22 May 2019

La Slovenia punta sui ponti primaverili: meta vicina e competitiva

[ 0 ]

La nuova campagna di comunicazione da una parte, lo sguardo alle novità dell’anno che verrà: Aljosa Ota, direttore dell’Ente sloveno per il turismo in Italia, mette a fuoco andamento del mercato e progetti in fieri. «L’inizio del 2019 ha visto un lieve rallentamento – specie per il segmento del turismo termale, compensato però da una crescita degli arrivi nella Capitale e in montagna -; un trend in parte condizionato anche dal ritorno prepotente della destinazione Egitto che, pur nella diversità delle proposte di due mete così differenti, si fa sentire».

L’Italia si conferma comunque il primo mercato «sia per arrivi sia per pernottamenti e con i ponti primaverili in vista ci aspettiamo un grande recupero, favorito sia dalla prossimità del Paese sia dalla competitività dell’offerta». E se la campagna “I feel Slovenia – my way” (“A modo mio”, nell’italiana maniera) entra nel vivo proprio in questi giorni «tra carta stampata, investimenti digital e sulla tv nazionale dal prossimo maggio», l’attesa è già per il 2020-21 quando il tema portante della comunicazione del Paese sarà l’enogastronomia visto che la Slovenia è stata nominata European Region of Gastronomy (quest’anno invece è focalizzata sulla cultura).

Confermato infine anche il piano di formazione dedicato agli agenti di viaggio «con i workshop organizzati il 23 maggio a Roma e il 6 giugno a Milano. Qui ci sarà un focus particolare sul segmento Mice e, sempre nel capoluogo lombardo, «è prevista una serata slovena, nel mese di giugno».

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti