18 June 2019

Darwinstaff – Casting animatori turistici 2018 – 2019

Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email: darwinstaff@yahoo.it
Provincia: • 
Comune: • 

Settore: • 
Mansione: • 


Testo dell'annuncio

Casting animatori con o senza esperienza in animazione turistica. Darwinstaff prosegue i casting individuali in sede a Firenze.

Le selezioni termineranno il 15 dicembre per il periodo invernale e il  31 luglio per il periodo estivo.
Casting animatori 2018 – 2019
RUOLI: Miniclub, Sportivi, Dj, Polivalenti, Ballerine, Hostess, Promoter, Responsabili staff, Tecnici audio luci
SEDI: resort, compagnie alberghiere, navi da crociera, villaggi turistici, parchi a tema
DESTINAZIONI: Spagna, Grecia, Francia, Slovenia, Croazia, S.Domingo, Messico, Bahamas, Italia
REQUISITI: Preferibile disponibilità continuativa e conoscenza lingue straniere
Per partecipare al casting individuale gratuito nella nostra sede di Firenze, puoi inviare la tua candidatura tramite email a: info[at]darwinstaff.com
In alternativa puoi anche compilare il form online
Aree di competenza
• Attività per bambini
• Sports
• Dj, sound & lights
• Guest services
• Gestione team
Titoli preferenziali
• Diploma scuola media superiore
• Esperienze di studio/lavoro all’estero
• Familiarità nelle pubbliche relazioni
• Esperienza nel settore
Completano il profilo del candidato
• Propensione al lavoro in team
• Passione per i viaggi
• Spirito d’iniziativa
• Capacità al lavoro in piena autonomia operativa
• Motivazione ad inserirsi in un contesto dinamico ed internazionale
• Conoscenza di almeno una lingua straniera
Invia il tuo cv e partecipa al casting animatori
La ricerca è rivolta a candidati di entrambi i sessi (Legge 903/77).
I dati saranno trattati e conservati esclusivamente ai fini della presente o di future selezioni, garantendo i diritti di cui all’art. 13 D.lgs 196/03.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353665 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’albergo diffuso Borgotufi (Castel del Giudice), che riapre il 15 giugno 2019, con le sue casette in pietra - nate dal recupero di case abbandonate - arrampicate sulla collina ed aperte ad un paesaggio verdissimo è il luogo in cui ritrovare il contatto con più autentico con la natura, non solo passeggiando tra le sue viuzze e sentieri che si inoltrano tra gli alberi, ma anche immergendosi nella piscina interna panoramica con pareti in pietra del centro benessere, che si affaccia sulle montagne e i boschi, nella sauna, il bagno turco, le docce emozionali con cromo e aromaterapia, l’idromassaggio e la sala massaggi. Nella struttura principale di Borgotufi, oltre al centro wellness e alla reception, c’è anche il ristorante Ocrà Favola Molisana. Castel del Giudice e il suo albergo diffuso sono fulcro di attività esperienziali, tra passeggiate, percorsi in mountain bike, il rafting che si può praticare in estate sul fiume Sangro, pic nic al fiume Molinaro con la sua piccola cascata, visite guidate al vicino meleto biologico Melise e al Giardino delle Mele Antiche, laboratori creativi, escursioni nelle riserve naturali, come le Cascate del Verde di Borrello o i percorsi della Riserva Mab UNESCO di Collemeluccio e Montedimezzo. Il soggiorno a Borgotufi per una pausa di totale relax. La proposta comprende una notte in una delle casette matrimoniali, colazione a buffet, ingresso nel centro benessere, massaggio rilassante di 30 minuti, cena con speciale menu di 4 portate al ristorante. Prezzo di 250 euro per 2 persone. [post_title] => Borgotufi, riapre il 15 giugno l’albergo diffuso fuori dalle solite rotte [post_date] => 2019-05-30T10:00:53+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559210453000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353529 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Rinasce la galleria commerciale dell’Aeroporto Internazionale dell’Umbria. Non più mero luogo di transito di passeggeri in arrivo e partenza, ma contenitore delle tante eccellenze che rendono oggi la regione conosciuta in tutto il mondo. È con questa strategia di rilancio e di valorizzazione del territorio, che sono state selezionate le aziende che compongono la vetrina della galleria commerciale. Aziende che hanno saputo cogliere l’occasione per dare visibilità al loro brand in un contesto internazionale. Dai pregiati filati del cashmere, alle ceramiche e ai manufatti di design di Deruta, che esaltano l’artigianato made in Umbria. Oltre al profumo, alla bontà e alla purezza del tartufo di una nota azienda produttrice della Valnerina, per arrivare ad una famosa cantina di Bevagna, nota per la produzione del Montefalco Sagrantino e per essere un’opera unica, in cui natura, vino ed arte dialogano tra loro. All’interno della galleria commerciale anche una libreria dove poter trovare guide turistiche dell’Umbria sia tradizionali che narrative. Con l’inaugurazione della galleria commerciale, l’Aeroporto Internazionale dell’Umbria, quale porta verso l’Europa, diventa anche vetrina del territorio, dando la possibilità ai passeggeri in transito di apprezzare le eccellenze della regione e portarne con se un ricordo.   [post_title] => Aeroporto Umbria, una vetrina per le eccellenze del territorio [post_date] => 2019-05-28T15:12:15+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559056335000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353198 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => PromoTurismoFVG lo fa con i video. Come se non bastassero i prodotti di eccellenza del territorio per raccontare il turismo degli itinerari della Strada del vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia, l'agenzia di promozione turistica della regione presenta al grande pubblico alcuni video che hanno per protagonista  i sei ambiti territoriali della Strada: “da noi in Carso”, “da noi in Pianura”, “da noi sul Fiume”, “da noi in Riviera”, “da noi in Montagna”, “da noi sui Colli”. I video sono stati presentati al cinema Centrale di Udine in una serata condotta da Fede&Tinto, autori e conduttori del programma Decanter di Rai Radio 2, in cui si racconta il territorio, seguendo le sfaccettature delle quattro stagioni di vigneti, cantine, ristoranti, siti culturali e ambienti naturalistici, per riuscire a carpire l’attenzione di chi li guarda e li ascolta, anche attraverso una voce narrante che, quasi timidamente, accompagna alla scoperta dell’anima del territorio chi sa ascoltare. Gli obiettivi strategici del progetto della Strada del Vino e dei Sapori, che oggi conta già circa 300 aderenti fra produttori di vino, aziende agroalimentari, ristoranti e artigiani, sono molteplici: attrarre la nicchia di mercato che vuole vivere un’esperienza di vacanza profonda e immersa nell’enogastronomia del Friuli Venezia Giulia, creare prodotti e servizi integrati e su misura per l’enoturista che si muove sia individualmente sia in gruppi organizzati, valorizzare le attività legate al vino e agli altri prodotti del territorio, attuare azioni promozionali atte a posizionare l’offerta nel mercato di riferimento, comunicare e promuovere un contenitore unico che racchiuda le proposte del territorio e degli attori coinvolti e, infine, integrare i contenuti della Strada con la strategia promo-commerciale di PromoTurismoFVG e con le strategie di tutti gli stakeholder del territorio.     [post_title] => PromoTurismoFVG, sei video sulla Strada del vino [post_date] => 2019-05-24T12:49:42+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558702182000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353139 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio e Laurus al Duomo si preparano ad accogliere i viaggiatori desiderosi di scoprire anche il lato divertente di Firenze che ospiterà numerosi eventi nell’arco del mese di giugno. Si parte con il Firenze Rocks, il famoso festival in grado di attrarre le più grandi stelle della musica rock. Quest’anno il festival si terrà dal 13 al 16 giugno sempre presso il Parco delle Cascine di Firenze e vedrà altrettanti artisti internazionali esibirsi sul palco: Smashing Pumpkins, Eddie Vedder, Ed Sheeran, The Cure, Snow Patrol sono solo alcuni. Alla musica rock del festival più atteso dell’anno seguirà il magnifico spettacolo pirotecnico con i tradizionali “fohi d’artificio” che ogni anno, in occasione della Festa di San Giovanni il 24 giugno, colorano il cielo sopra Firenze e si riflettono nell’Arno. Una giornata ricca di eventi in città che inizierà con il tradizionale corteo storico per la consegna dei Ceri e delle Croci al Sindaco della città di Firenze e all’Arcivescovo della città di Firenze, seguito dalla Santa Messa. La stessa giornata a Firenze si svolgerà anche la finalissima del Calcio Storico che si disputerà tra Rossi e Verdi con appuntamento alle 17.00 nello scenario di piazza Santa Croce per assistere all'ultima partita dell'antico gioco fiorentino. Sempre il 24 Giugno la città darà il via a numerose altre iniziative: dall’apertura della Torre di San Nicolò a cui seguiranno nei giorni successivi le aperture della Torre della Zecca, della Fortezza da Basso e della Torre di Palazzo Vecchio; concerti di musica sacra in cattedrale, feste e maratona musicale nella più grande arena per spettacoli all'aperto della città. Per il mese di giugno si può soggiornare approfittando delle seguenti proposte: Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio : quote a partire da 219 € per camera doppia per notte inclusa colazione. Hotel Laurus al Duomo: quote a partire da 229 € per camera doppia per notte inclusa colazione. [post_title] => Firenze, i pacchetti estivi del Pitti Palace e del Laurus al Duomo [post_date] => 2019-05-24T11:11:24+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558696284000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352572 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => King Holidays presenta una versione inedita dell’arcipelago di Malta, ideale anche per i single. Nella nuova edizione del catalogo monografico, l’operatore propone per la prima volta soggiorni mare, tour, circuiti ed escursioni “minimo 1”, prenotabili quindi anche per un solo partecipante. La brochure, già disponibile in tutte le agenzie di viaggi, è stata realizzata in collaborazione con l’Ente nazionale per il turismo di Malta ed è stata presentata al trade giovedì 16 maggio, nella splendida cornice delle Cantine di Villa Grimani. «Abbiamo organizzato questo evento a Venezia – dichiara Barbara Cipolloni, product manager del to – perché il Triveneto per noi è un’area strategica e in forte crescita. Inoltre, quest’anno abbiamo una serie di partenze dirette proprio da Venezia, che si affiancheranno ai tradizionali collegamenti da Milano e da Roma, per una ventina di partenze garantite in alta stagione in collaborazione con Alitalia e Air Malta. Il risultato è un prodotto molto competitivo, che non teme confronti con il web, per rapporto qualità/prezzo, specialmente in alta stagione. Il catalogo è valido fino a ottobre: per la promozione, abbiamo in programma un altro appuntamento trade dedicato al centro Italia e una campagna pubblicitaria rivolta al consumatore finale che comprende web e un mese di affissioni a Milano». Sul fronte della programmazione, la novità principale è il tour “Malta Cultura & Relax”, un circuito di otto giorni, che offre un focus culturale sulla Valletta, con escursioni alla scoperta della storia e dei tesori artistici della città, e tanto tempo libero da dedicare alle spiagge e alle bellezze naturali nell’arcipelago.  Sempre sul fronte dei tour, riconfermati “Malta Discovery” e “Malta & Gozo Adventure”, entrambi prenotabili anche per un solo partecipante.  Riconfermata la sezione “Inglese al Sole”, rivolta ai giovani di ogni età, che vogliono imparare la lingua d’Oltremanica, abbinando una vacanza al mare con un periodo dedicato allo studio e all’aggiornamento.   [post_title] => King Holidays: catalogo monografico su Malta con escursioni "minimo 1" [post_date] => 2019-05-20T15:16:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558365417000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352069 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo Romantik Hotels & Restaurants conta un nuovo membro: il Boutique Hotel Villa Sostaga a Gargnano. Dalla storica villa del XIX secolo, si può contemplare una delle più spettacolari vedute sull’immenso specchio d’acqua, la quale, unita allo straordinario charme della struttura, un tempo dimora estiva e residenza di caccia della nobile famiglia Feltrinelli, ha conquistato anche l’attuale “padrone di casa”, il milanese Gabriele Seresina, team manager di Alfa Romeo e Opel, che insieme alla moglie ha scelto di realizzare proprio qui il sogno a lungo inseguito di gestire un hotel, e di farlo, soprattutto, con cuore, anima e carattere, proprio come si può vedere nello stile degli arredi: ognuna delle 19 camere, suddivise tra “Suite villa” e “Suite dépendance”, è stata allestita individualmente da Gabriella Seresina, attiva nel settore della moda milanese per diversi anni. La vista sul lago è protagonista anche a tavola: si comincia dalla prima colazione dove, sulla terrazza oppure nel gazebo del parco, si possono gustare squisite delizie ammirando la placidità del lago; e poi nel ristorante a pranzo e a cena per assaporare le specialità di una tradizione gastronomica decennale. Martina, nonna di Gabriele, era la cuoca di fiducia del grande poeta e scrittore Gabriele D’Annunzio. Ancora oggi viene proposta nel menu la “Torta di Nonna Martina”, preparata secondo la ricetta originale. Sulla veranda panoramica, nel salone Liberty e nel salotto Clarabella si possono scoprire le specialità gardesane. Mentre a consigliare l’abbinamento enologico ci pensa Francesco, il figlio di Gabriele, grande appassionato di vini e sommelier. È lui che suggerisce l’accompagnamento migliore scegliendo tra le circa 400 etichette custodite nella cantina, dove vengono organizzate degustazioni che offrono la possibilità di sorseggiare piccole eccellenze.   [post_title] => Il Boutique Hotel Villa Sostaga debutta tra i Romantik Hotels [post_date] => 2019-05-15T11:09:59+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557918599000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351714 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Siamo cresciuti in maniera organica, circolare» sintetizza così Luca Patanè, presidente di Uvet Travel System, le operazioni di mercato che allargano il perimetro della sua integrazione orizzontale portata avanti a colpi di acquisizioni. Soprattutto le ultime in ambito leisure: partono proprio oggi le vendite del neo generalista Jump, che con il suo ingresso riorganizza il posizionamento del prodotto da scaffale legato al mondo Uvet, mentre sul fronte business travel, recenti indiscrezioni di mercato avevano fatto trapelare informazioni circa un’operazione in essere, sui cui dettagli però la compagnia mantiene le bocche rigorosamente cucite. Il patron di Uvet cede alla metafora sportiva, pur sottolineando in modo ironico durante la convention di non essere intenzionato all’acquisizione di alcuna squadra di calcio, per dire che «sono un po’ come un allenatore con la mia impresa, cerco di combinare le differenti realtà del mio gruppo perché le sinergie creano opportunità». L’opportunità fa business. Di qui, i fronti che il gruppo attraverso Blue Panorama è riuscito ad intercettare a livello internazionale, così come l’interessante esperienza di Itaka in Polonia. Parole di orgoglio, inoltre, sono spese anche per la giovane compagnia alberghiera «il primo inverno ci ha dato soddisfazione. E non ci fermiamo qui: entro fine anno apriremo un nuovo resort a Zanzibar». Passando la palla al suo direttore generale, Patanè non si esime dal complimentarsi per il buon lavoro svolto fino a questo momento: «Siamo a metà del guado, proseguiamo». «Il network gode di ottima salute» afferma Andrea Gilardi ammettendo senza giri di parole che si tratta di un risultato raggiunto dopo un periodo di intenso lavoro. Un lavoro di risalita, perché Uvet aveva perso smalto negli ultimi tempi e agenzie di viaggio. «Sono oltre 40 da inizio 2019 le adv rientrate nella rete e soprattutto provenienti da altri network. Nel complesso oggi contiamo 850 vetrine: non sono numeri roboanti, ma sono le misure del mercato e coincidono con la nostra idea di network che deve essere forte, solido, di qualità. Una rete di imprenditori con delle direttive da poter seguire e che possa sfruttare i prodotti messi a disposizione». A metà strada dunque, ma con una strategia ben chiara che punta a riportare le agenzie nel network e i clienti in agenzia. «Non abbiamo ancora raggiunto né la riva, né la cima, proseguiamo il lavoro. La cartina tornasole del reale andamento del network sta tutta nel fatto che non ci sono state disdette negli ultimi quattro mesi, con l’obiettivo di crescere ancora entro l’anno di un 10 % in affiliazioni». Con atteggiamento realistico Gilardi non nasconde la consapevolezza del funzionamento del  turnover naturale del mercato: «Succederà che usciranno alcune agenzie, ma siamo tornati ad affiliare, siamo tornati ad avere appeal: abbiamo rimesso il treno sui giusti binari ed ha ricominciato a correre». [post_title] => Luca Patanè, Uvet: «Siamo a metà del guado» [post_date] => 2019-05-13T12:53:13+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => andrea-gilardi [1] => in-evidenza [2] => jump [3] => luca-patane [4] => uvet ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Andrea Gilardi [1] => In evidenza [2] => Jump [3] => Luca Patané [4] => Uvet ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557751993000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351653 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_274858" align="alignright" width="300"] Neil Palomba[/caption] Kinder e Costa Crociere siglano un’importante partnership basata su una condivisione di valori per portare Kinder+Sport Joy of moving e il diritto al gioco nella vita dei bambini, a bordo e a terra, in ogni parte del mondo. Un progetto internazionale di responsabilità sociale del gruppo Ferrero, sposato da Costa Crociere, che coinvolge a oggi 4 milioni di bambini in 30 Paesi del mondo e si pone l’obiettivo di rendere l’attività motoria a misura di bambini e famiglie in modo coinvolgente e gioioso, nella convinzione che un’attitudine positiva nei confronti del movimento e dello sport possa rendere i bambini di oggi adulti migliori di domani. Le iniziative di questo progetto si ispirano a Joy of moving: un metodo educativo innovativo, validato scientificamente, in grado di favorire non solo lo sviluppo motorio, ma anche quello cognitivo, emozionale e relazionale dei bambini. «Il nostro obiettivo è fare felici le persone che salgono a bordo delle nostre navi, in particolar modo i bambini – commenta Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere – Per questo il progetto Kinder+Sport Joy of moving si integra perfettamente con i nostri valori. Il punto di partenza è stata proprio la nostra ammiraglia Costa Diadema, dove per la prima volta abbiamo applicato il metodo in una realtà come quella della nave. Questo ci ha consentito di estendere Joy of moving a bordo di tutte le altre navi della flotta Costa, permettendo di coinvolgere direttamente oltre 34 mila ragazzi e le loro famiglie, con quasi 5 mila ore dedicate ai giochi». Joy of moving è diventato parte integrante nel palinsesto di attività dello Squok Club, il club dedicato ai più piccoli presente su tutte le navi Costa. L’implementazione ha richiesto da un lato la formazione specifica di oltre 200 animatori Costa con i trainer specializzati Kinder+Sport Joy of moving al Village di Alba e, dall’altro, l’individuazione a bordo di aree e spazi destinati a giochi ed esercizi studiati ad hoc e basati sul metodo Joy of moving. «Il nostro progetto di responsabilità sociale Kinder+Sport Joy of moving – spiega l’ambasciatore Francesco Paolo Fulci, presidente di Ferrero S.p.A. – si ispira all’innovativo metodo educativo Joy of moving che nell’anno scolastico corrente è diventato anche uno dei progetti educativi promossi a livello nazionale dal Miur con l’adesione di oltre 10 mila classi della scuola primaria e dell’infanzia. Con il progetto Kinder+Sport Joy of moving vogliamo impegnarci a incentivare la predisposizione naturale dei bambini a muoversi e giocare». L’ambasciatore Cornado, rappresentante d’Italia presso le organizzazioni internazionali di Ginevra, ha ricordato che «proprio quest’anno ricorre il trentesimo anniversario della convenzione delle Nazioni unite sui diritti del Fanciullo, il cui comitato si riunisce tre volte l’anno a Ginevra. Tra le misure previste dalla convenzione – ha proseguito Cornado – ve n’è una all’articolo 31, secondo cui gli stati membri devono riconoscere al fanciullo il diritto a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età». [post_title] => Kinder sale a bordo delle navi Costa e porta Joy of moving: lo sport per i bambini [post_date] => 2019-05-13T10:38:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557743904000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350916 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I 4 migliori posti per il camping in South Australia: l'occasione per uscire fuori dai sentieri battuti, e scoprire un pezzo di paradiso. I nuovi punti di vista, la quiete, il senso dell’essere tutt’uno con la natura; ecco, queste aspettative possono essere offerte solo dai campeggi migliori dello Stato.  In South Australia, per gli appassionati, è d’obbligo una tenda nel campeggio di Wilpena Pound, appena oltre la cerchia di colline che racchiude l’anfiteatro naturale. Nel campeggio sono presenti anche 15 tende safari di lusso complete di letti king size e bagni privati, nonché di aria condizionata in estate. C'è qualcosa di sublime nel parco nazionale di Innes. Una tenda al Cable Bay Campground serve per ammirare il sorgere del sole sul Southern Spencer Gulf Marine Park. Nelle vicinanze si trova la storica città fantasma di Inneston e i resti del relitto navale dell’Ethel. Ci sono 12 campeggi nel Parco Nazionale di Coorong. Sono tutti posizionati in modo che il campeggiatore possa godersi la tranquillità del corso d’acqua o essere sopraffatto dalla grandiosità delle dune che proteggono il Coorong dal Grande Oceano Australe. Per accedere all’area è necessaria una trazione integrale  a 4 ruote motrici. Circondati di alberi centenari di gomma rossa nella splendida regione vinicola di Coonawarra, ospitati in lussuose tende sui terreni di Bellwether Wines con una intero palazzo a disposizione per bagni e docce. [post_title] => South Australia, i 4 migliori camping per scoprire un pezzo di paradiso [post_date] => 2019-05-09T14:12:03+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557411123000 ) ) )