25 April 2019

Umbria, più turisti legati agli eventi che prenotano sul web

[ 0 ]

Secondo gli ultimi dati diffusi da Banca d’Italia, negli ultimi 10 anni in Umbria i numeri relativi all’incoming turistico sono rimasti sostanzialmente stabili, con una crescita minima, al di sotto di altre regioni italiane e della media nazionale. I risultati della ricerca hanno destato l’interesse di Marketing01, azienda Premier Partner di Google. L’agenzia è considerata tra le massime autorità del settore, ed ha ricevuto numerosi premi anche da parte di colossi del calibro di Google. «Gli ultimi dati hanno fatto preoccupare diverse persone, ma, a dirla tutta, se facciamo un’analisi più approfondita dello scenario e la incrociamo con le tendenze della rete, troviamo la soluzione per conferire nuova energia al settore. – spiega Paolo Bomparola, Presidente della Marketing01 – Infatti, se è vero che i numeri relativi agli arrivi dei turisti sono rimasti pressoché invariati, ad essere cambiati sono i visitatori, le finalità e le modalità di prenotazione». Negli ultimi due anni, il turismo legato a grandi eventi, come Umbria Jazz o Eurochocolate, ma anche ad appuntamenti più piccoli, come le cantine aperte e altre rassegne culturali, è cresciuto notevolmente. Questo segmento è andato a compensare il calo registrato in altri, mantenendo stabile il risultato finale. Altro dato interessante, è che negli ultimi 12 mesi, l’85% delle prenotazioni è stata effettuata sul web, mentre fino a non molto tempo fa l’incidenza era del 67%, e che quasi 2 turisti su 3 che nell’ultimo anno hanno prenotato un soggiorno di almeno una notte in una località umbra, soggiornavano nella regione per la prima volta.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti