26 May 2019

Expo turismo culturale, grande successo dell’evento organizzato a Barumini

[ 0 ]

Barumini e Villanovaforru salutano il grande successo dell’edizione numero cinque dell’Expo del turismo culturale in Sardegna. La manifestazione organizzata dalla Fondazione Barumini sistema cultura di concerto con il Comune di Barumini, si è ritagliata a pieno titolo il ruolo di centro di aggregazione dell’offerta turistica in Sardegna. A confermarlo sono stati anche i numeri dell’edizione 2018 con circa 3.500 presenze tra visitatori e turisti, 12 agenzie e tour operator che si sono incontrati nel centro Giovanni Lilliu per i workshop che hanno messo in contatto la domanda dei soggetti nazionali e internazionali e l’offerta isolana rappresentata da operatori turistici dei settori ricettivo e ristorativo. Ma al ricco cartellone di eventi è stata folta anche la partecipazione delle scolaresche con oltre 500 ragazzi di 11 istituti di Barumini, Cagliari, Sanluri, Oristano, Isili, San Gavino, Decimomannu, Lunamatrona e Villanovaforru. Come sempre, poi, a farla da padrona sono stati gli espositori, 38 quelli della Sardegna in rappresentanza dei maggiori siti isolani con le loro organizzazioni e i due importanti ospiti dei siti Unesco di Cerveteri e Verona. E il fermento che anche quest’anno ha circondato la manifestazione di Barumini e Villanovaforru, registrato da circa mille ingressi giornalieri, ha confermato una volta di più l’importanza del sistema storico-culturale dell’isola come volano di sviluppo per imprese e turismo. Perché se come dicono gli ultimi dati ufficiali, l’economia della Sardegna non è ancora uscita dalla crisi, dall’altra, l’unico settore che sta facendo da traino rimane il turismo. Da qui uno slancio sempre maggiore viene dato da quello culturale e archeologico. Per questo diventa centrale la voce unanime che si è sollevata dall’Expo: “L’arte, la cultura, le bellezze archeologiche e la memoria storica della Sardegna, se gestiti attraverso le reti, possono generare modelli di sviluppo creando connessioni tra le bellezze turistiche e le produzioni locali”. Barumini, quindi, gioca il suo ruolo di potenziale guida per il sistema. Perché proprio il comune della Marmilla si candida a esportare il suo modello vincente come punto di riferimento dell’offerta turistico-culturale in Sardegna mettendo a disposizione di tutta l’Isola la sua esperienza di polo di aggregazione territoriale. 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti