18 November 2018

Capretti: «Serve un contratto univoco che recepisca tutte le regole della direttiva»

[ 0 ]

Eliseo Capretti, volto storico del sindacalismo e della politica del turismo, e di recente nuovamente responsabile nelle trattative con i vettori di Fiavet nazionale, lancia un appello a tutte le associazioni di categoria, in merito alla direttiva pacchetti in vigore dal primo luglio.

«In questo momento nelle agenzie c’è una confusione senza pari – ci dice Capretti -. E’ arrivato il momento che venga creato un contratto unitario che recepisca tutti i disposti che sono in vigore dal 1° luglio. Ci vuole un contratto univoco. Se andiamo a vedere in maniera approfondita, abbiamo la versione dei tour operator, la versione dei network, la versione di Fiavet, ecc ecc. Questo serve a ben poco. Dobbiamo puntare ad un contratto unitario che presenti tutte le varianti previste nella direttiva, e sottoporre questo al cliente. Questo è un momento delicato, nel quale la categoria non può più commettere stupidaggini. Le varie associazioni s’incontrino e dal loro incontro esca un documento unitario. La categoria fa rifondata su sistemi di dialogo e non di separazione».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276260 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => South African Airways, rappresentata in Italia da Aviareps, ha ottenuto per il quindicesimo anno consecutivo un ranking 4 stelle, sia in Economy sia in Business Class. Il ranking è stilato dagli esperti di aviazione di Skytrax, il cui nome è associato in tutto il mondo a qualità ed eccellenza nel settore dell’industria aerea, per i suoi approfonditi controlli degli standard di prodotto e servizio delle compagnie aeree. Nel ranking Skytrax è stato incluso il nuovo Airbus A330-300. La classificazione di 4 stelle significa che la compagnia aerea offre un buono standard di prodotto e di servizio in tutte le categorie di viaggio, tra cui posti a sedere, standard di sicurezza, pulizia della cabina, comfort e servizi, catering, offerte tax-free, materiali di lettura, intrattenimento di bordo e servizio dello staff. South African Airways, membro di Star Alliance, serve 56 destinazioni in Sudafrica e nel continente africano (in partnership con SA Express, SA Airlink e il suo vettore low cost Mango) e nove rotte intercontinentali collegate dal suo hub di Johannesburg. Di recente ha incrementato le frequenze verso Victoria Falls e rinnovato il code share con Ethiopian Airlines. [post_title] => South African Airways riconferma le quattro stelle Skytrax [post_date] => 2017-04-21T14:03:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492783413000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276092 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Creato nell'ottobre 2015 da sette soci fondatori allo scopo di riunire i migliori tre stelle del territorio svizzero, Best 3 Star Hotels raduna una serie di strutture indipendenti e, per la maggior parte, gestite direttamente dai proprietari. «Per essere ammessi nel club - spiega Fiorenzo Faessler, direttore dell'associazione - un hotel deve possedere valutazioni eccellenti da parte della clientela, ovvero 4,2 punti su una scala di 5, e soddisfare numerosi criteri di qualità. I controlli vengono effettuati da specialisti esterni e indipendenti prima che la richiesta di adesione venga accettata e, successivamente, avvengono a scadenze regolari. Gli alberghi membri hanno a disposizione un nuovo canale distributivo e servizi di revenue management, marketing online, formazione e riduzione dei costi grazie agli acquisti di gruppo». Best 3 Star Hotels si è ufficialmente presentata a Milano durante un evento al ristorante Nordic Grill al quale, oltre a Faessler, sono intervenuti i rappresentanti di tre strutture: l'Hotel Waldhaus am See di St. Moritz, l'hotel Florhof di Zurigo e l'Hotel International au Lac di Lugano. Come gli altri membri dell'associazione, tutti vantano una peculiarità che li rende unici: il Waldhaus possiede il più grande whisky bar del mondo, regolarmente registrato nel Guinness dei primati grazie alla presenza di 2.500 etichette; il Florhof, nella città vecchia di Zurigo a 10 minuti a piedi dalla Stazione Centrale, serve agli ospiti vini come il Crémant brut e rosé che, come pure la birra, vengono prodotti in Alsazia dalla famiglia della direttrice, Isabelle Zeyssolff; l'Hotel International au Lac di Lugano, nella centralissima via Nassa, vanta un museo interno che testimonia i cambiamenti epocali che hanno coinvolto l'albergo e ha realizzato l'anno scorso una camera Belle Epoque con tappezzerie in seta d'epoca, mobili d'antiquariato e stucchi originali. Altre strutture della collezione sono, fra gli altri, l'Hotel Ochsen & Lodge di Lenzburg, l'Hotel Spitzhorn di Saanen, l'Hotel Chesa Randolina, l'Hotel Restaurant Engel di Stans, l'Hotel Gasthaus Krone di La Punt, l'Hotel Ochsen & Lodge di Lenzburg e il Lofthotel di Murg, sul lago di Walenstadt.   [post_title] => Best 3 Star Hotels, ecco i migliori tre stelle della Svizzera [post_date] => 2017-04-20T14:07:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492697230000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276093 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Alitalia ce la può fare», migliorando l'accordo raggiunto per il quale «non vedo alternative». Ma serve una «forte discontinuità» a partire dal management: così il presidente designato della compagnia Luigi Gubitosi in un'intervista al Messaggero.«Se il referendum sul pre-accordo siglato tra azienda e sindacati nei giorni scorsi vedrà prevalere il sì vi sarà un aumento di capitale di circa 2 miliardi, di cui oltre 900 di nuova finanza per far ripartire la compagnia e assumerò i pieni poteri. Non voglio pensare all'alternativa. E poi aggiungo che la cura giusta, già sollecitata dal presidente uscente Luca Cordero di Montezemolo che si è molto impegnato su questo fronte, richiede forte discontinuità per cambiare rotta». L'alternativa all'accordo, secondo Gubitosi «non c'è, non esiste. O meglio c'è: un accompagnamento verso la liquidazione dell'azienda, il fallimento». Per il rilancio della compagnia «bisogna accelerare con l'apertura di nuove rotte a lungo raggio e con l'arrivo di nuovi aerei per servirle». Necessario anche un intervento sul management. Se da una parte «nei quadri intermedi e tecnici ho trovato grande competenza e attaccamento all'azienda e incontrato piloti e assistenti di volo di grandissima competenza, per quanto riguarda il top management ci sono luci e ombre». Alla domanda se siano in arrivo sostituzioni, Gubitosi risponde «penso proprio di sì. E' normale che ci possano essere degli avvicendamenti, bisogna aspettarsi una forte discontinuità». Intanto, i dipendenti chiamati a decidere sul pre-accordo da questa mattina si stanno recando alle urne aperte a Fiumicino, Linate e Malpensa. Al termine della consultazione, nella notte di domenica, ci sarà una conta dei voti, senza quorum. [post_title] => Gubitosi: «Alitalia ce la può fare. Ma serve forte discontinuità» [post_date] => 2017-04-20T09:40:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492681249000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275911 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => FlySafair, la compagnia aerea low cost sudafricana, ha siglato un accordo con Hahn Air per la distribuzione dei propri voli: l’inventario del vettore sarà disponibile per l’emissione di biglietti sul documento HR-169 di Hahn Air nei gds di tutto il mondo. Con questo accordo FlySafair entra a far parte del network di Hahn Air, che comprende oltre 300 partner aerei, ferroviari e altri servizi di trasporto e estende la sua portata commerciale fino a 100.000 agenzie su 190 mercati di tutto il mondo. La compagnia aerea è il nono partner a beneficiare di due prodotti dell’ Hahn Air Group per ottimizzare la propria strategia di distribuzione. FlySafair è basata presso l’Oliver Reginald Tambo International Airport (Jnb) di Johannesburg ed è parte di una compagnia di servizi aerei specializzati con un’esperienza di 51 anni, Safair Operations. La low cost serve 7 destinazioni nazionali con una flotta di nove Boeing 737. L’inventario gds di FlySafair include un bagaglio registrato in franchigia di 23 kg, imbarco prioritario gratuito e due modifiche al volo senza penali, pur essendo applicabili eventuali differenze di tariffa. I limiti temporali di emissione dei biglietti variano per classe tariffaria, da poche ore fino a 48 ore. «Era nostra intenzione trovare una soluzione intelligente ed economicamente sostenibile per rendere tutte le rotte di FlySafair disponibili nei gds - afferma Kirby Gordon, head of sales and Ddistribution del vettore -. Abbiamo completato la prima fase del lancio del nostro gds con l’implementazione di H1-Air a novembre. La fase due consiste in un accordo interline con Hahn Air e integrazioni dirette con Amadeus e Galileo. Ciò ci darà la possibilità di offrire una tariffa leggermente più competitiva nei nostri mercati locali». [post_title] => FlySafair nel circuito distributivo di Hahn Air [post_date] => 2017-04-18T14:40:40+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492526440000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275839 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Iran Air e Atr hanno siglato un accordo per l'acquisto di 20 Atr 72-600, con un'operazione del valore di 536 milioni di dollari a prezzo di listino e un'ulteriore opzione per altri 20 dello stesso tipo. La prima consegna potrebbe già essere effettuata questo mese. L'intesa segue quelle già siglate dal parte di Iran Air con Airbus e Boeing nei mesi scorsi: la compagnia iraniana ha ordinati infatti 80 aeromobili a Boeing (50 737 MAX 8s, 15 777-300ERs e 15 777-9s) lo scorso dicembre; oltre all'ordine di 100 velivoli Airbus (46 della famiglia A320, 38 della famiglia A330 e 16 A350s) per un contratto del valore di 18 miliardi di dollari, a prezzo di listino.   [post_title] => Iran Air ordina 20 aeromobili Atr72-600 [post_date] => 2017-04-14T12:50:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492174252000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275798 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Transavia inaugura oggi il nuovo collegamento da Pisa per Rotterdam/L’Aia. Il volo sarà operato quattro volte a settimana (martedì, venerdì, sabato e domenica) con tariffe a partire da 29 euro a tratta, tasse e spese incluse. Da Pisa, Transavia opera inoltre già per Amsterdam un collegamento di linea su base annua fino a 9 frequenze settimanali. «Nell’ultimo mese, in Transavia, abbiamo lavorato duramente per rafforzare ed espandere la nostra presenza a Rotterdam - sottolinea Anita Sunter, portavoce di Transavia - Rotterdam è la seconda città dei Paesi Bassi dopo Amsterdam in termini di popolazione, mentre L'Aia è la sede del governo olandese. Inoltre l’aeroporto di Rotterdam/L’Aia, come bacino di utenza, serve la parte meridionale dei Paesi Bassi, che lo rende un mercato in uscita interessante quando si tratta di raggiungere altre destinazioni in Europa, come, ad esempio, la splendida regione Toscana servita da Toscana Aeroporti. Viceversa, gli italiani che voleranno da Pisa avranno a disposizione un’ulteriore connessione per i Paesi Bassi, per viaggi di turismo o di lavoro». «Aggiungere una nuova destinazione aeroportuale - aggiunge Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti - significa creare nuove opportunità di turismo e di lavoro in entrata e in uscita: è questa la più importante soddisfazione che premia il nostro lavoro quotidiano». Il collegamento è parte della nuova espansione Transavia all’aeroporto di Rotterdam, da dove la compagnia ha annunciato il lancio di cinque nuove destinazioni. L’aggiunta porta a 22 il totale delle mete servite dal vettore dall’aeroporto di Rotterdam/L’Aia. Allo scopo di servire le nuove destinazioni, come Pisa, Transavia ha stazionato un sesto Boeing 737 nella sua base di Rotterdam. Transavia offre già la rotta da Roma Fiumicino per Rotterdam, e ha iniziato a volare da Venezia a Rotterdam lo scorso 6 aprile 2017. [post_title] => Transavia apre oggi la rotta Pisa Rotterdam/L'Aia [post_date] => 2017-04-14T10:37:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492166269000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275760 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Alitalia e i sindacati hanno raggiunto un verbale di confronto, un preaccordo, in cui le parti hanno preso atto di una serie di elementi e concordano su una serie di misure tra cui la riduzione degli esuberi tra il personale di terra a tempo indeterminato da 1.338 a 980 e la riduzione del taglio degli stipendi all'8%. Il verbale verrà firmato soltanto dopo il referendum tra i lavoratori. Nel verbale si evidenzia, oltre alla riduzione degli esuberi e al minor taglio degli stipendi per il personale di volo, la necessità di accelerare la crescita dei ricavi, in particolare inserendo nuovi aeromobili per il lungo raggio. Per quanto riguarda gli esuberi, la riduzione avviene attraverso: superamento del progetto di esternalizzazione nelle aree di manutenzione e altre aree; ricorso alla Cigs entro maggio 2017 per due anni; l'attivazione di riqualificazione e formazione; misure di incentivazione all'esodo; miglioramento della produttività ed efficienza con rinvio in azienda entro maggio 2017 per la definizione. Per quanto riguarda il personale navigante, poi, sono previsti: scatti di anzianità triennali con primo scatto nel 2020; tetto all'incremento retributivo in caso di promozione pari al 25%; per i neo assunti applicazione del contratto Cityliner; riduzione dei riposi annuali da 120 a 108; esodi incentivati dei piloti e assistenti di volo; prosecuzione della solidarietà fino alla scadenza prevista per legge, 24 settembre 2018. Nel verbale, inoltre, si premette che: l'azienda attraversa una crisi economico-finanziaria, che un gruppo di azionisti e finanziatori propone una ripatrimonializzazione dell'azienda per circa 2 miliardi di cui 900 come nuova finanza, che il cda ha approvato un piano che prevede crescita dei ricavi e una significativa riduzione dei costi di cui circa un terzo riferito al costo del lavoro, che l'immissione di risorse finanziarie è propedeutica al rilancio della società. [post_title] => Alitalia: preaccordo al vaglio del referendum tra i dipendenti [post_date] => 2017-04-14T08:56:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492160186000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275727 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_275728" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Vincenzo Cella e Alberto Melgrati[/caption] Halldis plaude alla flat tax per gli affitti brevi al 21% prevista dal Def, Documento di economia e finanza approvato ieri dal Consiglio dei ministri. Secondo la società italiana leader negli affitti temporanei e con più di 1.600 proprietà gestite in 25 località europee, il provvedimento - che riguarderà il mezzo milione di proprietà che si ritiene siano affittate a uso turistico ogni anno nel nostro Paese - sarà un vantaggio per tutta la filiera, farà emergere il nero del settore oggi stimato al 75% e libererà per lo Stato un fatturato potenziale di 3,5 miliardi di euro. «Abbattimento delle imposte, trasparenza, semplificazione – afferma Vincenzo Cella, consigliere delegato di Halldis –: i proprietari avranno notevoli vantaggi. La flat tax al 21% con gestori, portali e siti web che faranno da sostituto di imposta, porterà gettito allo Stato e eviterà ogni ambiguità ai turisti sulla modalità di pagamento. I proprietari non dovranno più preoccuparsi dell’adempimento fiscale e molti godranno di un carico minore dell’attuale perché la flat tax è a prescindere dall’imponibile complessivo. Per noi gestori sarà un'ulteriore incombenza, ma ne guadagnerà tutto il sistema». «Il settore – aggiunge l'ad Alberto Melgrati - è in forte crescita per la diffusione di portali online quali Booking.com, Airbnb, HomeAway. Il vuoto legislativo aveva promosso fenomeni per certi aspetti positivi, come la disintermediazione, del resto propria di altri comparti, ma determinato una non sana competizione con gli alberghi e favorito il nero. La questione fiscale è decisiva, il provvedimento permetterà al settore di svilupparsi in trasparenza e con regole certe e sarà un importante volano per il turismo e quindi per l’economia del Paese». [post_title] => Halldis: soddisfazione per la flat tax sugli affitti brevi [post_date] => 2017-04-13T14:58:46+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492095526000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275645 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In occasione del Consiglio di Fiavet Nazionale, tenutosi presso la sede di Confcommercio, il presidente Jacopo de Ria oltre ad aver presentato il programma di attività già realizzate e future, ha condiviso con grande soddisfazione la situazione economica dell’associazione che ha visto l’approvazione unanime di un bilancio in utile e la previsione di un andamento positivo anche per il 2017. È stato inoltre affrontato il tema della ‘Direttiva UE Pacchetti’ che investirà direttamente tutti gli associati Fiavet e che sarà il tema principale dell'Assemblea annuale Fiavet, prevista dal 25 al 28 maggio a Ugento, nelle prestigiose strutture Robinson Club Apulia e Vivosa Apulia Resort. [post_title] => Fiavet nazionale: approvato il bilancio dell'associazione [post_date] => 2017-04-13T10:16:06+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492078566000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti