26 May 2019

Brandywine valley: le piccole città e le strade principali del countryside di Philadelphia

[ 0 ] Fiere & Eventi

Uno scorcio dei Longwood Gardens

A 34 miglia a sud di Philadelphia, lungo il fiume Delaware, parte della contea di Chester c’è questo angolo di America che ancora ha le strade di acciottolato nella parte centrale, suggestivi scorci e propone un sacco di eventi per l’intrattenimento dei visitatori, il tutto condito da una grande personalità.

William Penn, il padre fondatore della Pennsylvania dette vita alla contea nel 1682, una delle prime tre. West Chester ne è il capoluogo, mentre altre cittadine storiche sono Kennett Square e Phoenixville. Ognuna di esse è unica, per storia, agricoltura, ricordi rivoluzionari. Le cittadine del circondario sono altresì note per le loro uniche attrazioni, Kennett Square in cui si trovano i Longwood Gardens, 1050 acri di conservazione floreale alla massima potenza. Oxford ha la massima concentrazione di ponti coperti di interesse storico nella contea, Phoenixville evidenzia il Colonial Theatre, aperto nel 1903 che figura nel classico di fantascienza “The Blob” il cui attore principale fu Steve McQueen. QVC, il più importante shopping network televisivo del paese si trova a West Chester il il tour degli studi offre un’unica prospettiva del broadcastong tv. Ogni “small town” offre una diversa prospettiva, salvo che il denominatore comune è una vibrante, affascinante e vitale “Main Street”. Le “Main Street of the Brandywine Valley” sono tesori di un tempo ormai passato con strade piene di ristoranti, botteghe, atelier, negozietti, mercati, gallerie e molto altro.

West Chester, sede del governo della contea dal 1786 sfoggia il tribunale, un edificio austero e classico disegnato nel 1840 da Thomas U. Walter, uno degli architetti del Campidoglio, Washington, D.C. High Street è anche la casa della Chester County Historical Society, un museo che marra la storia americana dalla prospettiva locale. Il Knauer Performing Arts Center ospita un teatro sede di attività musicali, di performance, danza, film. Le strade principali offrono esperienze di shopping e culinarie miscelate con musica jazz, blues e intrattenimento dal vivo.

Phoenixville, conserva ancora le più interessanti vestigia storiche. Il nome della città deriva dalla Phoenix Iron & Steel Company che per circa 200 anni ha aiutato a forgiare la città e la nazione intera. La Phoenix Company Foundry, istituita nel 1882, è la sede dello Schuylkill River Heritage Center, un gateway storico della regione. Qui si trova la storia dell’area con aretcfatti e manufatti originali, e si respira l’eredità asciata dal fiume Schuylkille dalla Phoenix Iron & Steel Company. Bridge Street è sede del Colonial Theatre, aperto nel 1903.  Proprio per la comparsa del teatro nel film classico di fantascienza, “The Blob” dal 2000 la città celebra l’annuale “Blobfest” in luglio. Ristoranti, locali e varie amenità animano la main street compreso il farmer’s market il sabato.

Kennett Square è sede dei Longwood Gardens, che attirano 1 milione di visitatori l’anno.La parte storica offre negozi unici e gallerie, ristoranti gourmet e accattivanti Bed & Breakfasts. L’ area è anche famosa per essere la capitale mondiale dei funghi. Qui si svolge la fiera del fungo, ogni settembre da 33 anni.
Per chi ama i motori, ecco l’Antique & Classic Car Show e una corsa non competitiva di 5 km, che poi si conclude con il sedersi a tavola nei vari ristoranti offerti: cibo hispanico, seafood, bistecche, vegetariano e naturalmente funghi, letteralmente, in tutte le salse.Appena a sud si trova il villaggio di Oxford famoso per i ponti coperti e la presenza della comunità Amish.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti