22 May 2019

Parma, pernottamenti in crescita e in aumento gli stranieri

[ 0 ]

Bilancio positivo per la città di Parma. Il trend alimenta la voglia di impegnarsi ed investire in un futuro di eventi che valorizzino le eccellenze del territorio, ma anche luoghi più inediti e lontani dai tradizionali circuiti di viaggio. Lo dicono i dati con il rapporto che la Regione Emilia Romagna periodicamente elabora, passando in rassegna il territorio. Nel 2018 a scegliere di trascorrere almeno un paio di giorni in città è stato il 5% in più dei visitatori rispetto all’anno precedente, mentre i pernottamenti sono aumentati del 10%. Ora c’è la responsabilità dei due riconoscimenti internazionali, ottenuti da Parma in meno di tre anni: il ruolo di Unesco Creative City of Gastronomy e il titolo di Capitale della Cultura Italiana per il 2020 sono, infatti, il motore che ha fatto scattare la voglia di fare squadra fra le realtà culturali e produttive cittadine e, al contempo, il desiderio di aprirsi al confronto con altri territori.  Le  cifre diffuse dalla Regione dicono molto e confermano una tendenza già consolidata: Parma, con la sua provincia, piace molto e a visitarla sono stati, ancora nel 2018, più italiani (468.103) che stranieri (254.807) per un totale di 722.910 presenze totali, che valgono un netto + 6,5% rispetto al 2017. Ma non è tutto: rispetto all’anno precedente, a crescere del 3,5% sono anche i pernottamenti in provincia che salgono a 1.671.143. Di questi 489.575 sono stranieri, che da soli fanno segnare un +10,6%. I turisti, quindi, soprattutto dall’estero, non scelgono più la città ducale e i suoi dintorni solo per un rapido “mordi e fuggi”, magari da abbinare a qualche altra meta “da catalogo” o a un tuffo al mare, ma decidono di fermarsi per più giorni sul territorio. Come da tradizione, primavera ed autunno sono le stagioni più appetibili per un tour. Sono, però, i dati dell’estate a sorprendere e a far ben sperare per sfatare il vecchio adagio di una città “chiusa per ferie”. Un’altra conferma riguarda i Paesi da cui storicamente arriva il maggior numero di visitatori. Se gli Stati Uniti totalizzano un 28% di pernottamenti in più, Francia, Germania, Svizzera, Austria – da sempre i maggiori estimatori di Parma e della sua provincia – nel 2018, hanno fatto segnare un incremento degli arrivi del 21%.  

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti