17 September 2019

Palmucci: «In Enit lavorano ottimi professionisti»

[ 0 ]
Palmucci, Confindustria Alberghi

L’appuntamento con la prima convocazione del cda Enit è proprio per oggi. Ma Giorgio Palmucci, che una decina di giorni fa ha visto finalmente confermata la propria nomina a presidente dell’agenzia di promozione turistica nazionale, pare avere già le idee chiare su quale direzione dovrà prendere il nuovo corso: «Con l’arrivo di Magda Antonioli e di Sandro Pappalardo, il consiglio è ora completo – ha dichiarato lo stesso Palmucci a margine dell’assemblea Federalberghi di Capri dello scorso fine settimana -. Ora possiamo metterci a lavorare. E dobbiamo farlo duramente, se vogliamo presentare nel giro di un paio di settimane la nuova convenzione triennale al ministero».

Per l’ormai quasi ex presidente di Confindustria Alberghi – il suo mandato è attualmente in scadenza – il compito dell’Enit sarà quello di portare avanti le strategie del dicastero del Turismo, facendo da collante tra le regioni, in modo da promuovere la destinazione Italia in maniera unitaria. L’accostamento della materia dei viaggi con le Politiche agricole in un unico ministero potrebbe in particolare rivelarsi utile per sviluppare un concetto più ampio di made in Italy, che sappia andare anche oltre i prodotti dell’enogastronomia, ha suggerito ancora Palmucci.

In termini di obiettivi, oltre ai mercati maturi, come la Germania che rappresenta circa il 30% del nostro incoming, l’obiettivo è ora quello di raggiungere i bacini di domanda emergenti, Cina, Medio Oriente e India in primis. «Ma non si deve neppure sottovalutare il cosiddetto turismo di ritorno, specialmente quello dal Sud America, dove si trovano tantissimi discendenti di migranti di origine italiana – ha osservato il neopresidente Enit -. Anche perché spesso si tratta di flussi che non si dirigono solo verso le mete primarie della Penisola, rivolgendosi a località ancestrali molte volte lontane dai percorsi più battuti».

Una parola, Palmucci, l’ha infine spesa anche sui dipendenti dell’Enit. Il processo di selezione delle risorse necessarie a coprire i buchi di personale aperti dalla trasformazione dell’agenzia in ente pubblico economico, iniziata ormai cinque anni fa, non è ancora terminato, ma «in agenzia lavorano già ottimi professionisti, che si impegnano ogni giorno nella promozione dell’Italia. L’unico loro difetto è stato forse quello di non avere fino a oggi mai dimostrato veramente quanto valgono all’esterno. Neppure chi opera nel turismo sa spesso cosa si faccia qui. Ci sono perciò sicuramente le premesse perché l’Enit possa diventare il fiore all’occhiello del ministero del Turismo».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 345878 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aviapartner presenta la Mostra dei libri di Moleiro all'interno  della lounge Star Alliance all'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino. Questa è la prima di una serie di mostre di capolavori che Aviapartner porterà all'interno delle VIP Lounge negli aeroporti italiani. In esposizione a Fiumicino le riproduzioni in facsimile dell'Atlante Vallardi (1547), della Bibbia moralizzata di Napoli (c. 1340-1350), de Il breviario d’Isabella (XV secolo), di Splendor Solis (1582), del Libro del Golf (c. 1530) e di The Book of Felicity (1582). «Questa partnership offrirà ai passeggeri VIP un'opportunità unica per ammirare le repliche esatte di questi tesori nascosti ospitati nelle migliori biblioteche del mondo, dove sono salvaguardati per preservarli per le generazioni future -  ha spiegato Manuel Moreiro, Direttore Generale di M.Moleiro - È un piacere per noi mostrare i nostri gioielli esclusivi ai passeggeri più esclusivi, in modo che possano trascorrere il tempo di attesa tra i voli, godendo di questi capolavori della cultura, realizzati solo per l'utilizzo privato di re, regine e imperatori». «Siamo orgogliosi di iniziare questa partnership con M. Moleiro, un leader di riferimento nel settore a livello globale. Riteniamo che questa nuova offerta culturale possa arricchire l'esperienza dei nostri clienti - ha aggiunto Italo Russo Silva, General Manager di Aviapartner Group Lounges and Premium Guest Services - Il nostro team marketing lavora ogni giorno per realizzare eventi simili, con l'obiettivo di andare oltre le aspettative dei nostri clienti e raggiungere i più alti livelli di soddisfazione».       [post_title] => Aviapartner, una mostra sui libri di Moleiro nella lounge Star Alliance a Fiumicino [post_date] => 2019-03-25T08:37:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1553503073000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 325339 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_325340" align="alignright" width="300"] Una veduta aerea di VillaDelQuar, Verona[/caption] “Historic Hotels Worldwide®” nel 2018 ha riconosciuto degni di figurare nel prestigioso elenco 24 hotel in sette paesi e risalgono ad un periodo compreso fra l’XI secolo e l'inizio degli anni '30. Historic Hotels Worldwide, associazione basata a Washington, promuove il patrimonio culturale e il viaggio presentando una prestigiosa collezione di tesori storici fra alberghi e altri alloggi che attraversano oltre 10 secoli di storia in tutto il mondo. «Molti di questi leggendari hotel sono stati costruiti per altro scopo come castello, palazzo, banca nazionale, quartieri generali aziendali, alloggi di ufficiali dell'esercito, casa padronale e persino un ex magazzino del XIX secolo - ha dichiarato Lawrence Horwitz , direttore esecutivo degli hotel storici d'America e hotel storici in tutto il mondo - Questi iconici hoteli dimostrano la straordinaria gestione dei proprietari, della leadership e degli impiegati nel preservare questi meravigliosi tesori e le molte storie di secoli vissuti, lavorati, socializzati o visitati. C'è molto da scoprire, esplorare, sperimentare e gustare in e vicino a questi meravigliosi palazzi». Historic Hotels Worldwide ha aggiunto le 24 strutture qui riportate fra le quali spiccano tre realtà dell’hotelerie in Italia. La Bagnaia Golf & Spa Resort Siena, Collezione Curio by Hilton (XI secolo) Siena, Italia Lo storico hotel occupa un villaggio medievale a circa 12 chilometri dalla città di Siena, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO e risale ai tempi dei barbari in Italia. Villa del Quar (13 Secolo) Verona, Italia La posizione originale dell'hotel risale all'epoca romana. Il nome "Quar" è simbolico delle quattro miglia che dista dal centro della città di Giulietta e Romeo. Aleph Rome Hotel - Collezione Curio by Hilton (1930) Roma, Italia Curiosità hotel: Aleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton si trova appena fuori Via Veneto, che ha acquisito fama internazionale come centro della "dolce vita" a Roma, ed è stato immortalato in film in La Dolce Vita dal famoso regista italiano Federico Fellini nel 1960. Hilton Molino Stucky Venice (1884) Venezia, Italia Situato in un edificio dedicato alla macina della farina, questo storico hotel è il più grande hotel di Venezia e uno degli hotel più imponenti della città. Bekkjarvik Gjestgiveri (1600) Bekkjarvik, Norvegia Il Bekkjarvik Gjestgiveri fa parte della storia della famiglia Johannessen. Asta e Øystein Johannessen hanno posseduto e gestito questo storico hotel per 34 anni, ei loro figli gemelli Ørjan e Arnt sono Chef e Kitchen Manager del ristorante dell'hotel. Waldorf Astoria Amsterdam (XVII secolo) Amsterdam, Paesi Bassi La hall di questo hotel storico presenta un'imponente scalinata costruita all'inizio del XVIII secolo da Daniel Marot, l'architetto di Luigi XIV, che introdusse lo stile del monarca francese nei Paesi Bassi. Det Lille Hotel (1750) Risør, Norvegia Situato sulla Rivera norvegese, il Det Lille Hotel ha ricevuto l'Olavsrosa, St. Olaf's Rose, marchio di qualità della Norsk Kulturarv / Norwegian Heritage, che riconosce le istituzioni che offrono esperienze di alta qualità incentrate sulla storia culturale norvegese. L'omonimo del premio è una figura della mitologia nordica. Edgbaston Park Hotel & Conference Centre (1718) Birmingham, Regno Unito La posizione in cui si trova l'Edgbaston Park Hotel & Conference Centre era una volta una casa padronale medievale che fu interamente bruciata durante la rivoluzione del 1688 e poi ricostruita nel 1718. The Trafalgar St. James London, Curio Collection by Hilton (XIX secolo) Londra, Regno Unito La sala del consiglio del Trafalgar Hotel St. James London era presente nei classici film di spionaggio inglesi Dr. No (1962) e The Ipcress File (1965) Hilton London Paddington (1854) Londra, Regno Unito L'Hilton London Paddington ha aperto le sue porte come il Great Western Royal Hotel, finanziato dai direttori della Great Western Railway Company. Questo grande hotel in stile vittoriano era il luogo in cui venne battezzato l'Orso di Paddington, dove iniziarono diversi romanzi di Sherlock Holmes e Agatha Christie. Oatlands Park Hotel (1865) Weybridge, Regno Unito L'origine dell'Oatlands Park Hotel risale a un lussuoso palazzo che il re Enrico VIII d'Inghilterra costruì nel 1530 per la sua quarta moglie, Anna di Cleves. James I e sua moglie, la regina Anna di Danimarca, fondarono una fattoria di vermi da seta reale a Oatlands, chiamata "The Kings Silk Works". DoubleTree by Hilton Hotel Dundee (1870) Dundee, Regno Unito Originariamente costruito come un palazzo scozzese, questo hotel si trova a Dundee, che è stata definita una delle città più creative d'Europa e la prima città design del mondo designata dall'UNESCO. DoubleTree by Hilton Dunblane Hydro (1878) Dunblane, Regno Unito Aperto come centro benessere vittoriano conosciuto come Dunblane Hydropathic Establishment vanta il record di oltre 200 ospiti che hanno partecipato al grande ballo inaugurale del 1878. Il resort è stato progettato dai famosi architetti scozzesi Peddie e Kinnear ad un costo di £ 60.000 dell’epoca, per la costruzione. Grand Hotel des Sablettes Plage, Collezione Curio by Hilton (1888) La Seyne-sur-Mer, Francia Il fondatore di questo storico hotel, Marius Michel Pasha, conte di Pierredon era un architetto francese che guidò l'Ottoman Lighthouse Authority e la modernizzazione del porto di Istanbul, che gli valse il titolo onorifico di Pasha dal sultano Abdülaziz. Hilton Paris Opera (1889) Parigi, Francia L'Hilton Paris Opera è stato inaugurato nel 1889 come il Grand Hotel Terminus, un nuovo hotel di lusso creato per accogliere i ricchi visitatori stranieri dell'Exposition Universelle (La grande esposizione del 1889). Hilton Edinburgh Carlton (1898) Edimburgo, Regno Unito Il grande edificio vittoriano, risalente al 1898, era una volta una delle più importanti mercerie e grandi magazzini di Edimburgo. Waldorf Astoria Edinburgh - The Caledonian (1903) Edimburgo, Regno Unito La pietra di arenaria rossa utilizzata nella facciata è stata consegnata tramite la Ferrovia Caledoniana dalle cave di Locharbriggs e Corncockle nel Dumfriesshire. The Grand Hotel & Spa (1906) York, Regno Unito Fu costruito originariamente come luogo di affari per la North Eastern Railway Company. Ognuna delle camere era una volta un ufficio della società e gli ospiti possono notare i numeri di ufficio originali che rimangono sopra le porte. Maison Astor Paris, Collezione Curio by Hilton (1907) Parigi, Francia Il fondatore di questo storico hotel era il passeggero più ricco a bordo del Titanic, e quando il transatlantico affondò, Astor era tra gli oltre 1.500 passeggeri e membri dell'equipaggio che morirono nel disastro. The Waldorf Hilton, London (1908) Londra, Regno Unito Le scene del film del 1958 "A Night to Remember" sull'ultima notte del RMS Titanic sono state girate al Palm Court del The Waldorf Hotel, in quanto il regista Roy Ward Baker pensò che il Palm Court sembrasse l'interno di un grande transatlantico. Reichshof Hamburg, Collezione Curio by Hilton (1910) Amburgo, Germania Il Bar 1910, che prende il nome dall'anno della fondazione dell'hotel, è un bar storico progettato con il gusto Art Deco degli anni '20 e situato in un ambiente arredato in modo originale. Il bar è famoso in tutta la Germania dai tempi dell'Hotel Reichshof, in quanto è il preferito da attori e musicisti del vicino Deutsches Schauspielhaus, il più grande teatro tedesco. Amerikalinjen (1919) Oslo, Norvegia Originariamente, questo hotel ospitava fli uffici della Norwegian American Line responsabile del trasporto dei norvegesi attraverso l'Oceano Atlantico verso la “land of opportunities”. Gran Hotel Montesol Ibiza, Collezione Curio by Hilton (1933) Ibiza, Spagna E’ stato il primo hotel sull'isola e si trova nel cuore della città, vicino a Dalt Vila, Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO. Fjærland Fjordstove Hotel & Restaurant (1937) Fjærland, Norvegia Si trova a Fjærland, in un ramo superiore dello spettacolare Sognefjord della Norvegia occidentale, una regione che comprende i siti naturali Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO dei fiordi della Norvegia occidentale. [post_title] => Historic Hotels Worldwide®: 24 strutture riconosciute nel 2018 [post_date] => 2018-08-02T09:24:21+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1533201861000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 320035 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parma, Piacenza e Reggio Emilia si incrociano e si fondono. Correggio, Guercino, Pordenone e Lionello Spada allievo dei Carracci: artisti geniali che ritrovano nelle radici di questa terra il dialogo spirituale che unisce la vita terrena all’immagine divina. Le tre città, tutte in corsa per la nomina di capitale della cultura italiana 2020, dopo la vittoria di Parma, aprono le porte a un futuro dal grande richiamo turistico per i tre territori che, con un gesto lungimirante, hanno stipulato il patto prima dell’onorificenza da parte del Ministro Franceschini: “Uniti per la promozione dell’Emilia”.  «Andare per cupole - spiega Natalia Maramotti, presidente di Destinazione Turistica, ente pubblico per la promo-commercializzazione turistica dell’area delle tre province - può diventare spunto alternativo per scoprire nuovi punti di vista, dall’alto verso il basso e su un orizzonte sterminato e ricco di suggestioni paesaggistiche e culturali». Salita al Pordenone in Santa Maria di Campagna e Cupola del Guercino al duomo – Piacenza: restaurata di recente, la Salita alla cupola affrescata dal Pordenone tra il 1530 e il 1535 in Santa Maria di Campagna sarà visitabile fino al 10 giugno 2018, le visite sono accompagnate da una molteplicità di manifestazioni collaterali. Le tre cupole del Correggio – Parma. La cupola affrescata nel duomo di Parma databile 1524-1530, situata sopra l'altare maggiore, rappresenta l’Assunzione della Vergine con un linguaggio innovativo per l’epoca, fatto di prospettive e scorci che segnano il transito tra terra e cielo in un vortice popolato di nuvole e luce.Tempio della Beata Vergine della Ghiara - Reggio Emilia. La grandiosa cupola, innalzata da Francesco Pacchioni su disegno di Cosimo Paglioni da lui riformato, fu ricoperta dagli affreschi di Lionello Spada, allievo dei Carracci, la cui l'opera fu commissionata nel 1614. Ecco alcune proposte di soggiorno: Assapora Appennino Parma propone l’offerta “Fuori dal mondo, giorni celestiali tra arte, sapori e gusto di vivere”. Quota per persona; 190 euro (minimo di due partecipanti). Comprende: un pernottamento, una cena, la visita tematica esclusiva di una giornata o di due mezze giornate con ingressi ai monumenti. La mattina del secondo giorno una visita ad un caseificio di parmigiano reggiano con degustazione.  Consorzio Promo Piacenza Emilia invita a trascorrere un weekend nel centro storico con sconti agli ingressi delle mostre. Quota per persona 102 euro. Comprende: un pernottamento in hotel con trattamento in b&b in camera doppia, prima colazione, biglietti per la Salita al Pordenone e alla mostra “I Misteri delle Cattedrale”. [post_title] => Destinazione turistica Emilia, visite guidate tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia [post_date] => 2018-06-07T15:49:52+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1528386592000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti