24 November 2017

Siena, dal 22 al 24 settembre il Salone mondiale Turismo di città e siti Unesco

[ 0 ]

Il Complesso museale di Santa Maria della Scala a Siena ospiterà dal 22 al 24 settembre prossimi, il WTE 2017, World Tourism Event, ovvero il Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco. L’evento e organizzato con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del MIBACT, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, della Regione Toscana, del Comune di Siena e con il supporto di Enit e di Toscana Promozione Turistica. Ciuoffo, nel ricordare che la Toscana possiede sette siti che fanno parte della lista dei sitiUnesco (quattro dei quali in provincia di Siena), ha spiegato che «l’appuntamento è un motivo di orgoglio per Siena e per la Toscana. Un momento di riflessione sul valore culturale e sul messaggio trasmesso dai siti Unesco e su questo riflettere per costruire politiche di valorizzazione ma anche per correggere il tiro rispetto alle scelte in atto. L’azione della Toscana è stata costruita per valorizzare l’offerta turistica con un’idea di fondo: qualificarla rispetto alla qualità. In Toscana ci sono tante eccellenze che si connotano per la bellezza paesaggistica: terme, montagna, costa, neve. Ma l’offerta culturale resta quella predominante ed è quella che spinge tanti visitatori a venire. In questo le nostre comunità locali rappresentano un elemento essenziale per tramandare un modo di vivere, un’identità» . Il boom di presenze turistiche degli ultimi due anni ha costretto chi amministra a rivedere politiche e scelte. «Appena due anni fa – ha aggiunto Ciuoffo – avevamo il problema opposto, dovevamo spingere a venire in Toscana. Adesso invece ci sono addirittura strutture che non sono in grado di restare chiuse per qualche giorno, per portare a termine lavori di ristrutturazione e manutenzione, perché sempre occupate. Per ovviare a questa nuova fase e alleggerire il peso su alcune realtà, specie le città d’arte, non riesco a pensare a numeri chiusi, a tornelli, o a strumenti del genere. La soluzione va costruita tutti insieme, trovando motivazioni per indurre il visitatore a vivere determinate suggestioni ed esperienze che determinati luoghi sono in grado di offrire». Il WTE di Siena sarà anche l’occasione per lanciare altre candidature a sito Unesco.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti