20 September 2019

1816

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Se sei un ex titolare o banconista di adv e vuoi continuare a lavorare nel turismo senza avere l’assillo dei costi fissi mensili e hai ancora un portafoglio clienti, forse noi abbiamo ciò che fa per te.
Potrai ricevere i tuoi clienti all’interno della nostra sede dove mettiamo gratuitamente a tua disposizione una postazione di lavoro, uso di internet e telefono, l’assistenza amministrativa nonchè le assicurazioni di legge. Non sono richiesti vincoli di orari di lavoro. Obiettivo è la condivisione fatturato/commissioni. La sede si trova nella provincia di Varese.
Per informazioni info@2galli-travel.it oppure cell. 339 1935637, Carlo.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353834 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce la ricaduta del turismo via mare sui territori toccati dalle navi, ma soprattutto aumenta il traffico complessivo della crocieristica, così come dei traghetti, degli aliscafi e dei catamarani. Più articolato, invece, il giudizio sulla nautica, mentre anche il comparto dei traghetti soffre ancora di un certo ritardo in tema di standard dell'offerta. Sono i risultati principali dell'ultima edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report, presentato ad Ancona da Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, in apertura della quarta edizione dell'Adriatic Sea Forum - cruise, ferry, sail & yacht. Nel 2018 sono ammontate in particolare a 420 milioni di euro le spese turistiche a terra sostenute dai crocieristi e da chi sceglie di muoversi in traghetto, in aliscafo o in catamarano per le proprie vacanze in Adriatico (escursioni e visite, pernottamenti, pre-post viaggio, shopping e ristorazione...). In termini di traffico complessivo, le previsioni di Risposte Turismo per il 2019 parlano quindi di 5,52 milioni passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 7,3% rispetto al 2018. In aumento pure le toccate nave (+7,2%), per un totale di 3.307 approdi. L’anno in corso dovrebbe invece chiudersi con Venezia saldamente al primo posto con 1,56 milioni di crocieristi movimentati (stabile rispetto al 2018) e 502 toccate nave (stabile), seguita da Corfù con 787 mila crocieristi (+7%) e 416 toccate nave (+0,7%), nonché Dubrovnik, con 745 mila crocieristi (+1,8%) e 475 toccate nave (+8,4%). Ma l'Adriatic Sea Tourism Report contiene anche un focus dedicato alla movimentazione passeggeri su traghetti, aliscafi e catamarani. L’anno in corso dovrebbe in particolare chiudersi con una leggero aumento ulteriore rispetto ai già positivi risultati registrati nel 2018 (19,74 milioni di passeggeri movimentati, +2,4% sul 2017): il migliore degli ultimi dieci anni. Tra i porti esaminati, le previsioni 2019 sono positive per Zara (2,43 milioni di passeggeri movimentati, + 1-2%), Durres (875mila, +2,6%), Dubrovnik (575mila, +3%), Sibenik (300mila, +3%), Rijeka (150mila, 16%) e Pola (12mila, +2,2% su rotte costiere e stabile sulle rotte internazionali). Stabile, al contrario, la movimentazione passeggeri prevista a fine anno nei porti di Ancona, Saranda, Porec, Trieste, Rovigno, Pesaro e Umago/Novigrad. Il rapporto, infine, prova a gettare uno sguardo anche sul comparto nautico dei sette Paesi che si affacciano sull'Adriatico. Tra questi, l’Italia conferma la propria leadership nell’area con 186 marine (56% del totale) e oltre 49 mila posti barca (il 65,6% del totale). A seguire Croazia (125 marine e oltre 17.400 posti barca) e la coppia Slovenia – Montenegro, con 8 marine e, rispettivamente, poco più di 3.100 e 2.800 posti barca. L’analisi del versante italiano dell’Adriatico fa tuttavia emergere uno scenario in chiaro scuro: se da un lato infatti alcune strutture stanno riscontrando un periodo di difficoltà, continuando tuttavia a operare in attesa di nuovi investitori e della ripresa del mercato, dall’altro sono in programma nel prossimo biennio importanti ampliamenti, per complessivi ulteriori 2.570 posti barca. «Nonostante i nodi da sciogliere su Venezia, il traffico crocieristico quest’anno crescerà significativamente in Adriatico grazie al lavoro compiuto da tutti gli operatori attivi nell’area – è il commento di di Cesare -. Viceversa, il comparto dei traghetti continua a prestarsi a una doppia lettura. Da un lato, infatti, si evidenzia la sua rilevanza nelle direttrici di spostamento dei turisti in Adriatico e le ampie potenzialità di crescita, dall’altro si registra ancora un ritardo rispetto agli standard, per esempio di offerta e di promozione, che altre soluzioni di trasporto hanno adottato da tempo. Per la nautica, infine, le indicazioni che abbiamo raccolto attraverso la nostra indagine fanno intravedere uno 2019 positivo. Ciò potrebbe tradursi in un maggior tasso di occupazione delle marine che oggi, per dimensioni e standard, sono già pronte ad accogliere livelli più elevati di traffico». [post_title] => Bene il turismo via mare in Adriatico ma i traghetti possono fare di meglio [post_date] => 2019-05-31T09:15:44+00:00 [category] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => adriatico [1] => francesco-di-cesare [2] => in-evidenza [3] => risposte-turismo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Adriatico [1] => Francesco di Cesare [2] => In evidenza [3] => Risposte turismo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559294144000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352943 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mediterraneo, Nord Europa e Caraibi: ecco le tre destinazioni top dell’estate 2019 per i crocieristi italiani. È quanto emerge dall’indagine dell’Osservatorio Ticketcrociere di Taoticket, in collaborazione con le principali compagnie di crociera italiane. Sono sempre di più gli italiani che scelgono la crociera per le vacanze estive e il Mediterraneo la fa da padrone con il 70% delle prenotazioni di viaggiatori italiani. Seguono Nord Europa e Carabi, entrambi con percentuali del 15%.  In base al booking dell’agenzia di viaggi online Ticketcrociere, ecco i 10 porti preferiti, a partire da quello con più partenze: Genova, Venezia, Bari, Civitavecchia, Napoli, Savona, Miami (Florida), Palermo, Kiel e Amburgo (Germania). L’Osservatorio Ticketcrociere di Taoticket registra per l’estate alle porte un aumento delle prenotazioni del 18,6% rispetto allo stesso periodo del 2018. L’età media dei passeggeri è circa 42 anni. «L’estate 2019 segna un vero e proprio boom nel mercato crocieristico – dichiara l’amministratore di Ticketcrociere Nicola Lorusso – È soprattutto la destinazione Mediterraneo a interessare i turisti italiani nel periodo estivo, e questo anche grazie all’aumento di itinerari proposti e di navi che solcano il nostro mare. Cresce anche da parte dei crocieristi la richiesta di tour personalizzati e di ancillary a bordo e a terra. Ottime performance anche per l’extralusso; e che la domanda sia aumentata lo dimostrano anche gli investimenti delle compagnie per le navi luxury attualmente in costruzione nei cantieri italiani».     [post_title] => Osservatorio Ticketcrociere, in aumento gli italiani in crociera d'estate [post_date] => 2019-05-23T12:22:53+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558614173000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Enac e la società di gestione dell’Aeroporto Marconi di Bologna, hanno annunciato l’adesione dello scalo di Bologna al progetto “Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto” ideato da Enac con la collaborazione di Assaeroporti, delle società di gestione aeroportuale italiane e con il coinvolgimento delle Associazioni di categoria, al fine di facilitare gli spostamenti aerei delle persone con autismo e dei loro accompagnatori. Avviato in forma sperimentale sull’aeroporto di Bari nel 2015 e progressivamente adottato da diversi scali italiani nel corso degli ultimi anni, da oggi il progetto è attivo anche a Bologna, dove ADB si è avvalsa della collaborazione di Angsa – Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici di Bologna e di Ausl Bologna. Nel dettaglio, il progetto di Bologna è così articolato:  Sezione informativa sul sito internet dell’Aeroporto di Bologna, con materiali scaricabili in formato pdf;  Brochure dedicata agli accompagnatori dei passeggeri autistici, con suggerimenti per introdurre le persone autistiche al viaggio; Guida sotto forma di “storia sociale” destinata alle persone autistiche, che illustra in anticipo il percorso attraverso l’aeroporto tramite testi e immagini, riducendo così l’impatto emotivo che la nuova situazione comporta;  Video che permette di visualizzare tutto il percorso che dovrà fare il passeggero autistico dall’arrivo in aeroporto fino all’imbarco, per familiarizzare con l’esperienza di viaggio;  Possibilità di far effettuare al passeggero con autismo una visita dell’aeroporto preparatoria al viaggio, per familiarizzare con la struttura; Attivazione di un percorso riservato per i passeggeri con autismo e loro familiari in viaggio. [post_title] => Bologna, l'aeroporto aderisce al progetto Enac Autismo [post_date] => 2019-05-08T16:09:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557331793000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349886 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_216462" align="alignright" width="300"] La Skyline di Los Angeles[/caption] Gastaldi Holidays propone un viaggio Sulle orme di Jack London – In viaggio lungo la costa californiana. Jack London scrittore dalla fama indiscussa trae tutta la sua creatività dall’amore per i viaggi e per la fotografia. Legato alla Baia di San Francisco sia per luogo di nascita (San Francisco 1876) che per luogo di vita (a Oakland) ha lasciato molte testimonianze non solo nei romanzi ma anche grazie all’immenso archivio fotografico. Nel 2019 Oakland è stata inserita dal National Geographic nella Best Trips List e visitare Oakland sulla baia oggi è un must per chi è cresciuto con Zanna Bianca, passeggiando in riva alla baia in Jack London Square, ammirando la ricostruzione della capanna dove visse durante la corsa all’oro nel Klonodike e bevendo una birra al Heinold’s First and Last Chance Saloon, che ricorda già dal nome gli avventurieri da lui incontrati nel tempo. Il viaggio proposto dal t.o. alla scoperta della splendida costa della California, parte con il volo diretto da Roma ed è proprio a Oakland che si trascorrono le prime 3 notti per imboccare  poi la strada  verso sud con i  racconti di Steinbeck a Monterey, vino e onde che si incontrano a Pismo Beach, lusso e divertimento a West Hollywood nella Città degli Angeli, la mitica Los Angeles.   [post_title] => Con Gastaldi Holidays un fly&drive in California sulle tracce di Jack London [post_date] => 2019-04-30T14:56:21+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556636181000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349498 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_349499" align="alignleft" width="300"] L'esterno dello Stonewall inn[/caption] Per la prima volta nella storia il WorldPride si svolgerà negli Stati Uniti: New York ospiterà le celebrazioni che faranno eco in tutta la nazione, senza dimenticare che l’America è una destinazione Lgtb-friendly tutto l’anno. Dal drag bingo a Washington D.C. alle feste per le strade di Salt Lake City, passando per le mostre d’arte di New York e i club ispirati ai cowboy di San Francisco. Il primo evento WorldPride negli Stati Uniti, in programma dal 25 al 30 giugno 2019, sarà nella grande mela, che è una delle principali destinazioni Lgbt. Il WorldPride ricorderà, quest’anno, il 50esimo anniversario dei moti di Stonewall, accadimento del 28 giugno 1969, quando in risposta all’irruzione della polizia nel gay bar Stonewall Inn, nel Greenwich Village, scoppiò una rivolta. Il bar è oggi uno dei primi monumenti nazionali dedicati ai diritti Lgbt. Questa primavera si svolgeranno anche una serie di feste e parate nei vari “boroughs” della città. I più interessanti sono lo Staten Island PrideFest (10-19 maggio), l’Harlem Pride (31 maggio-29 giugno il X anniversario dell’Harlem Pride e il 100° anniversario per l’Harlem Reinassance, il Queens Pride (2 giugno), seguito da uno street festival pomeridiano, esibizioni di drag queen e cucina locale. NY city, comunque, oltre al WorldPride, offre tantissime esperienze Lgbt e resta una delle destinazioni più amate al mondo per la “nightlife”. Molti dei bar più popolari della città sono ancora situati nella zona del Greenwich Village, ma ci sono anche molti altri quartieri emergenti, in fatto di popolarità. Nel West Village, lo Stonewall Inn si conferma un una tappa imperdibile per un drink e, data la sua vetustà, nel 1916 fu inserito nella lista dei National Historic Landmark. Se siete interessati, da non perdere è anche Albatross, il più antico bar gay del Queens, per  cocktail economici e drag show. [post_title] => WorldPride: per la prima volta a New York per il 50° dei moti di Stonewall [post_date] => 2019-04-24T14:31:33+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556116293000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349382 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Romantik Hotel Post Cavallino Bianco di Nova Levante è un tradizionale 4 stelle immerso in un parco naturale di 45mila mq nel cuore delle vette dolomitiche. Molte le escursioni che si possono fare in estate a partire dal Romantik Hotel Post Cavallino Bianco, al centro di un reticolato di percorsi per fare trekking e sport nella natura. Ci sono 116 km di sentieri per fare escursioni brevi o lunghe, con la famiglia e i bambini, oppure da soli, partecipare a trekking guidati e tematici. Come il giro dei masi; il sentiero di Agatha Christie, in omaggio alla scrittrice che nel 1927 soggiornò nella zona raccontando di un labirinto roccioso; i tour intorno al Catinaccio e al Latemar. Nova Levante è l’ideale per andare a cavallo. I cavalli Quarter addestrati per la monta americana si trovano nel Cavallino Ranch, la scuderia che sorge accanto all’hotel, con 11 box, Paddocks, una grande arena di equitazione, pascoli e un roundpen coperto. Gli amanti dei cavalli, possono scegliere la proposta “Il paradiso dei cavalieri”, che include 7 notti, un pacchetto di 5 lezioni di equitazione, una cavalcata di un’ora, un trattamento viso CavallinoSpa sensitive e un massaggio rilassante Balance. Il prezzo è a partire da 1077 euro, con 10 ore di lezione e mezza pensione. Dal 30 giugno al 31 agosto 2019 ci sono le Settimane per famiglie tra Dolomiti, favole e leggende. La proposta include 7 notti al Romantik Hotel Post ed un programma molto speciale: la caccia al tesoro, le passeggiate per le famiglie, l’escursione notturna con le fiaccole al Lago di Carezza, la passeggiata stellare. Il pacchetto per la famiglia che include 2 adulti con 1 bambino dai 6 ai 12 anni è a partire da 1.929 euro.     [post_title] => Romantik Post Cavallino Bianco, escursioni a cavallo o in mountain bike [post_date] => 2019-04-23T11:47:31+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556020051000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348788 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Questa mattina, presso Casa Milan, luogo simbolico che suggella la recente partnership tra la società calcistica e Avis Budget Group Italia, l'azienda ha presentato in anteprima Avis App e diverse soluzioni innovative per il rent a car ed il futuro già presente della mobilità italiana. L’innovazione è al centro della mission di Avis. «Vogliamo diventare i provider numero uno di sistemi di mobilità sostenibile, connessa, integrata e on demand, per consumatori, aziende e città », afferma Gianluca Testa, managing director Italia southern region. Tre le linee strategiche del gruppo. In primis reinventare l’esperienza di noleggio, che si traduce nella volontà di ripensare l’offerta del servizio e fornire al cliente il controllo totale dell’esperienza; anche tramite la nuova App, che permette di scegliere e rintracciare la vettura, confermare e siglare il contratto interamente tramite smartphone. «Inoltre, puntiamo a digitalizzare il business, entro il 2020 avremo una flotta completamente “connessa”. Stiamo anche integrando la nostra piattaforma tecnologica con quella di aziende partner di livello, come Uber, Lift, Brightline, e saremo in grado di offrire un completo fleet management su scala globale. Infine, proponiamo soluzioni per migliorare l’“intermobilità” a minor impatto ambientale che consentono alle amministrazioni comunali delle più grandi città italiane di elaborare un modello di smart mobility di riferimento europeo», conclude Testa. L’azienda è presente nel mondo in 181 paesi e conta 11 mila agenzie di noleggio e 650 mila veicoli, per un totale di 9,1 miliardi di fatturato annuo. In Italia vanta una flotta euro 6, con oltre mille auto ibride e 30 auto elettriche. [post_title] => Avis Budget Group Italia lancia l'era dell'intermobilità digitale e personalizzata [post_date] => 2019-04-16T16:18:13+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555431493000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 347972 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «In Italia le crociere sono nuovamente in forte crescita. Lo indicano le previsioni del 2019, con un +7,13% in termini di passeggeri movimentati. Ma lo indicano, anche e soprattutto, le previsioni 2020, con un ulteriore +7,88%. Ritengo che un risultato così positivo vada ricondotto principalmente alle nuove unità che stanno entrando a far parte di tutte le più importanti flotte da crociera». E' il commento del presidente di Cemar Agency Network di Genova, Sergio Senesi, ai dati presentati in occasione del Seatrade Cruise Global in corso a Miami. Il network ligure prevede che, al termine del 2019, saranno ben 11 milioni 911 mila i passeggeri movimentati nei porti italiani (+7,13% rispetto al 2018). Le toccate saliranno invece a 4.860 unità, mentre saranno 149 le navi in transito nelle acque tricolori in rappresentanza di 46 compagnie di navigazione. Fortemente positive sono anche le primissime valutazioni per il 2020. Le proiezioni indicano infatti un’ulteriore importante crescita del settore, che consentirà di sfiorare i 13 milioni di passeggeri movimentati (+7,88% rispetto al 2019). Nel 2019 saranno in particolare 70 i porti italiani coinvolti nel traffico crocieristico. Proseguirà il primato di Civitavecchia, con 2 milioni 567 mila passeggeri movimentati (+5,13% rispetto al 2018). Seguiranno Venezia con 1 milione 544 mila (-1,06%) e al terzo posto Genova con 1 milione 343 mila (+32,79%). Sarà quindi la volta di Napoli con 1 milione 187 mila (+20,35%) e Livorno con 812 mila (+3,29%). La classifica dei primi dieci porti italiani si chiuderà quindi con Savona, Bari, La Spezia, Palermo e Messina. Tra le compagnie che nel 2019 movimenteranno il maggior numero di passeggeri nei porti italiani, il podio è quindi occupato da Msc Crociere (3 milioni 622 mila pax), Costa Crociere (2 milioni 725 mila pax) e Norwegian Cruise Line (863 mila pax). «Le previsioni positive per il biennio 2019-2020 - ha concluso Senesi - non ci devono indurre ad abbassare la guardia. L’Italia è infatti la prima destinazione crocieristica del Mediterraneo e, grazie alle prossime navi in consegna durante questo biennio, unità sempre più green, ci sarà ulteriore spazio di crescita. Resta però sempre l’incognita Venezia, che a oggi non è stata risolta e che crea forti dubbi sulle future programmazioni per l’intero Mar Adriatico». [post_title] => Cemar: la crocieristica italiana è in salute ma pesa l'incognita Venezia [post_date] => 2019-04-10T10:09:05+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => cemar-agency-network [1] => civitavecchia [2] => crociere [3] => genova [4] => in-evidenza [5] => seatrade-cruise-global [6] => sergio-senesi [7] => venezia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Cemar Agency Network [1] => Civitavecchia [2] => crociere [3] => Genova [4] => In evidenza [5] => Seatrade Cruise Global [6] => Sergio Senesi [7] => venezia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1554890945000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 345817 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dall’opening di un esclusivo complesso residenziale nel cuore della città, al tradizionale Monte-Carlo Rolex Master di tennis: ecco le migliori proposte per trascorrere un long weekend nel Principato di Monaco. Dopo quattro anni di lavori, One Monte-Carlo, nuovo complesso residenziale inaugurato all’ombra dell’Hotel de Paris, alza il sipario nel Principato rivelando linee fluide, monumentali pannelli di vetro, un’iconica facciata ricoperta da una cascata di piante, e una meravigliosa strada alberata in pieno stile Green is the new Glam. Con la primavera, torna, dirompente come ogni anno, uno degli appuntamenti sportivi più travolgenti del mondo: il Monte-Carlo Rolex Masters 2019. La primavera a Monaco, però, non è solo fatta di sport: impossibile, infatti, non lasciarsi incantare da indimenticabili passeggiate tra le bellezze del Jardin Exotique e del Jardin Japonais, fino a raggiungere Le Rocher per un tuffo nel cuore della storia monegasca, scoprendo i tesori della Casata Reale al Palais Princier.  Columbus Hotel: Situato a Fontvieille, il Columbus si presenta come un boutique hotel appena rinnovato e completo di 181 camere di charme, di cui 29 suite. Soggiorno a partire da € 230 a notte. Monte-Carlo Beach: Location cara all’amata Principessa Grace, il Monte-Carlo Beach incarna lo spirito della "dolce vita" monegasca e la sua allure fa di questo luogo un magnifico scrigno di eleganza e di ricordi speciali. Tempio del gusto "green" è sicuramente il ristorante Elsa – 1 stella Michelin – certificato 100% bio.  Soggiorno a partire da € 227 a persona.   [post_title] => Nuove aperture, itinerari ed eventi sportivi: la primavera nel Principato di Monaco [post_date] => 2019-03-22T11:58:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1553255933000 ) ) )

Lascia un commento