19 August 2019

Fto: «Agenzie regolari scambiate per abusive. Aggiornare Infotrav»

[ 0 ]

«Invece di combattere l’abusivismo e di aggiornare e rendere accessibile ai consumatori l’elenco delle agenzie regolari» che dovrebbero comparire in Infotrav, strumento invece che è largamente lacunoso «alcune amministrazioni locali stanno creando preoccupazione alle agenzie in regola con controlli burocratici sbagliati e paradossali, ai danni di uno dei settori chiave dell’economia italiana. E’ l’effetto del trasferimento di competenze sul turismo dalle province ai capoluoghi di provincia o ai comuni». L’allarme lo lancia Fto, dopo il caso di un’agenzia associata che «non risulta iscritta nel database Infotrav del Mibac»

E per contestualizzare, Fto riporta testualmente la richiesta pervenuta dall’ufficio turismo di un comune: «Come noto la competenza in materia di agenzia di viaggi è confluita dalla provincia all’amministrazione comunale. Lo scrivente ufficio sta provvedendo a riallineare le procedure e i processi amministrativi alla luce dei nuovi disposti normativi in essere. Da un’indagine di merito è emerso che l’agenzia opera dal 2015 (estratto camerale), ma non risulta iscritta nel data base Infotrav del Mibac».

Fto, nella nota, punta ad utilizzare questa situazione paradossale per evidenziare la confusione che regna in questo settore. Il trasferimento dalle provincie ai capoluoghi di provincia o ai comuni è stato mal gestito con scarso passaggio di competenze su un settore chiave come quello del turismo, con tutte le sue peculiarità.

«Ci auguriamo non succeda lo stesso nel passaggio tra ministeri. E apparentemente, ad oggi, Infotrav non ha seguito la T (Turismo) ma è rimasto nel Mibac. Inoltre, è allarmante che un importante comune oggi utilizzi Infotrav per controllare la regolarità amministrativa di un’agenzia, non essendo a conoscenza che questa piattaforma non è affidabile, non è aggiornata con le adv in essere e ne contiene alcune chiuse oramai da anni.

Ma non è finita qui: l’amministrazione in questione, al posto di prendere in considerazione le carte che dimostrano la regolarità dell’agenzia, ha offerto come soluzione quella di presentare una nuova Scia come se l’agenzia avesse operato abusivamente negli ultimi anni.

Alla luce di ciò, Fto spera che quello in questione resti un caso isolato e che non si creino situazioni analoghe in altri comuni che comportano perdite di tempo, costi legali e chi sa quali altre conseguenze per l’agente di viaggi. Infotrav potrebbe in futuro diventare un riferimento pubblico per controllare operatori abilitati e magari anche il possesso dei requisiti di licenza, direttore tecnico, Rc e fondo di garanzia. Ma per farlo è urgente aggiornarsi con la realtà, mettendo in atto dei processi chiari, veritieri e tempestivi di aggiornamento delle informazioni e che quindi permettano di comunicare al viaggiatore chi è in regola ed essere più efficaci nella lotta all’abusivismo. La disponibilità di tutte le associazioni è già stata offerta. È forse arrivato il momento di raccoglierla, altrimenti al posto di combattere gli abusivi si continuano a ostacolare quelli in regola».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353897 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Choice Hotels International ha stipulato un accordo strategico con Amresorts, un brand correlato a Apple Leisure Group noto per il suo portfolio di resort di lusso all-inclusive in rinomate destinazioni di Spagna, Messico, Caraibi e America Centrale. L'accordo farà crescere il pluripremiato programma fedeltà di Choice Hotels, Choice Privileges, consentendo ai membri di guadagnare e riscattare punti nelle oltre 50 premiate proprietà di Amresorts entro la fine dell'anno. «La nostra iniziativa con Amresorts offrirà ai nostri 40 milioni di soci Choice Privileges l'opportunità di guadagnare e riscattare punti in un portfolio di resort di livello mondiale in destinazioni di grande attrazione - ha affermato Pat Pacious, President and chief executive officer, Choice Hotels - Offrendo questa nuova opzione di vacanza ideale, stiamo rafforzando ulteriormente il nostro programma di fidelizzazione e stiamo offrendo ai soci un altro motivo per soggiornare in tutto il nostro portfolio di hotel per viaggi di lavoro o di piacere. Inoltre, Choice è ben posizionata per portare business ad Amresorts attraverso il nostro premiato sistema di prenotazione globale e piattaforma di distribuzione, choiceEdge, che porta oltre 9 miliardi di dollari di fatturato nei 7.000 hotel del nostro sistema ogni anno». Si prevede che l’accordo aggiungerà più di 25.000 camere di fascia alta, tra cui quelle di 4 resort in Spagna, alla rete di Choice Hotels, compresi i ben noti brand di resort di Amresorts, raddoppiando il numero di camere di fascia alta che Choice offre a livello globale. Inoltre, posizionerà Choice Hotels come quella con la più grande offerta di resort di lusso all-inclusive tra le principali compagnie alberghiere basate negli Stati Uniti. [post_title] => Choice Hotels, un accordo con Amresorts per il programma fedeltà [post_date] => 2019-05-31T14:55:07+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559314507000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353745 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Federico Lucarelli legale di Fiavet nazionale e in rappresentanza dell'associazione degli adv ha partecipato all'audizione  dalla Commissione X della Camera dei deputati, in relazione al Disegno di legge C. 1698 “Delega al governo in materia di turismo”, promosso dal ministro del turismo Gian Marco Centinaio, per intervenire con Decreti delegati su aspetti nodali della normativa di settore, che rappresentando una risorsa chiave del Paese necessita della giusta attenzione e di un efficace rilancio. Fiavet ha evidenziato ai deputati l’importanza di due tematiche che rientrano nell’oggetto della delega. Da una parte la necessità, non più rinviabile, di adottare una riforma organica e completa delle professioni turistiche, tra cui la figura del direttore tecnico di agenzia di viaggi, essendo rimasta inattuata la previsione dell’art. 20 del Codice del Turismo del 2011, che ha lasciato un quadro normativo regionale datato e frammentario, oltre a causare una stasi degli esami di abilitazione dei nuovi direttori tecnici. Si rende quindi fondamentale l'emanazione della normativa che fissi i requisiti professionali uniformi a livello nazionale, previa intesa con la Conferenza permanente Stato–Regioni e provincie autonome Dall'altra l'improrogabile esigenza di mettere in atto concrete misure di contrasto a forme di abusivismo nel comparto dei viaggi organizzati, attraverso l’accoglimento dell’emendamento che chiede di potenziare e implementare il portale Infotrav, data base pubblico già esistente e che raccoglie tutte le agenzie di viaggio regolarmente abilitate ad esercitare sul territorio nazionale. Attraverso l’implementazione dello stesso, anche con i dati delle associazioni no-profit, che le regioni hanno abilitato a organizzare viaggi per i propri Associati, si verrebbe a creare un unico riferimento per tutti i soggetti legalmente operanti, ai quali si potrebbe assegnare un Codice identificativo nazionale (Cin), così come prevede lo stesso disegno di legge per il comparto ricettivo. Ciò consentirebbe alle Istituzioni e alle forze di polizia che vigilano e reprimono gli abusi nel settore di verificare, tramite i dati obbligatoriamente pubblicati dai soggetti operanti sui siti e-commerce, o dall’esame dei voucher e della documentazione consegnata alla clientela, l’esistenza del Cin. Uno strumento di grande deterrenza e di facile e immediato utilizzo per verifiche e controlli nei confronti di soggetti abusivi, che sottraggono ogni anno 800 milioni di fatturato al mercato agenziale. [post_title] => Fiavet in audizione al Parlamento. Obiettivi: riformare i direttori tecnici e l'abusivismo [post_date] => 2019-05-30T12:23:08+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559218988000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353549 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal prossimo 30 maggio torna il collegamento Db-Öbb sulla tratta Monaco-Rimini-Monaco, che sarà operativo per l’estate 2019 fino all’8 settembre.Sono tre i collegamenti settimanali che, per il quarto anno consecutivo, faciliteranno l’arrivo di turisti sulle coste romagnole. I treni Db-Öbb EuroCity, che viaggiano tra la Germania e l’Italia su questa tratta, collegheranno tutti i giovedì, venerdì e sabato, Monaco a Rimini. L’EC 85 con partenza alle 8.51 da Monaco e con fermate a Bologna e Cesena, permetterà così agli amanti dei weekend lunghi di fermarsi in Emilia-Romagna. Il rientro da Rimini con il primo EC84 operativo dal 31 maggio sarà tutti i venerdì sabato e domenica, alle 10.35. Rimini si conferma un’importante destinazione per Db Bahn Italia confermando la rilevanza che il mercato italiano ha per l’azienda il cui obiettivo è da sempre aumentare i servizi per chi preferisce abbandonare l’auto e viaggiare comodamente in treno. Utilizzando questi collegamenti ferroviari i turisti potranno soggiornare in Romagna e godere dell’ampia proposta di vacanza di questa Destinazione turistica, dalla ricca offerta balneare all’enogastronomia d’eccellenza, dalla straordinaria offerta di parchi tematici a un ricco cartellone di eventi e opportunità di divertimento. Tutto questo unito al fascino dell’entroterra con i suoi castelli, pievi e borghi ricchi di storia e cultura. [post_title] => Db-Öbb: riparte il 30 maggio il collegamento estivo tra Monaco e Rimini [post_date] => 2019-05-28T15:38:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559057933000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353343 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Costituzione di cartello tra imprese e abuso di posizione dominante. Sono queste le due ipotesi di reato che Ectaa individua nell’attività di Iata, l’Associazione internazionale dei vettori aerei, alla quale aderiscono circa 290 compagnie aeree sviluppando oltre l’80% del traffico totale. Si configurerebbe quindi, se il Garante farà sue le posizioni del documento presentato questa mattina, l’infrazione degli articoli 101 e 102 del Trattato di funzionamento europeo. «Un passo compiuto con responsabilità, valutando tutte le possibili conseguenze, coscienti del fatto che si tratta di un atto dovuto nei confronti delle oltre 70.000 agenzie di viaggio che, tramite le rispettive organizzazioni nazionali, si riconoscono in Ectaa». Così Alfredo Pezzani di Fto, componente Confturismo-Confcommercio del gruppo di lavoro trasporto aereo di Ectaa, riassume il lavoro preparatorio svolto, che ha portato l’organizzazione a depositare, questa mattina, un esposto al Garante europeo della concorrenza. La parola passa ora all’Antitrust . «Ci auguriamo che le conclusioni arrivino presto e, soprattutto, che l’avvio del procedimento induca Iata ad aprire finalmente con il nostro mondo una interlocuzione degna di questo nome - spiega Pezzani -. La sequenza ininterrotta di decisioni prese unilateralmente in tema di procedure e regole, distribuzione delle responsabilità, gestione delle contestazioni ed altro ancora, alle quali Iata ci ha abituato in questi ultimi anni, è diventata incompatibile con lo stesso ruolo dell’agente di viaggio che, prima ancora di essere distributore dei servizi delle compagnie aeree, è colui al quale il cliente si affida per ricevere una consulenza qualificata e ritagliata sulle sue specifiche esigenze».   [post_title] => Ectaa presenta un esposto contro Iata al Garante europeo della concorrenza [post_date] => 2019-05-27T10:54:36+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => ectaa [1] => fto [2] => iata [3] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Ectaa [1] => fto [2] => iata [3] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954476000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353131 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le principali organizzazioni del turismo (Enit, Convention Bureau Italia, Aica, Astoi,  AIDiT;  Confturismo Confcommercio; Fto e Fiavet) hanno incontrato in Confindustria, grazie alla collaborazione del Mipaaft, il segretario generale dell'Organizzazione mondiale del turismo Zurab Pololikashvili in visita ufficiale in Italia. In un contesto in cui il mercato turistico internazionale sta cambiando sotto la spinta del fattore tecnologico e la partecipazione al mercato di nuovi paesi, l’Italia, con più di 58 milioni di visitatori all'anno, rimane sicuramente una destinazione di eccellenza, ma con un bacino di opportunità non pienamente sfruttate e con una difficoltà ad intercettare l’innovazione. Nel corso dell’incontro si è sottolineato come le presenze turistiche nel nostro Paese, ma anche a livello mondiale, abbiano ormai superato ogni aspettativa e affrontare questa incredibile opportunità richiede una programmazione strutturata e di lungo periodo che sappia compensare squilibri territoriali e di calendario a favore di politiche redistributive dei flussi turistici più sostenibili. E’ fondamentale che con l'aumento del numero di turisti, il turismo venga sviluppato e gestito in modo sostenibile sia per i visitatori che per le comunità locali. Coinvolgere le comunità nel ridurre la congestione turistica, destagionalizzare i flussi turistici, pianificare e rispettare i limiti di capacità delle destinazioni, sono aspetti imprescindibili per tracciare un percorso di crescita turistica sostenibile. Ma è anche giunto il momento di riconoscere il turismo come un settore industriale strategico per l’economia dei Paesi. Puntare su investimenti e innovazione, sostenibilità, accessibilità, digitalizzazione e formazione del personale turistico sono le principali proposte su cui si basa la nostra visione per il futuro dell’industria turistica italiana.     [post_title] => Federturismo e Unwto: l'obiettivo è puntare su una programmazione strutturata [post_date] => 2019-05-24T11:52:41+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558698761000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353114 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con più di 20 anni di esperienza nel settore turistico, Gaviota Tours vanta ottimi rapporti con i fornitori del paese e un team di professionisti efficienti. Per questo si è affermata come un ottimo interlocutore nelle varie declinazioni del turismo congressuale, con il vantaggio di far parte del "Grupo de Turismo Gaviota SA", uno dei più grandi di Cuba. Il Mice è un segmento interessante che Cuba sta per iniziare a sviluppare strategicamente. I programmi messi a punto da Gaviota per il Mice sono stati confezionati tenendo presente le migliori infrastrutture e tecnologie, salotti e spazi, alberghi, trasporti, strutture marittime e altre, sotto la premessa di combinare lavoro e distrazione in modo creativo e armonioso. Il 2018 è stato per Gaviota un anno di grandi successi, dopo la celebrazione di FITCuba 2018 al cayo di Villa Clara, la fiera Imasub a María La Gorda, Natura digitale a Topes de Collantes, la prima edizione di Destinos Gaviota nei Jardines del Rey per elencare gli eventi che hanno rafforzato l'azienda come un ricettivo forte, affidabile e professionale, che evidenzia la capacità organizzativa e, soprattutto, la risposta operativa e dinamica. Tra gli eventi principali di quest'anno c’è il IX Incontro Internazionale di Fotografia Subacquea, Imasub 2019, dall'8 al 13 luglio, presso il Centro internazionale di immersioni Maria La Gorda, i cui fondali offrono uno scenario incredibile per la fotografia subacquea, data la trasparenza delle sue acque. Anche la VII edizione del concorso Digital Nature International Photography si è inserita nel calendario 2019. Ancora una volta, il complesso Topes de Collantes ospiterà, dal 9 al 14 settembre, professionisti amatoriali e della fotografia di tutto il mondo, con un programma che include diverse competizioni dedicate alla natura. Un altro degli incontri rilevanti dell'anno sarà la seconda edizione del Gaviota Destinations Tourist Bag, all'inizio di ottobre, con sede a La Habana e Varadero. Il suo obiettivo è fornire informazioni aggiornate sulle proiezioni che il Gaviota Tourism Group ha per le prossime stagioni. [post_title] => Gaviota Tours: il gruppo punta a confermare la vocazione Mice [post_date] => 2019-05-24T09:55:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => fiereeventi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Fiere&Eventi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558691741000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352919 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emaar Hospitality Group, la divisione ospitalità e tempo libero di Emaar Properties Pjsc, propone pacchetti molto interessanti e invitanti per uno scalo a Dubai nei suoi Address Hotel + Resorts e Vida Hotels and Resorts. Il pacchetto è valido anche per i Rove Hotels, una joint venture di Emaar Properties e Meraas che promette agli ospiti un'esperienza memorabile a Dubai. I viaggiatori che si fermano per 12 ore a Dubai possono sperimentare la magica città con un pacchetto che include due biglietti gratuiti per il Dubai Aquarium & Underwater Zoo e At The Top, Burj Khalifa, oltre ai trasferimenti dall'aeroporto internazionale di Dubai e tariffe preferenziali presso gli hotel aderenti all’offerta. Gli ospiti, che invece scelgono una sosta più lunga prima di raggiungere la loro destinazione finale, possono rimanere in città per 24 ore e soggiornare in una delle camere deluxe, concedendosi sia la colazione gratuita sia piacevoli momenti di svago. I pacchetti “Dubai stopover” sono validi dal 1° aprile fino al 25 dicembre 2019 all’Address Downtown, Address Dubai Mall, Address Dubai Marina, Address Montgomerie, Address Boulevard, Palace Downtown, e gli alberghi di prossimi apertura Address Fountain Views e Address Sky View – del brand Address Hotels + Resorts; Vida Downtown, Manzil Downtown e le struttura di futura inaugurazione Vida The Hills e Vida Harbour Point – del brand Vida Hotels and Resorts, nonché i Rove Hotels, tra cui Rove Downtown, Rove City Centre, Rove Healthcare City, Rove Trade Center, Rove Dubai Marina e la futura new entry Rove At The Park. [post_title] => Emaar Hospitality Group: i pacchetti per esplorare Dubai [post_date] => 2019-05-23T10:58:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558609093000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352914 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche al Resort La Francesca il mese di giugno è il mese più gradito dell’anno, soprattutto dai bambini i quali possono finalmente staccare la spina e godersi il meritato riposo dalle fatiche scolastiche. Costituisce anche il preludio all’estate, quando le temperature diventano definitivamente gradevoli e ci si può concedere una bella nuotata nel mare. Se poi il mare è quello limpido e trasparente di Bonassola, una tra le 30 località della Liguria che ha ottenuto il riconoscimento della Bandiera Blu, meglio ancora. Perché non approfittare dunque delle offerte e delle iniziative che il Resort La Francesca riserva ai propri ospiti proprio in questo periodo?  Partiamo dai pargoletti: l’offerta “Bimbi al mare” è stata prorogata fino a fine giugno e consente a genitori (in coppia o single), ma anche a nonni o coppie di amici/amiche con figli, di soggiornare per una settimana, in mezza pensione e in diverse tipologie di appartamento, ad un prezzo che varia dai 750 ai 1380 euro. Ma La Francesca non è solo una meta di villeggiatura o un punto di partenza per conoscere il territorio circostante, bensì un luogo dalle mille sorprese. Infatti La Francesca ha deciso di aderire all’iniziativa “Oliveti Aperti” che si terrà il 15 e 16 giugno in tutta la Regione: gli ospiti presenti in quel fine settimana (ma anche tutti coloro che vorranno intervenire dall’esterno) potranno partecipare a una passeggiata guidata tra gli olivi del Resort, piantati circa diciassette anni fa e cresciuti grazie alla bontà del suolo e del clima. Al termine della passeggiata si potrà degustare un buonissimo aperitivo sulla terrazza del Ristorante Rosadimare e coloro che si vorranno fermare per la cena potranno degustare i piatti della tradizione locale accompagnati dall'olio prodotto lo scorso autunno con le olive raccolte a mano (grazie anche alla collaborazione di alcuni ospiti) al Resort. Prezzo dell’escursione, più aperitivo e cena di tre portate € 25,00 per gli ospiti e € 30,00 per gli esterni (su prenotazione). Infine, sabato 1 Giugno (e nei mesi di Luglio e Agosto), la voce di Gabriella Mazza, docente di canto jazz/pop presso il Conservatorio “G.Donizetti” di Bergamo, intratterrà gli ospiti nel “baretto” con un repertorio che spazia dallo swing, al pop, rock, blues e  bossa nova, il tutto venato da inflessioni jazz e interpretato in modo personale. [post_title] => La Francesca Resort, con "bimbi al mare" le proposte per inaugurare l'estate [post_date] => 2019-05-23T10:06:05+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558605965000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352975 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un'esperienza di volo completamente nuova sulle rotte a corto e medio raggio. Il Gruppo Lufthansa ha infatti ricevuto il suo primo A321neo a Francoforte, che sarà gestito da Lufthansa. La novità a bordo: un nuovo sedile migliorato per un'esperienza di viaggio ancora più confortevole, introdotto congiuntamente dalle tre compagnie del Gruppo, Lufthansa, Swiss e Austrian Airlines. Il produttore italiano Geven ha vinto il contratto per la produzione del sedile. Viaggiare non è più comodo unicamente durante il volo, ma anche durante il rullaggio, il decollo e l'atterraggio: invece dei precedenti 12 gradi durante queste tre fasi, gli ospiti viaggeranno comodamente con un'inclinazione di 20 gradi dello schienale; gli ospiti in business class potranno persino regolare lo schienale fino a 26 gradi durante la crociera. Ogni fila di sedili ha le sue porte Usb, che per la prima volta nel Gruppo Lufthansa saranno disponibili anche sui voli a corto raggio. In futuro, i passeggeri del gruppo Lufthansa potranno anche impostare i propri tablet ancora più comodamente. Una colonna speciale è stata infatti inserita sul tavolo per facilitare il supporto del tablet. Il primo A321neo vola ora per la prima volta con una cabina armonizzata per tutte e tre le compagnie del gruppo. I tre brand Lufthansa, Swiss e Austrian rimangono chiaramente riconoscibili grazie ai singoli elementi di design. La standardizzazione si applica a tutti gli aeromobili della famiglia A320, che saranno consegnati alle tre Compagnie aeree. La standardizzazione è concentrata sugli elementi più importanti e costosi, come il design della cabina e le cucine. Oltre ai vantaggi per i clienti, sia la diminuzione del peso e quindi delle emissioni di Co2, sia la riduzione dei costi di manutenzione sono stati al centro dello sviluppo. [post_title] => Lufthansa: debuttano sul primo A321neo i nuovi servizi su corto e medio raggio [post_date] => 2019-05-23T09:48:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558604905000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti