13 November 2019

1818

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Cercasi impiegato/a per agenzia di viaggi zona Caserta, esperto ufficio gruppi scolastici e privati, inviare curriculum all’indirizzo e-mail: maddalena@aviontravelviaggi.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353227 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Valtellina è uno splendido territorio incorniciato dalle Alpi che, oltre a essere uno scenario naturale mozzafiato che richiama escursionisti da tutto il mondo, rappresenta anche il confine naturale con la Svizzera la cui prossimità ha influenzato gli scenari sociali dei valtellinesi. Il sentireo del contrabbando e della memoria e un itinerario che parte da Tirano, paese al confine con la Svizzera, celebre per essere la stazione di partenza del Trenino Rosso del Bernina, patrimonio UNESCO. Il tracciato si snoda lungo il versante retico della Valtellina e sale tra vigneti e piccoli borghi che per molti anni sono stati percorsi dai contrabbandieri che, con "la gerla" a spalla, trasportavano da una parte all’altra del confine le merci. Un percorso lungo 16 chilometri, simbolo della memoria del "contrabbando" che ha caratterizzato la zona del Tiranese in diverse epoche, in particolare quello del dopo guerra del 20° secolo che ha portato numerosi giovani a dedicarsi a questa attività per migliorare le difficili condizioni di vita. Il Sentiero Rusca è un percorso per mountain bike ed escursionismo che da Sondrio porta al Passo del Muretto, un valico posto sul confine tra la Valmalenco e l'Engadina. È un itinerario di 32 chilometri, di rilievo storico e che deve il suo nome all’arciprete Nicolò Rusca che nel 1618 venne rapito a Sondrio da un contingente di soldati svizzeri e condotto, proprio attraverso questo percorso, alla prigionia e alla successiva morte. Il sentiero è stato recentemente sistemato, considerato anche il suo grande valore storico oltre che paesaggistico, così da consentire ai ciclisti o amanti delle escursioni di percorrerlo. Il Sentiero Roma, in Val Masino, è una delle principali Alte Vie della Valtellina che si snoda per circa 52 chilometri tra i 2100 metri del rifugio Omio e i 2950 metri del passo Cameraccio e prevede mediamente tre giorni per la sua percorrenza. La Valtellina ospita inoltre la Via Alpina, una rete di 5 itinerari escursionistici attraverso gli otto Paesi dell'arco alpino (oltre 5000 chilometri e 342 tappe giornaliere) e il Sentiero Italia, uno dei trekking più lunghi del mondo di oltre 6000 chilometri che attraversa gli Appennini e le Alpi. [post_title] => Valtellina, gli itinerari per gli appassionati di trekking [post_date] => 2019-05-27T14:38:33+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558967913000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352569 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Trentadue milioni di passeggeri trasportati nel 2018 (rispetto ai 400.000 del 2004). Secondo vettore nei collegamenti Italia-Spagna, leader sulle rotte Spagna-Francia. Vueling celebra i suoi primi 15 anni di attività, da quando il 1° luglio del 2004 quando l'Airbus A320 con registrazione EC-IZD chiamato Barceloning, decollò dall'aeroporto di Barcellona El Prat, diretto a Ibiza. Parte integrante del gruppo Iag, oggi Vueling è una delle principali compagnie low cost in Europa e conta una flotta composta da 118 aerei. Proprio l'ingresso nel gruppo Iag, nel 2013, ha segnato l'inizio di una fase di consolidamento, che ha portato Vueling ad aprire ulteriori basi operative anche al di fuori dei confini spagnoli. Le basi più importanti sono quella di Roma Fiumicino, dove attualmente sono presenti otto veivoli, e quella di Firenze, dove Vueling si pone come leader con due aerei basati ed un terzo in arrivo a settembre. Anche la Francia è diventata negli anni punto strategico della compagnia, con il suo centro operativo di Parigi che conta quattro aeromobili nell'aeroporto di Parigi Orly e altri tre in quello di Charles de Gaulle.       Il gruppo Iag copre il 31% del mercato in Spagna e metà di questa cifra è attribuibile a Vueling. Pertanto, la compagnia aerea è leader nei flussi tra Spagna e Francia, con una quota di mercato del 30%, ed è seconda nella connettività con l'Italia, trasportando il 23% dei passeggeri totali che si spostano tra questi due paesi. Inoltre, con una quota di mercato del 32%, Vueling è la prima compagnia aerea nel mercato domestico in Spagna, la più importante in Europa. In Italia, Vueling è presente dal 2004 e, da allora, ha trasportato un totale di 46 milioni di passeggeri. Attualmente, la compagnia opera con 275 dipendenti su 80 rotte con 11 aerei in partenza da 17 aeroporti tra cui Roma Fiumicino, secondo hub internazionale della compagnia.   [post_title] => Vueling celebra i suoi primi 15 anni di attività [post_date] => 2019-05-20T15:19:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558365549000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350158 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo Air France-Klm ha registrato nel primo trimestre del 2019 perdite nette per 320 milioni di euro, rispetto ai 269 milioni dei primi tre mesi dell'anno scorso. Le perdite da operazioni continue, come ripreso oggi da Repubblica, si sono attestate a 303 milioni dai 118 del 2018, dovute soprattutto all'impatto negativo sui conti di Air France per 75 milioni di euro. Crescono invece i ricavi: +3,1% a 5,99 miliardi rispetto ai 5,81 miliardi del primo trimestre 2018. La compagnia aerea ha confermato gli obiettivi di ridurre i costi in vista dell'aumento del prezzo del carburante che, nel corso di quest'anno, salirà di circa 650 milioni di euro attestandosi a circa 5,6 miliardi. Le spese di investimento del gruppo sono pianificate in 3,2 miliardi per il 2019. [post_title] => Air France-Klm: perdita netta da 320 milioni di euro nel primo trimestre [post_date] => 2019-05-03T13:00:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556888420000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349486 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In poco più di un decennio – dal 2007 al 2018 – sono aumentati del 75% i passeggeri del trasporto aereo, passati da 2,48 miliardi a 4,36 miliardi, ma grazie alla tecnologia si sono ridotte le irregolarità e i relativi costi per gli operatori, scesi da 4,22 miliardi a 2,4 miliardi (-43%). È quanto emerge dal Baggage IT Insights di Sita: secondo il report, la percentuale di bagagli disguidati è stata di 5,69 ogni mille viaggiatori nel 2018, anno che come i precedenti ha fissato un nuovo record per il traffico passeggeri superando del 6,6% il dato registrato nel 2017, quando hanno volato 4,09 miliardi di persone. Un risultato significativo, se si considera che nel 2007 la percentuale era di 18,8 bagagli disguidati ogni mille passeggeri. L’edizione 2019 del report di Sita rileva che risultati significativi sono stati ottenuti grazie all’introduzione della tracciatura dei bagagli a più punti chiave del percorso, che ha consentito tassi di miglioramento nella gestione fino al 66%. «Nell’ultimo triennio grazie alla tecnologia il tasso di bagagli disguidati si è stabilizzato - commenta Sergio Colella, presidente Europa di Sita - in controtendenza rispetto ai dati di traffico, che registrano una continua crescita. Nel 2018 con 4,36 miliardi di passeggeri sono stati imbarcati più di 4,27 bagagli. Per gli operatori del trasporto aereo questi numeri si concretizzano in una sfida sempre più grande. Ecco, in questa sfida la tecnologia è un’ottima alleata, e l’adozione di soluzioni sempre più evolute – per esempio, i sistemi di tracciatura – è lo strumento chiave per ottenere il prossimo grande taglio al tasso di bagagli disguidati». Nell’ultimo anno un numero crescente di compagnie aeree e aeroporti ha iniziato a introdurre i sistemi di tracciatura bagagli ai punti chiave del viaggio – check-in, imbarco in stiva, trasferimento fra voli, arrivo – per migliorare la gestione e ridurre il rischio di irregolarità. [post_title] => Aeroporti, per Sita aumentano i passeggeri e migliora la gestione dei bagagli [post_date] => 2019-04-24T12:40:16+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556109616000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348788 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Questa mattina, presso Casa Milan, luogo simbolico che suggella la recente partnership tra la società calcistica e Avis Budget Group Italia, l'azienda ha presentato in anteprima Avis App e diverse soluzioni innovative per il rent a car ed il futuro già presente della mobilità italiana. L’innovazione è al centro della mission di Avis. «Vogliamo diventare i provider numero uno di sistemi di mobilità sostenibile, connessa, integrata e on demand, per consumatori, aziende e città », afferma Gianluca Testa, managing director Italia southern region. Tre le linee strategiche del gruppo. In primis reinventare l’esperienza di noleggio, che si traduce nella volontà di ripensare l’offerta del servizio e fornire al cliente il controllo totale dell’esperienza; anche tramite la nuova App, che permette di scegliere e rintracciare la vettura, confermare e siglare il contratto interamente tramite smartphone. «Inoltre, puntiamo a digitalizzare il business, entro il 2020 avremo una flotta completamente “connessa”. Stiamo anche integrando la nostra piattaforma tecnologica con quella di aziende partner di livello, come Uber, Lift, Brightline, e saremo in grado di offrire un completo fleet management su scala globale. Infine, proponiamo soluzioni per migliorare l’“intermobilità” a minor impatto ambientale che consentono alle amministrazioni comunali delle più grandi città italiane di elaborare un modello di smart mobility di riferimento europeo», conclude Testa. L’azienda è presente nel mondo in 181 paesi e conta 11 mila agenzie di noleggio e 650 mila veicoli, per un totale di 9,1 miliardi di fatturato annuo. In Italia vanta una flotta euro 6, con oltre mille auto ibride e 30 auto elettriche. [post_title] => Avis Budget Group Italia lancia l'era dell'intermobilità digitale e personalizzata [post_date] => 2019-04-16T16:18:13+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555431493000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348568 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Il nostro lavoro consiste prima di tutto nel farvi guadagnare di più»: data questa premessa Maurizio Bosia di Verynet ha parlato agli affiliati, riuniti in convention su MSC Meraviglia, di “disintermediazione organizzata”. Sistema che ora va progressivamente a regime su Verytravel.it, la piattaforma del piccol e attrezzatissimo network di solida cultura piemontese. Più margini, più rischi, ma più libertà per tutti La disintermediazione organizzata serve a far crescere la commissione oltre la media effettiva dell’ 8,6  -  9% che le agenzie incassano ora dai tour operator, calcolato su “alcune migliaia di pratiche”. Per arrivare almeno fino all’11,3 - 12%, approssimato per difetto, che margina effettivamente chi fa da sè: «Con le nuove norme europee – ha avvertito Bosia – ci assumiamo naturalmente tutte le responsabilità dell’organizzatore, ma con questi margini possiamo riproteggere senza danni una pratica ogni venti, mentre nella realtà sappiamo che il ‘sinistro’ capita una volta ogni settanta». E organizzata la disintermediazione di Verynet lo è veramente: «Basta utilizzare in autonomia gli stessi servizi  inclusi nei pacchetti dei tour operator e ricostruire il prodtto con la linea, se del caso con la low cost e anche con il charter, quando sia la soluzione giusta sulle date richieste dal cliente». Che così ottiene anche la massima flessibilità. Niente adeguamenti Il prodotto si trova già in parte su Verytravel.it, la piattaforma di rete, e sempre di più ne sarà caricato ad uso delle agenzie affiliate. Il che oltre a portare margini libera tutti dalla spada di Damocle  degli adeguamenti, ed elimina la quota di gestione pratica. Che peraltro compare nel preventivo da piattaforma ma è tutta dell’agenzia, che può decidere come e quanto e quando applicarla. «Ma sia chiaro che io preferirei sempre lavorare in filiera – ha detto Bosia – che è il solo modo per mantenere coerenza ed equilibrio nel mercato, dare valore alla nostra professione e a quella dei tour operator, impedire che tutto cada nell’anarchia e nel disordine. Ma se questo non è sempre possibile dobbiamo fare scelte che ci consentano di sopravvivere, e a mantenere la passione per questo lavoro». Ciò detto evidentemente la soluzione Verynet funziona, visti i risultati del 2018: con 118 agenzie (ora anche in Sicilia e in Campania) e 26 consulenti, i risultati sono cresciuti del  17% con gli operatori contrattualizzati, «mentre a quanto pare il mercato è cresciuto del 12%»; più 22% il tailor made; più 17% le vendite di prodotto Italia e più 10% i paccehtti volo e hotel. Infine più 56% le vendite di crociere: e qui è scattato l’applauso di Fabio Candiani, Direttore Vendite & Network Italia di MSC Crociere, venuto con i suoi a fare gli onori di casa per le agenzie di Verynet. «Beh è naturale…hanno un ottimo prodotto», ha commentato Bosia. Importante e interessante la presentazione del prodotto dei partner, con lo stesso Candiani per MSC Crociere; Laura Nadalini con una piccola marketing session per vendere in agenzia sempre più passaggi con GNV (gruppo MSC); Veronica De Bortoli con tutte le novità di Smartbox e Emozione3; Virna Moscardini per capire tutto, tra l’altro, della merchandising platform di Travelport; Alessandro Cocciola e Diego Spini con tutte le importanti novità di Europ Assistance. Per finire il workshop (nella foto alle spalle di Maurizio Bosia) non con i desk ma comodamente in poltrona, in una delle innumerevoli lounge della bella MSC Meraviglia. E per oggi è tutto da Ajaccio, dove ha fatto scalo MSC Meraviglia a piena occupazione. [post_title] => Verynet, Bosia: «disintermediazione organizzata», quando la filiera non basta [post_date] => 2019-04-15T11:06:35+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555326395000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348012 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air rafforza la capacità sulla rotta da Milano Malpensa a Seul: ai collegamenti giornalieri già operativi se ne aggiungerà infatti un altro ogni lunedì, nel periodo compreso tra il 17 giugno e il 22 luglio, con tariffe a partire da 810 euro, tasse incluse. La partenza da Malpensa è programmata alle 22:00, con arrivo a Seul alle 16:20. Il biglietto dovrà essere acquistato entro il prossimo 30 aprile.   Intanto la compagnia ha introdotto anche nuove poltrone in classe economy caratterizzate da un ampio sedile da 45 cm con cuscino scorrevole e schienale reclinabile a 118 gradi; la larghezza tra i sedili è di 86 cm, «per un comfort eccezionale a differenza di qualsiasi altro sedile di classe economica» sottolinea una nota Korean Air.     [post_title] => Korean Air aggiunge una nuova frequenza sulla Milano-Seul [post_date] => 2019-04-10T11:20:40+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1554895240000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 347365 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_345806" align="alignleft" width="300"] Gabriele Cavallotti, Tahiti tourisme Italia (Aviareps)[/caption] L’isola di Tahiti è il gateway di ingresso nella Polinesia Francese, 118 isole divise in 5 arcipelaghi su una superficie vasta come l’Europa. Quando vi si arriva con i voli di Air Tahiti Nui, siano essi dalla Nuova Zelanda, da Tokyo o da Los Angeles, la tendenza è di fermarsi una notte e poi proseguire per Bora Bora, Moorea, Rangiroa, o le più lontane Marchesi, salvo tornarci per imbarcarsi nuovamente per tornare a casa. Ci piacerebbe che accoglieste un nostro suggerimento: fermatevi a Papeete ed esploratela, è piena di sorprese piacevoli. «Il medium stay a Papeete è di 1.2 giorni - spiega Gabriele Cavallotti, Tahiti Tourisme Italia (Aviareps) - e sono certo che è davvero basso, poiché c’è molto da fare e da vedere. Meriterebbe, la capitale, più attenzione ed è per questo che stiamo cercando di sensibilizzare chi la propone per dare spunti per un soggiorno più circostanziato». [caption id="attachment_347395" align="alignright" width="300"] Tramonto su Moorea dalla piscina del Manava[/caption] Le prime cose che ci sentiamo di consigliare, sono vedere l’isola dal mare e dall’aria. Vi sono moltissime compagnie di crociere attorno all’isola in catamarano, si naviga fuori dalla passe e si ammira un panorama incantevole, che attrae come attrasse i naviganti nel XXVII secolo, o addirittura il pittore Gauguin più di recente. Un sorvolo in elicottero (Air Tahiti Nui helicopter) per scoprire il verde e montuoso centro dell’isola, le cascate, le ripide pareti che lo nascondono all’azzurro oceano, vale la pena cosi come una escursione alla scoperta della valle interna Papenoo, cascate, corsi d’acqua con gigantesche trote, scorci panoramici primordiali. [caption id="attachment_347396" align="alignleft" width="300"] L'interno vulcanico dell'isola di Tahiti[/caption] La qualità alberghiera dell’Isola è alta, come per esempio in un luogo distante dal caos, il Manava Suite resort, che dalla infinity pool vanta una vista spettacolare sul tramonto a Moorea, o il Ia Ora Tahiti beach Resort (Sofitel) nascosto nel cuore di un magnifico e rigoglioso giardino botanico, è ubicato sull’unica spiaggia di sabbia bianca con accesso alla laguna di Papeete. Insomma molto da fare, come ad esempio una cena vicino al porto dove una ventina di “food cart” (Roulotte), vi allieteranno con manicaretti locali o esotici per ogni gusto o nei tantissimi ristoranti dai più semplici ai gourmand. [caption id="attachment_347397" align="alignright" width="225"] Le perle grigie di Tahiti[/caption] Un must polinesiano sono le perle, splendide, grigie, opache o lucide, che si vendono in ogni luogo, ma vale la pena visitare il museo di Robert Wan, che vi spiegherà esattamente il complicato processo di formazione di una ostrica perlifera. E poi shopping in vari negozi, per esempio quelli con il marchio della birra locale, Hinano, con abbigliamento brandizzato, o il mercato locale, “Municipal Market” enorme e pieno di ogni bene possibile e immaginabile, bello da visitare per la policromia e allegria che ispira. La cultura indigena la si può, invece, comprendere, al Museo di Tahiti e le sue Isole, completo di interessanti reperti per compenetrarsi con la cultura isolana. E se non vi bastasse, sunset cruise, sport acquatici, osservazione, in stagione, delle balene megattere. Tahiti ha da offrire molto di più di quello che pensate. [post_title] => Tahiti: la Polinesia della capitale, un tesoro nascosto da non sottovalutare [post_date] => 2019-04-05T14:02:26+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => fiereeventi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Fiere&Eventi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1554472946000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 346411 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Turkish Airlines, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, ha assegnato il titolo di “Miglior Agenzia 2018” a Welcome Travel Group, nella persona dell’ad Adriano Apicella. Oltre al primo premio la compagnia ha consegnato altre 32 targhe alle numerose adv presenti riconoscendo l’ottima sales performance delle agenzie italiane, i loro meriti e la loro importanza nel supporto alle vendite dei voli e dei servizi della compagnia aerea, che nel 2018 ha incrementato del 10% la seat capacity in Italia trasportando 1,6 milioni di passeggeri, +8% rispetto al 2017. Grazie ai voli verso Istanbul da 8 città - Bari, Bologna, Catania, Milano, Napoli, Pisa, Roma e Venezia - Turkish Airlines offre ai passeggeri italiani 141 collegamenti settimanali nella stagione estiva e 118 in quella invernale. Sono inoltre disponibili voli diretti giornalieri dall'aeroporto di Istanbul Sabiha Gökçen (SAW) verso Roma e Milano, e dal 7 gennaio 2019 il servizio diretto tra Roma e Ankara. «Sono onorato di essere qui questa sera per ringraziare e per premiare le adv italiane che si sono contraddistinte nel supportare Turkish Airlines e diffondere il suo brand value in Italia nel 2018. Ci impegniamo ad offrire ai nostri passeggeri una nuova esperienza di viaggio, nuove rotte e nuovi servizi, in particolar modo in questo importante anno che segna il 60° anniversario della nostra presenza in Italia», dichiara Omer Faruk Sonmez, vice president sales Southern Europe di Turkish Airlines. La cerimonia di premiazione è stata anche l’occasione per presentare le novità 2019, prima fra tutte l’apertura dell’Istanbul Airport (IST), il cui trasferimento inizierà ufficialmente nella notte di venerdì 5 aprile dalle ore 03:00 per concludersi alle 23:59 di sabato 6 aprile. L’Istanbul Airport, che sarà uno dei più grandi aeroporti al mondo dal quale transiteranno 200 milioni di passeggeri, consentirà a Turkish Airlines di ampliare il proprio network di destinazioni. Recentemente la compagnia aerea ha annunciato nuovi collegamenti per Marrakech (Marocco), Sharjah (UAE), Bali (Indonesia), Port Sudan (Sudan), Luxor (Egitto), Rovaniemi (Finlandia) e il primo volo per il Messico con una rotta triangolare per Città del Messico e Cancun. [post_title] => Turkish Airlines premia Welcome Travel come migliore agenzia del 2018 [post_date] => 2019-03-28T14:21:40+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1553782900000 ) ) )

Lascia un commento