20 May 2019

Chianciano Terme, rilancio e ristrutturazione della destinazione

[ 0 ]

Al via il processo per la ristrutturazione e il rilancio delle Terme di Chianciano grazie  all’accordo con le banche creditrici che mette in sicurezza il futuro, rafforza la leadership sul territorio e apre a nuove prospettive di business.  «Completata questa fase e dopo gli investimenti fatti in questi anni sulle strutture – spiega il direttore generale Mauro Della Lena – siamo pronti per il rilancio internazionale di Chianciano Terme, che può oggi a pieno titolo competere alla pari con altre top destination del termalismo e non solo, grazie alla riconcettualizzazione dell’offerta di esperienze integrate con tutto ciò che la Valdichiana Toscana può offrire concentrandosi sull’unicità delle proprie acque termali e dell’Acqua Santa». Le Terme di Chianciano chiudono il 2018 con ricavi per circa 6,1 milioni di euro e un Ebitda di 250 mila. L’accordo di ristrutturazione ha visto coinvolti due Istituti di credito, Banca Monte dei Paschi di Siena e Banca CRAS. Si aprono nuove opportunità di business per la distribuzione dell’Acqua Santa e derivati come sali e cosmetici, che non potranno che migliorare i numeri del piano 2018/2022. Investimenti anche nel 4.0 e nel marketing finalizzato a sviluppare nuove relazioni con i tour operator nazionali ed esteri ed attrarre nuova clientela per le strutture termali.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti