19 August 2019

Federalberghi: 9,1 milioni gli italiani in vacanza per il ponte del 25 aprile

[ 0 ]

Cresce del 14,7% il numero degli italiani in movimento per il ponte del 25 aprile, per un totale di 9,1 milioni di viaggiatori. Per 3,4 milioni (37,4%) la vacanza comprenderà solo questo ponte, mentre 3,6 milioni (39,6%) hanno accoppiato Pasqua e festa della Liberazione, 500 mila saranno in vacanza dal 25 aprile al 1° maggio (5,5%) e un milione e seicentomila da Pasqua al 1° maggio (17,6%).

Lo rivela l’indagine congiunturale Federalberghi – Acs Marketing Solutions, che sottolinea anche come l’83% dei vacanzieri sceglierà l’Italia (vs il 87,3% del 2018), mentre il 16,9% preferirà una località estera (contro il 12,5% dello scorso anno). Le mete preferite, per i viaggiatori che resteranno entro i confini tricolori, saranno le località di mare (34,2%), le città d’arte (26,5%), la montagna (12,8%) e, a seguire, i laghi, le località termali e le crociere. Tra coloro che invece si recheranno all’estero, le grandi capitali europee guidano il ranking delle preferenze (63,8%), seguite dalle località marine in generale (13,3%), dalle grandi capitali extraeuropee (12,6%) e dalla montagna (3,8%).

La spesa media pro capite sostenuta per la vacanza (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti), sarà pari a 425 euro (346 euro per le vacanze in Italia e 738 euro per i viaggi all’estero), contro i 358 euro del 2018, con una crescita del +18,7%. La struttura ricettiva preferita sarà infine la casa di parenti e amici (29,5% vs il 30% del 2018); segue da presso l’albergo con un 23,3%, le case di proprietà (15,5%) e i bed & breakfast (13,6%). In crescita la durata media della vacanza: 4,7 notti fuori casa vs le 3,7 del 2018.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 295751 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nella classifica dei migliori dieci Paesi, città e regioni da visitare secondo Lonely Planet spicca al quinto posto la penisola giapponese di Kii, ricca di santuari shintoisti e templi buddhisti, scenari naturali e sorgenti termal. La penisola di Kii figura tra le destinazioni più richieste dagli italiani ed è soprattutto conosciuta per il Monte Koya e il Kumano Kodo. Nell’anno fiscale iniziato ad aprile 2016 e conclusosi nel marzo 2017 l’aumento del numero dei pernottamenti degli italiani nella prefettura di Wakayama rispetto all’anno fiscale precedente è stato del 286%, per un totale di 6.180 notti. «Il riconoscimento di Lonely Planet alla penisola di Kii rappresenta un importante segnale di rivalutazione delle aree regionali e rurali del Giappone - commenta la direttrice di Jnto Roma, Miyuki Iyoda – che cerchiamo di promuovere tra i tour operator per rispondere alla crescente richiesta di itinerari oltre la Golden Route». Intanto gli uffici di Jnto Roma si sono definitivamente stabiliti in via Barberini 95. La nuova sede sarà aperta al pubblico per il reperimento di materiale quali mappe e brochure i martedì e i giovedì dalle 14 alle 17 Tel:+39 06 9444 3407 (Pubblico) e +39 06 9444 3492 (Trade); e-mail: rome@jnto.go.jp. [post_title] => Giappone, la penisola di Kii sempre più richiesta dagli italiani [post_date] => 2017-10-30T14:17:07+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1509373027000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti