. Thomas. Per quanto riguarda invece St. Croix, la Norwegian Dawn – con una capacità di 2 mila 340 passeggeri e mille 32 membri di equipaggio – attraccherà sull’isola per tre volte questo mese ad iniziare dall’11 novembre per proseguire con il 18 e il 25. L’arrivo della nave da crociera segnerà il ritorno di crocieristi in viaggio sulla più grande delle Isole Vergini Usa dopo quasi due mesi. Il 15 ed il 28 novembre sarà invece la volta della più piccola Viking Sea, con una capacità di 930 passeggeri. Nel mese di dicembre entrambe le navi faranno ritorno all’ Ann E. Abramson Pier di St. Croix che darà il benvenuto anche alla Norwegian Gem, alla Seabourn Sojourn e alla  Seabourn Odyssey.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti