23 September 2018

Abu Dhabi: crescita record dei crocieristi

[ 0 ]

Abu DhabiAbu Dhabi celebra un anno di successi in ambito crocieristico, con numeri record di call e passeggeri in arrivo nell’Emirato, oltre a festeggiare l’ultimo recente successo che ha visto l’inaugurazione della prima e unica spiaggia nel Golfo dedicata ai crocieristi. Durante la stagione che va da ottobre a giugno, l’Emirato ha registrato per la prima volta in assoluto più di 100 call e ha accolto più di 228.000 passeggeri, confermando l’Emirato tra le tappe fisse nelle  rotte crocieristiche mondiali. Nella stagione precedente Abu Dhabi aveva registrato 94 call e 200.000 passeggeri; solo dieci anni fa erano i 35.000 passeggeri e 29 le navi che avevano visitato l’emirato. «Il nostro intervento strategico è volto a rafforzare  il settore crocieristico influenzando l’economia del turismo e contribuendo alla diversificazione economica dell’Emirato – ha affermato Saif Saeed Ghobash, direttore generale di Tca Abu Dhabi -. Questa in assoluto è ora la  più lunga stagione crocieristica di Abu Dhabi, dove accoglieremo 139 call ad Abu Dhabi e 39 a Sir Bani Yas Island. Questa stagione abbiamo accolto presso il nostro porto d’imbarco la Celebrity Costellation, la Msc Fantasia e Aida Cruises con nove call a rotazione regionale confermate, il numero più alto in assoluto, con l’aspettativa di arrivare a 10 call inaugurali. Insieme con  Abu Dhabi Port e Etihad Airways stiamo perseguendo attivamente tutte le opportunità per raggiungere livelli elevati di crescita attraverso lo sviluppo di partnership a lungo termine, aumentando  il  valore aggiunto dei  servizi alle strutture che offriamo».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276273 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Due miliardi di aumento di capitale a disposizione di Alitalia da parte di tutti i soci, forte discontinuità manageriale rispetto al recente passato, con l'arrivo di un manager italiano di valore al comando, nuove rotte e nuovi aerei. Questi sono gli impegni degli azionisti italiani e di Abu Dhabi in Alitalia». Sono le parole di Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Alitalia, riportate oggi da l'Ansa, mentre era in partenza dall'aeroporto di Abu Dhabi diretto a Roma in merito alla consultazione tra i lavoratori della compagnia aerea sul pre-accordo raggiunto a Palazzo Chigi. «Il no al referendum significa assumersi la responsabilità di mettere l'azienda in liquidazione» ha sentenziato Montezemolo. [post_title] => Montezemolo sul referendum Alitalia: «Il no equivale alla liquidazione» [post_date] => 2017-04-21T14:32:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492785173000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276238 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nicolaus porta in adv il catalogo “Raro in Tour”. Protagonisti della nuova edizione sono i 15 nuovi itinerari a partenza garantita che propongono ottime combinazioni tra Emirati Arabi ed Estremo Oriente e abbinamenti tra differenti paesi del Far East, con Thailandia, Malesia e Indonesia in primo piano. Appena conclusi i workshop organizzati per il brand Raro in collaborazione con l'ente del turismo di Abu Dhabi ed Ethiad, è tempo di ripartire. «Portiamo in distribuzione il nostro catalogo forti degli ottimi feedback dei workshop che, tra Milano, Vicenza e Firenze, hanno coinvolto un alto numero di agenti. Evidenziati dai partecipanti come tratti distintivi del nostro prodotto la chiarezza di esposizione di programmi e pacchetti. Ci fa piacere percepire dagli adv che Raro figuri tra i tour operator leader per le destinazioni che programma, tra cui gli Emirati Arabi, offerti con soggiorni di durata variabile, molto amati sia dalle coppie che dalle famiglie» commenta Vito Facciolla, product manager Raro by Nicolaus. Grande importanza è stata riservata, inoltre, alla programmazione oceano Indiano con proposte di altissimo livello nello Sri Lanka (presente agli incontri anche la dmc con la quale il operatore collabora), alle Maldive, alle Seychelles e a Mauritius.  Oltre all’unicità dei percorsi, tra i plus più importanti di questi tour figura il prezzo garantito e invariato, non soggetto ad alcuna modifica con adeguamenti carburanti o valutari applicati successivamente alla chiusura della pratica. Questa facilitazione è resa possibile dalla particolare attenzione - oltre che ai servizi erogati ai clienti - riservata alle oscillazioni dei cambi che sono adeguati costantemente all'atto della preventivazione. In un’ottica di massima trasparenza e di semplificazione dei passaggi, all’atto della prenotazione non viene, inoltre, richiesto l'acquisto di alcuna assicurazione Blocca Prezzo. La chiarezza che ne scaturisce è, naturalmente, un ottimo vantaggio per il cliente e una sicurezza per l'agenzia di viaggio». [post_title] => Nicolaus presenta Raro in Tour [post_date] => 2017-04-21T11:54:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492775679000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276233 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => AccorHotels aprirà a Dubai la più grande struttura al mondo a marchio Mercure. Il gruppo ha infatti ampliato e trasformato un’esistente struttura di sua proprietà in Sheikh Zayed Road - una delle strade più scenografiche di Dubai – nel Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments. L'apertura è prevista il 19 maggio 2017. Sono state rinnovate 120 esistenti camere che saranno adattate agli standard del marchio e uniranno il design classico a un’estetica moderna e contemporanea. La seconda fase dell'intervento prevede il miglioramento di camere e servizi aggiuntivi per soddisfare gli standard internazionali di AccorHotels, portando la categoria dell’hotel da 4 a 5 stelle per le suite. I lavori di trasformazione e rinnovamento saranno completati entro la fine del 2018, quando l'hotel conterà 1.015 camere. «Con questa operazione di rebranding miriamo a rivitalizzare una proprietà simbolo negli Emirati, grazie ai rigorosi standard qualitativi del marchio Mercure - ha spiegato Olivier Granet, managing director & coo di AccorHotels Medio Oriente e Africa -. Questo è indice dell’impegno del gruppo nell’espandere la propria presenza in ogni segmento mercato, così da soddisfare le aspettative degli ospiti. Con il Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments speriamo di colmare il vuoto nel mercato dell’ospitalità che si registra specialmente negli Eau, anche in vista del loro obiettivo di attrarre 20 milioni di visitatori entro il 2020». Ad oggi AccorHotels conta 38 strutture negli Emirati Arabi, a cui se ne aggiungono 22 in fase di sviluppo. In Medio Oriente il gruppo è presente con 94 hotel per un totale di 28.500 camere in strutture che vanno dal lusso al segmento economy. Il network regionale del gruppo è destinato a raddoppiare con l’aggiunta di altre 26.800 camere circa. [post_title] => AccorHotels apre a Dubai il più grande Mercure del mondo [post_date] => 2017-04-21T11:24:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492773842000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275693 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] =>  L'ente del turismo e della cultura di Abu Dhabi, con il patrocinio di Sheikh Mohamed Bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, ha celebrato l'apertura di The Creative Act: Performance, Processo, Presenza esposta a  Manarat al Saadiyat sull'isola di Saadiyat. Con opere di oltre 25 artisti di diverse nazionalità e generazioni, la mostra esplora i relativi temi di performance, di processo e presenza attraverso una varietà di mezzi espressivi.  Aperta fino al 29 luglio 2017, The Creative Act è la seconda grande mostra di opere della collezione Guggenheim Abu Dhabi. Saif Saeed Ghobash, direttore generale di Tca Abu Dhabi, ha commentato: «The Creative Act offre una prospettiva transculturale sulla prospettiva dell'arte contemporanea, mettendo in evidenza le interconnessioni tra gli artisti che lavorano in vari luoghi del mondo dal 1960». [post_title] => Ad Abu Dhabi inaugurata la mostra The Creative Act [post_date] => 2017-04-13T12:03:55+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492085035000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275687 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Pegasus Airlines rilancia da Istanbul Sabiha Gokcen con l'apertura di cinque nuove rotte internazionali: si tratta di Grozny in aprile e da giugno, Samara, Nizhny Novgorod e Volgograd in Russia e Abu Dhabi. Con questa aggiunta di nuovi voli Pegasus volerà su sette destinazioni in Russia, compresi i collegamenti già esistenti su Mosca, Krasnodar e Mineralnye Vody; mentre estende la sua rete Medio Orientale a 5 destinazioni con l'aggiunta di Abu Dhabi alle sue attuali rotte del Golfo per Kuwait, Bahrain, Doha e Dubai. La rete Pegasus ora si estende su 103 destinazioni in 40 paesi. Pegasus volerà 3 volte alla settimana da Istanbul a Grozny, a cominciare dal 12 aprile; il 19 giugno per Samara e Volgograd e il 20 giugno per Nizhny Novgorod e Abu Dhabi. Il volo Istanbul-Grozny sarà operato ogni mercoledì, venerdì e domenica; mentre il volo Istanbul-Samara dal 19 giugno verrà effettuto ogni lunedì, giovedì e sabato, con tariffe a partire da 49.99 dollari per partenza dalla Turchia e da 49.99 euro per partenze dalla Russia. Il volo per Nizhny Novgorod sarà operato ogni martedì, giovedì e domenica, con tariffe a partire da 69.99 dollari per partenza dalla Turchia e a da  69.99 euro per partenze dalla Russia. Il volo Istanbul-Volgograd verrà effettuato ogni lunedì, venerdì e sabato, con tariffe a partire da soli 49.99 dollari per partenza dalla Turchia e da 49.99 euro per partenze dalla Russia. Con l'aggiunta di Abu Dhabi, Pegasus ora vola verso due destinazioni negli Emirati Arabi Uniti, compreso l’attuale volo su Dubai. Il volo da Istanbul ad Abu Dhabi opererà il martedì, giovedì e sabato con tariffe a partire da 95.99 dollari. Il volo di ritorno da Abu Dhabi opererà il mercoledì, venerdì e domenica. [post_title] => Pegasus Airlines amplia il network internazionale da Sabiha Gokcen [post_date] => 2017-04-13T11:59:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492084747000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275473 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Kayak.it ha analizzato le ricerche effettuate dai suoi utenti italiani per scoprire le loro destinazioni preferite per le vacanze di Pasqua. Per quanto riguarda le mete internazionali, New York rimane anche quest’anno in vetta alla classifica, seguita da Amsterdam e Londra, che non abbandonano il podio nemmeno nel 2017, anche se quest’anno invertono le loro posizioni. New entry tra le destinazioni più ricercate per la Pasqua 2017 sono Cuba con l’Havana al sesto posto, Dubai in ottava posizione, Lisbona e Tokyo che chiudono la top 10. Chi preferisce godersi il meritato relax pasquale in Italia ha pochi dubbi e sceglie il sud, in particolare la Sicilia. Sono tre, infatti, le città siciliane che entrano nella top 10 delle mete preferite: Catania si riconferma in cima alla classifica e Palermo rimane salda in terza posizione, mentre chiude al decimo posto la new entry Trapani. Rispetto allo scorso anno, Brindisi abbandona la Top 10, mentre Bari resta ancorata all’ottavo posto; a rappresentare la Calabria rimane Lamezia Terme, stabile rispetto al 2016. Infine, non cala l’interesse per Roma e Napoli e, per quanto riguarda il nord Italia, non conosce crisi la popolarità di Milano, anche quest’anno seconda meta più ricercata; Torino non abbandona il settimo posto e Venezia fa il suo ingresso in classifica. Kayak ha inoltre rilevato che, in merito alle ricerche di voli, si registrano netti incrementi su Creta, che ottiene il primo posto della classifica con un aumento a tripla cifra (+366%) delle ricerche di voli rispetto al 2016; segue Ibiza (+309%), mentre chiude il podio Mahe Island (+285%), l’isola più grande delle Seychelles. Anche il resto della classifica conferma la voglia di sole e mare degli italiani: Palma di Maiorca (+285%) a La Romana (+206%) e Santo Domingo (+201%) in Repubblica Dominicana, ma molto richieste risultano anche Mosca (+214%), Bergen (+186%) e Sofia (+152%). Restando in Italia, le ricerche per Lampedusa vedono un importante aumento (+120%), così come quelle per Pantelleria (+62%), mentre al terzo posto si piazza Olbia (+32%). L'analisi di Kayak.it rivela che in media i viaggiatori italiani spenderanno un po' di più per i voli rispetto allo scorso break pasquale: se, infatti, nel 2016 la spesa di un volo internazionale si aggirava in media sui 253 €, quest’anno la cifra sale a 267 €. Per i voli domestici, invece, la spesa è rimasta in media piuttosto stabile, passando dai 109 € dello scorso anno ai 112 € attuali. Prendendo in considerazione la durata della vacanza, si nota che la maggior parte dei viaggiatori (39%) pianifica un soggiorno fino a tre giorni, mentre oltre un terzo (36%) pensa di fermarsi in vacanza fino a una settimana e un buon 22% fa in modo di sfruttare al massimo il periodo di stop e rilassarsi per un periodo fino a due settimane. La sistemazione preferita è in strutture a quattro e tre stelle, scelte da oltre due terzi degli italiani (rispettivamente dal 36% e 34%) e per le quali spenderanno in media 114 euro a notte per stanza. Gurhan Karaagac, esperto di viaggi Kayak, ha commentato: «Kayak vuole fornire agli italiani tutti gli strumenti per organizzare e gestire al meglio i loro viaggi, oltre a ispirarli grazie ai dati che abbiamo a disposizione per individuare i trend e informazioni utili per la pianificazione delle vacanze. Capire le abitudini e le preferenze dei viaggiatori è per noi fondamentale, poiché ci permette di adattare la nostra offerta e i nostri servizi ai loro bisogni e di aiutarli a trovare, con strumenti quali Explore, le mete ideali per Pasqua, sempre nel rispetto del loro budget». [post_title] => New York e la Sicilia tra mete top di Pasqua secondo Kayak.it [post_date] => 2017-04-12T09:46:15+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491990375000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275370 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Periodicamente l’Osservatorio Astoi fornirà le rilevazioni sui comportamenti e le tendenze dei consumatori italiani nei confronti del turismo organizzato.  Prenotazioni decisamente positive sono state registrate da numerosi associati, alcuni dei quali con tutto esaurito. Varie le coordinate: chi ha approfittato delle promozioni early booking (dato in crescita), chi, pensando a destinazioni intercontinentali, ha unito Pasqua e 25 Aprile. Alcuni hanno scelto la crociera per la prima volta nella loro vita per celebrare questa Pasqua. La spesa media pro capite, in incremento rispetto agli anni passati, varia in funzione di destinazioni e tipologia di viaggio e va da 1.150 a 3.000 euro.  Se i croceristi, in incremento rispetto allo scorso anno, prediligono il Mediterraneo, i viaggiatori mostrano un forte interesse per gli Emirati Arabi  e mete cosiddette a lungo raggio. Le più gettonate sono Giappone, Oceano Indiano e Caraibi. Un discorso a parte merita il Mar Rosso, che negli ultimi mesi sta riconquistando le preferenze degli italiani. Marsa Alam, Sharm El Sheikh e Hurgada sono mete apprezzate per la vicinanza con l’Italia, per il clima costantemente caldo e per l'ottimo rapporto qualità-prezzo. Sono aumentati i collegamenti aerei, sintomo di rinnovata fiducia da parte dei vettori, e i tour operator hanno ripreso le regolari programmazioni. Traspare una ritrovata serenità, sintomo di un’auspicabile continuità nei flussi.  «Siamo reduci da un inverno in cui gli operatori hanno avuto buone marginalità - ha commentato il presidente di Astoi Nardo Filippetti -, anche se a fronte di numeri non eclatanti, dovuti alla non brillante performance dei Caraibi, compensata da un buon andamento di Oman, Kenya e Zanzibar. Le prenotazioni per i ponti festivi, soprattutto per la Pasqua, sono positive, registriamo, infatti, un incremento del 5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Possiamo dirci cautamente ottimisti per l’estate: assistiamo infatti alla ripresa dei consumi anche per quanto riguarda i viaggi, le prenotazioni sono partite in anticipo rispetto ai dati storici. Nonostante il clima fluido sul fronte dell’economia nazionale e rispetto al generale contesto socio politico, gli italiani manifestano, con rinnovato entusiasmo, la propria propensione a viaggiare. È confortante constatare che molti di loro decidano di affidarsi a Tour Operator, garanti di viaggi "senza sorprese spiacevoli" e unici professionisti che si assumono la responsabilità per tutti i servizi offerti al cliente. Possiamo essere ricettivi verso ogni target, in grado di intercettare le esigenze della famiglia con bambini piccoli, dei clienti che cercano il soggiorno mare low cost o della coppia che sogna il viaggio esperienziale in luoghi esotici e lontani”. [post_title] => Osservatorio Astoi: prenotazioni di Pasqua in segno positivo [post_date] => 2017-04-11T12:24:43+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491913483000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275354 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Bangkok Airways ha siglato un accordo di code share con Thai Airways International nell'intento di rafforzare i rispettive network, per facilitare le vendite commerciali, e per migliorare la convenienza dei passeggeri sui collegamenti aerei tra i due vettori. Thai opera su 61 destinazioni in tutto il mondo mentre l’attuale network di Bangkok Airways, rappresentata in Italia da Spazio Gsa, copre più di 12 destinazioni domestiche e 16 internazionali con forti collegamenti con i paesi Asean e la compagnia aerea continua ad espandere la propria rete di collegamenti. Questa cooperazione contribuirà a rafforzare il rapporto tra le due compagnie aeree, così come ai rispettive network, successivamente elevando la qualità del servizio per i vettori aerei thailandesi, che sostengonono la Thailandia come l'hub dell'Asean. Il code share agreement è applicabile sulle seguenti tratte: voli domestici operati da Bangkok Airways su 10 rotte, Bangkok-Samui, Bangkok-Chiang Mai, Bangkok-Chiang Rai, Bangkok-Phuket, Bangkok-Krabi, Bangkok-Lampang, Bangkok-Sukhothai, Bangkok-Trat, Chiang Mai-Mae Hong Son e Samui-Phuket; voli internazionali operati da Bangkok Airways su 4 tratte: Bangkok-Danang (Vietnam), Bangkok-Luang Prabang (Laos), Bangkok-Maldives (Malé), e Bangkok-Siem Reap (Cambodia). Voli operati da Thai Airways sulla rotta internazionale Bangkok-Singapore e altre tratte future sono in fase di considerazione. [post_title] => Bangkok Airways in codeshare con Thai Airways [post_date] => 2017-04-11T11:50:29+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491911429000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275256 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per la prima volta una nave Costa Crociere è stata prenotata in esclusiva per festeggiare un sontuoso matrimonio. Dal 6 al 9 aprile 2017, Costa Fascinosa ha ospitato le nozze di Adel Sajan, figlio dell’industriale indiano Rizwan Sajan, fondatore e presidente della Danube Group, azienda con sede a Dubai leader nella vendita di materiali per l’edilizia. Durante la crociera Adel Sajan, che è direttore della Danube Group, ha sposato Sana Khan, regina di bellezza, artista e scrittrice. Quattro giorni di festeggiamenti sotto la regia di una delle più note agenzie di wedding planner indiane, la Wedniksha, con oltre mille invitati tra cui star dello spettacolo e personalità provenienti in prevalenza da India ed Emirati Arabi. Costa Fascinosa è salpata da Genova il 5 aprile, con a bordo gli sposi, i familiari e lo staff,  alla volta di Barcellona, dove il 6 aprile si sono imbarcati gli invitati, dando il via ai festeggiamenti. «Nella nostra storia recente è la prima volta che un privato cittadino prenota un’intera nave per festeggiare una ricorrenza familiare. Siamo davvero lieti ed onorati che la famiglia Sajan abbia scelto proprio Costa Crociere, ed è una ulteriore prova di quanto lo stile e la qualità italiane di Costa siano apprezzate in tutto il mondo. Siamo stati infatti i primi a proporre crociere in nuovi mercati come la Cina, gli Emirati ed anche l’India, dove di recente abbiamo introdotto un nuovo itinerario,  facendo scoprire il meglio dell’Italia in tanti Paesi diversi» ha commentato Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere. [post_title] => Matrimonio indiano da favola a bordo della Costa Fascinosa [post_date] => 2017-04-10T13:45:53+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491831953000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti