19 July 2019

Leader hotel director

Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono: 329 1334743
Email: averuser@libero.it
Provincia:
Comune:

Settore: • 
Mansione: • 


Testo dell'annuncio

Leader hotel director cerca lavoro per nuova sfida professionale.
Molto motivato per raggiungere obbiettivi di rilievo.
Volontà e costanza saranno alla base dell’impegno affinchè si raggiunga una posizione leader sia sul mercato nazionale che internazionale.
Se interessati prego contattare per richiedere mio curriculum vitae con relativa documentazione in allegato.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352541 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair archivia in positivo l'anno fiscale chiuso lo scorso 31 marzo: i profitti netti raggiungono quota 1,02 miliardi di euro, ma in calo rispetto al risultato dello scorso anno (1.45 miliardi di euro). La forte crescita del traffico - +7% per un totale di 139 milioni di passeggeri - è stata infatti frenata dalla flessione delle tariffe del 6%; la significativa crescita dei ricavi ancillary (+19%), è stata invece penalizzata dall'elevato costo di carburante e personale. I risultati escludono una perdita di 139,5 milioni di euro relativa all'acquisizione di Laudamotion, completata lo scorso gennaio. Includendo quest'ultima operazione i profitti risultano infatti in diminuzione del 30% (948 milioni di euro). «Come anticipato - ha commentato il ceo della low cost Michael O'Leary - l'utile dopo le tasse si è attestato a 1,02 miliardi di euro. L'aumento di capacità sulle rotte di corto raggio e l'assenza delle festività pasquali nel quarto e conclusivo trimestre dell'anno ha portato a una flessione del 6% delle tariffe, che ha stimolato l'aumento del 7% del traffico. Buono l'andamento dei ricavi ancillary - +19% - che hanno raggiunto i 2,4 miliardi di euro e spinto al rialzo i ricavi totali che con un +6% sono saliti a 7,6 miliardi di euro». Le previsioni per l'anno fiscale 2020 rimangono caute sul pricing. Il traffico aumenterà dell'8% a 153 milioni. Supponendo una crescita dei ricavi per passeggero del 3%, stimiamo un andamento lineari dei profitti, che potrebbero essere compresi tra 750 milioni di euro e 950 milioni di euro. I costi aumenteranno mentre la nostra bolletta del carburante per l'intero anno salirà di altri 460 milioni di euro. I costi extra-fuel aumenteranno del 2%, principalmente a causa della sterlina più forte, l'assenza di confronti dei costi dell'anno precedente per Lauda e dei ritardi di consegna degli aerei B737 Max quest'anno». Si tratta di previsione che, precisa la nota Ryanair, dipendono in modo significativo dall'andamento delle tariffe durante il picco estivo, dall'assenza di eventi imprevisti e  da eventuali sviluppi negativi legati a Brexit». [post_title] => Utili in calo per l'esercizio 2018-19 di Ryanair: pesano il calo tariffe e Brexit [post_date] => 2019-05-20T12:40:54+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558356054000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351896 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche quest'anno Air France è partner e vettore ufficiale del Festival di Cannes, la cui 72ma edizione si terrà dal 14 al 25 maggio 2019. Per l'occasione, l'azienda festeggia 39 anni di collaborazione con la più grande mostra internazionale della settima arte. Air France sta adattando la propria offerta di intrattenimento ‘movie’ a bordo dei voli a lungo raggio con una selezione di film pluripremiati delle precedenti edizioni del Festival di Cannes. A maggio, in particolare, potranno vedere Capharnaüm di Nadine Labaki (2018), Sofia di Meryem Benm'Barek (2018) e Hyènes di Djibril Diop Mambéty (1992). Air France è orgogliosa di aver ospitato le riprese del film Sibyl, della regista Justine Triet e di due delle sue attrici Virginie Efira e Adèle Exarchopoulos, presentato al concorso ufficiale del Festival di Cannes! Il film sarà proiettato il 24 maggio 2019 sulla Croisette, contemporaneamente all'uscita al cinema.  Sin dal primo film proiettato - Un americano a Parigi - a bordo di un Costellation sulla tratta New York - Parigi nel 1951 e successivamente, nel maggio 1966, quando Viva Maria! di Louis Malle ha segnato l'introduzione di due film nel proprio programma di voli a lungo raggio, il cinema fa parte del dna di Air France ed è ora una parte fondamentale dell'esperienza di viaggio.   [post_title] => Air France, 39 anni di collaborazione con il Festival di Cannes [post_date] => 2019-05-14T12:29:22+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557836962000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351541 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_351544" align="alignright" width="300"] Il presidente di Iberia linee aereee spagnole, Luis Gallego[/caption] Iberia, compagnia di bandiera del paese ospite d’onore a FitCuba 2019, la Spagna, ha ratificato il suo impegno sui collegamenti con la Isla Grande, nonostante l'intensificazione del blocco economico, finanziario e commerciale imposto dagli Stati Uniti, facendo seguire i fatti alle parole pronunciate nel discorso di apertura dal ministro del turismo iberico, Maria Reyes Maroto Llera. Questo impegno è stato confermato dal presidente della compagnia aerea, Luis Gallego, che presente all’evento fieristico a La Habana, giunto a bordo del nuovo Airbus A330 / 200, intitolato proprio alle capitale cubana. «È un piacere portare il nostro aereo nella città da cui prende il nome - ha affermato Gallego dopo essere atterrato al José Martí, rivolgendosi al ministro del turismo cubano, Manuel Marrero - e soprattutto festeggiare 70 anni di collegamenti con Cuba, iniziati il 21 aprile 1949. Il nostro impegno a Cuba è a lungo termine e la nostra vocazione è quella di rimanervi ancora per molti anni». Iberia firmerà un memorandum d'intesa con il Ministero del Turismo cubano per la promozione turistica di Cuba nei circa 50 paesi che tocca, con l’organizzazione di diversi eventi commerciali e culturali nei prossimi mesi. Nella fattispecie l'A330-200 che collega Madrid a l'Avana è utilizzato su molte rotte, comprese quelle asiatiche, (mercati molto interessanti per l’Isola) ulteriore forma di promozione del turismo verso Cuba nel mondo. L'offerta di Iberia per Cuba arriva dopo che l'amministrazione Donald Trump della scorsa settimana ha attivato il Titolo III della Legge Helms-Burton, che indurisce il blocco blindato di Washington contro l'Avana. [post_title] => Iberia: il presidente Luis Gallego riconferma l’impegno verso Cuba [post_date] => 2019-05-13T08:35:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => fiereeventi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Fiere&Eventi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557736558000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350735 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Star Alliance ha completato la ristrutturazione della lounge all'aeroporto Charles de Gaulle di Parigi. La struttura di 980 metri quadrati offre posti a sedere per oltre 220 ospiti e presenta eleganti elementi ispirati al design e all’architettura tipici parigini. La lounge è accessibile da parte dei passeggeri di First e di Business Class come pure dei membri Star Alliance Gold in partenza dall'aeroporto Charles de Gaulle di Parigi - Terminal 1 con le seguenti compagnie aeree partner in Star Alliance: Aegean, Air China, Ana, Asiana, Egyptair, Eva Air, Singapore Airlines, Thai Airways, Turkish Airlines e United Airlines. «La lounge è perfettamente in linea con la strategia di rendere migliore l’esperienza di viaggio dei nostri clienti. Siamo lieti di poter ora offrire ai nostri ospiti che partono da Parigi o vi transitano un'esperienza di ospitalità unica in un ambiente accogliente e attrezzato dove potersi sedere, rilassare e godere il proprio viaggio» ha commentato Christian Dräger, vp customer experience di Star Alliance. La lounge, inaugurata nel 2008, si trova dietro il settore del controllo passaporti nel punto più alto dell'edificio del terminal - livelli 10 e 11 - e offre una vista panoramica dell'aeroporto dal piano superiore. Aperta tutti i giorni dalle 05.30 alle 22.00 secondo l’orario dei voli, la lounge ora rinnovata offre una gamma di servizi per soddisfare le diverse esigenze dei viaggiatori abituali di oggi. Particolarmente suggestivo è il giardino paesaggistico, che offre agli ospiti l'opportunità di godere prima del volo della splendida natura all'aperto, che ricorda gli spazi verdi di Parigi. La lounge offre anche una zona esclusiva per i passeggeri che viaggiano in First Class sui voli operati da Air China, Singapore Airlines e Thai Airways.   In totale, 21 vettori membri di Star Alliance operano da Parigi Cdg, offrendo 142 voli giornalieri verso 41 destinazioni in 25 Paesi. [post_title] => Star Alliance: nuovo smalto per la lounge di Parigi Charles de Gaulle [post_date] => 2019-05-08T12:30:55+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557318655000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348954 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo i successi di Pasqua e del ponte del 25 aprile, il turismo italiano prosegue lungo il proprio trend di crescita, facendo segnare risultati positivi anche per il Primo maggio. Stando ai dati Federalberghi - Acs Marketing Solutions saranno circa 8,1 milioni (+7,4%) gli italiani in viaggio durante la festa dei Lavoratori. Di questi, 6 milioni (il 65,9%) concentreranno la vacanza sul ponte del 1° Maggio, 1,6 milioni (il 17,6%) hanno iniziato la vacanza a Pasqua e 500 mila (il 5,5%) hanno incluso nel soggiorno 1° Maggio e 25 Aprile. Il 91,4% di chi si muoverà sceglierà quindi l’Italia (vs il 92,3% del 2018), mentre l’8,3% preferirà una località estera (contro il 6,7% dello scorso anno) con uno 0,3%  ancora indeciso. Le mete preferite, per i viaggiatori che resteranno entro i confini della Penisola, saranno le località di mare (41,2%), le città d’arte (25,5%), la montagna (11,5%) e, a seguire le località termali, i laghi e le crociere. Tra coloro che invece si recheranno all’estero, il 50,5% sceglierà le grandi capitali europee, seguite dalle località marine in generale (19,2%), dalla montagna (14,2%) e dalle grandi capitali extraeuropee (13,7%). La spesa media pro capite sostenuta per la vacanza (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti) sarà pari a 333 euro (298 in Italia e 660 all’estero), in leggero aumento rispetto ai 327 euro del 2018. La struttura ricettiva preferita, infine, sarà la casa di parenti e amici (27,8% vs il 32,9% del 2018); segue a stretto giro l’albergo con un 24,4%, i bed & breakfast (14,9%) e le case di proprietà (14,4%). La vacanza avrà una durata media di 3,4 notti (2,7 nel 2018). [post_title] => Federalberghi: dopo Pasqua e 25 aprile, bene anche il 1° maggio [post_date] => 2019-04-29T09:15:11+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => 1-maggio [1] => federalberghi [2] => ponti ) [post_tag_name] => Array ( [0] => 1 maggio [1] => Federalberghi [2] => ponti ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556529311000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349423 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nel pieno della fase di rinnovo della sua intera offerta alberghiera internazionale, Riu ha voluto compiere un passo importante e, dopo aver demolito il vecchio Riu Playa Park, di sua proprietà dal 1982, ha costruito un nuovo hotel a 4 stelle con strutture e servizi moderni, che mostrano il meglio dell’esperienza maturata da Riu in questi ultimi anni. «Quando abbiamo affrontato la ristrutturazione del Riu Playa Park abbiamo deciso di investire di più e di costruire così un hotel nuovo, di categoria superiore, per attrarre una clientela dal profilo più familiare. Abbiamo investito oltre 35 milioni di euro e penso che il risultato sarà molto apprezzato dai nostri clienti - afferma Luis Riu, ceo di Riu Hotels -. Dopo questo progetto, il Riu Concordia sarà l’unico hotel di Maiorca a non essere ancora stato ristrutturato. I lavori inizieranno alla fine di quest’anno e prevediamo che termineranno durante la primavera del 2020». Il Riu Playa Park, a pochi metri dalla spiaggia, offre servizi all inclusive 24 ore e collegamento Wi-Fi gratuito in tutte le sue aree. Dispone di un totale di 475 camere dotate di tutto il necessario per assicurare il comfort dei suoi ospiti. Il loro nuovo stile unisce colori vivaci e linee semplici, creando così un ambiente fresco e rilassante, dal carattere profondamente mediterraneo. La grande novità introdotta da Riu in tutti i suoi hotel di Maiorca è la creazione di 17 nuove camere con piscina privata. Per proporre un’offerta gastronomica interessante e di qualità, al Riu Playa Park gli ospiti troveranno un ristorante principale, il Mallorca, e un ristorante a tema, lo Spices.   [post_title] => Riu Playa Park a Maiorca: restyling completo per la struttura [post_date] => 2019-04-24T09:56:13+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => luis-riu [1] => maiorca [2] => riu-playa-park ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Luis Riu [1] => maiorca [2] => Riu Playa Park ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556099773000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349183 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo alberghiero francese celebra la giornata mondiale della Terra confermando il proprio impegno nella responsabilità sociale d’impresa. Accor è infatti da sempre impegnato a favore dell’ambiente: Planet 21 è in particolare il suo programma dedicato a un’ospitalità positiva, che sia rispettosa del mondo in cui viviamo, con obiettivi ambiziosi da raggiungere entro il 2020.  L’iniziativa prende spunto dai valori espressi dall’Agenda 21, il piano di azione sostenibile sostenuto da 173 capi di stato in tutto il mondo nell’Earth Summit di Rio de Janeiro nel 1992 e ogni anno è incentrata su un tema specifico. Nel 2019 il Planet 21 Day è dedicato a “Love food not waste": una tematica di grande attualità visti i dati allarmanti registrati negli ultimi tempi. Ogni anno infatti, circa un terzo del cibo che produciamo viene buttato via. La priorità di Accor nel 2019 è quella di ridurre lo spreco di cibo di almeno il 30% entro il 2020. Il progetto è stato avviato già lo scorso anno, proponendo a 14 hotel piloti soluzioni innovative e all’avanguardia, che hanno permesso una riduzione dei rifiuti alimentari del 20% per struttura. Ma numerose sono le iniziative pensate per raggiungere questo importante obiettivo, che coinvolgono non solo gli hotel ma anche i quartieri generali di Accor nel mondo e i clienti stessi.  Grande successo sta riscuotendo in particolare la partnership con “To Good To Go”: un’app nata con l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare recuperando e vendendo le pietanze che ogni giorno avanzano nei ristoranti a prezzi ribassati. E proprio a questo proposito, Accor sarà la prima catena alberghiera in Italia, con due hotel milanesi, a mettere a disposizione un magic box ad hoc [post_title] => Accor conta di ridurre i rifiuti del 30% entro il 2020 [post_date] => 2019-04-19T09:10:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => accor [1] => agenda-21 [2] => planet-21 [3] => rifiuti ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Accor [1] => Agenda 21 [2] => Planet 21 [3] => rifiuti ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555665012000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348620 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Dolomiti diventa ufficialmente Iata Member. L’Associazione internazionale del trasporto aereo che riunisce e rappresenta circa 290 compagnie aeree in 120 paesi del mondo, acquisisce così un nuovo affiliato. La notizia è stata resa ufficiale attraverso una cerimonia avvenuta all’interno della sede di Air Dolomiti e la consegna di un certificato. Iata, fondata nel 1945 con lo scopo di rappresentare, guidare e servire l'industria aerea, grazie ad una prospettiva internazionale si fa portavoce globale dei suoi membri, sostenendo il valore economico e sociale che il trasporto aereo può offrire. Air Dolomiti, nel segno di un percorso di crescita e rinnovamento, ha scelto di aderire all’Associazione, iniziando così a beneficiare del patrimonio risorse messe a disposizione da Iata. «Siamo lieti di entrare a far parte di Iata, che da sempre si impegna per tutelare e favorire il settore - spiega Joerg Eberhart, ceo di Air Dolomiti - Abbiamo recentemente annunciato l’avvio di un piano di crescita ambizioso, nei prossimi anni puntiamo ad estendere il nostro network e la nostra flotta. Sono certo che l’Associazione saprà supportarci in questo percorso e che la collaborazione si rivelerà proficua».   [post_title] => Air Dolomiti entra ufficialmente nella Iata [post_date] => 2019-04-15T15:08:44+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555340924000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348428 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mandarin Oriental Hyde Park, London riaprirà completamente lunedì 15 aprile e celebra l'illustre storia di 117 anni dell'hotel con una serie di pacchetti speciali e promozioni, tra cui Stay Like Sir Winston Churchill, una mostra storica, alcuni cocktail celebrativi e il tè pomeridiano. Dopo aver inaugurato nel 1899 con un esclusivo blocco di appartamenti per uomini facoltosi, fu solo nel 1902 che l'edificio, che ora ospita il Mandarin Oriental Hyde Park, London, aprì come hotel con una Royal Entrance privata. Winston Churchill è stato un ospite frequente e vi sono interessanti storie riguardanti il tempo trascorso nell’hotel che gli ospiti possono scoprire grazie ad una visita alla storica esibizione  If Walls Could Talk. Il pacchetto Stay like Sir Winston Churchill è un tributo a questo personaggio leggendario e bon viveur e comprende diverse di queste intriganti storie.  Il pacchetto Stay like Sir Winston Churchill è disponibile a partire da 690 sterline iva inclusa e comprende: • English Breakfast completo per due persone • Una bottiglia di champagne Pol Roger, il preferito di Churchill, servito in camera • Due sigari di cioccolato (Churchill aveva l’abitudine di offrire due sigari ai camerieri del servizio in camera in cambio della consegna della colazione anticipata) • Due cocktail Vices & Virtues al Mandarin Bar, con la possibilità di acquistare veri sigari di David Linley • Una fotografia regalo incorniciata di Churchill che arriva all'hotel [post_title] => Mandarin Oriental Hyde Park, una riapertura all'insegna di Winston Churchill [post_date] => 2019-04-12T12:10:23+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555071023000 ) ) )