23 October 2019

1621

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Iscitta alle liste di MOBILITA’, disponibilità immediata, decennale esperienza c/o agenzie viaggi, conoscenza GALILEO, AMADEUS, SIPAX e tutti i principali sistemi di prenotazione dei T.O. e delle compagnie marittime. Laurea in Scienze del turismo, ottimo inglese, buon francese, spagnolo e tedesco discreto. Cerco impiego presso agenzia viaggio o tour operator anche part time di Milano. Barbara. Cell. 342 0025149; mail: toffeesally@hotmail.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350451 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Commissione peruviana per la promozione delle esportazioni e del turismo (Promperù) ha dichiarato che con la 26° edizione del Perù Travel Mart (Ptm 2019) si prevede di raggiungere un impatto economico nel settore turistico del Paese compreso tra i 23,5 e i 25 milioni di dollari. Il Ministro del Commercio Estero e del Turismo (Mincetur), Edgar Vasquez, ha ufficialmente lanciato questo importante evento, considerato la principale Borsa di negoziazione turistica del Perù. Il Ptm si terrà dal 17 al 20 maggio presso il Jockey Convention Center, a Lima. È prevista la partecipazione di 161 buyer provenienti da 27 Paesi, il 30% in più di quanto registrato nel 2018, oltre a 130 imprenditori peruviani convocati a questo appuntamento. Tra i 161 operatori turistici registrati, 124 sono nuovi partecipanti internazionali. Inoltre, 61 appartengono al target lusso, 19 al MICE (conferenze, mostre, congressi ed eventi) e 11 sono aziende. Si stima che si terranno circa 7000 riunioni di lavoro. Questa nuova edizione del Peru Travel Mart è organizzata da Promperù e dalla Camera Nazionale del Turismo, con la collaborazione del Ministero del Commercio Estero e del Turismo e degli Uffici Commerciali del Perù all'estero. [post_title] => Perù Travel Mart punta a un business da 25 milioni di dollari nel settore turistico [post_date] => 2019-05-07T09:17:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557220649000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350102 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono 1.020 i comuni italiani che a maggio 2019 applicano l’imposta di soggiorno (997 comuni) o la tassa di sbarco (23). Tali destinazioni, pur costituendo appena il 13% dei 7.915 municipi italiani, ospitano però il 75% dei pernottamenti registrati ogni anno in Italia. Lo rivela la settima edizione dell’indagine sull’imposta di soggiorno, realizzata dal Centro studi di Federalberghi in collaborazione con la New Mercury Tourism Consulting. Questi oltre mille comuni si distribuiscono, in particolare, per il 26% nel Nord-Ovest, per il 41,2% nel Nord-Est, per il 15,5% nel Centro e per il restante 17,3% nel Mezzogiorno. Il 31,6% dei comuni che applicano l’imposta di soggiorno (315 su 997) sono inoltre montani. Seguono le località marine con il 19,7% (196) e quelle collinari con il 16,1% (161). Le città d’arte sono “solo” 104, ma comprendono le cosiddette capitali del turismo italiano, che muovono grandi numeri. Le destinazioni lacuali, infine, sono 96 e quelle termali 40. Nel 2017 (ultimo anno per il quale sono disponibili i dati ufficiali), i comuni italiani hanno incassato circa 470 milioni di euro a titolo di imposta di soggiorno e tassa di sbarco. Il dato è in progressivo aumento: il gettito nazionale accertato era di circa 162 milioni di euro nel 2012 e 403 milioni nel 2015. Per il 2019, si può quindi stimare un introito di oltre 600 milioni di euro. Il trend è generato sia dalla costante crescita del numero di comuni che applicano l’imposta (oggi sono in tutto 1.020, erano 332 a luglio 2012) sia dai cospicui aumenti delle tariffe. La città con il maggior gettito è stata Roma, con un incasso pari a 130 milioni, il 27,7% del totale. L’incasso delle prime quattro (Roma, Milano, Venezia e Firenze) è superiore a 240 milioni: oltre il 58% del totale nazionale. Il peso delle grandi città si fa sentire anche sulla classifica regionale, guidata dal Lazio con quasi 135 milioni di euro. Seguono il Veneto con 63,7 milioni, la Lombardia con 59,5 milioni e la Toscana con 57,4 milioni. In queste quattro regioni viene raccolto il 67,1% del gettito complessivo. Non appaiono al contrario in graduatoria il Friuli-Venezia-Giulia (perché in questa regione l’imposta è stata introdotta nel 2018) e il Molise (l’imposta era stata istituita dal comune di Termoli, ma poi è stata soppressa in seguito a una sentenza del Tar). Lo studio evidenzia in conclusione che il governo non ha mai adottato il regolamento quadro che avrebbe dovuto fissare (entro il 6 giugno 2011) i principi generali per l’imposta di soggiorno. In assenza di una regola, i comuni si sono perciò mossi in ordine sparso, generando un quadro confuso: una famiglia di tre persone (padre, madre e figlio undicenne) che soggiorna per esempio in un albergo a 3 stelle per due giorni a Roma paga 24 euro di imposta di soggiorno, a Venezia 17,40 euro, a Rimini 12 euro, a Catanzaro 7,80 euro e a Bibione 6,30 euro. [post_title] => Gli albergatori tracciano l'identikit dell'imposta di soggiorno [post_date] => 2019-05-03T08:30:00+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => federalberghi [1] => firenze-2 [2] => milano-2 [3] => roma-2 [4] => tassa-di-soggiorno ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Federalberghi [1] => firenze [2] => milano [3] => roma [4] => tassa di soggiorno ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556872200000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 346818 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => 16 navi, 121 paesi, 323 destinazioni. Norwegian Cruise Line (NCL) vanta una delle flotte più moderne al mondo, offrendo ai propri ospiti libertà e flessibilità in mare. A partire dal 2 aprile 2019, NCL offre agli ospiti europei ancora più libertà di scelta con il prodotto Free at Sea per personalizzare ulteriormente la propria esperienza di crociera. In base alle esigenze individuali, gli ospiti sono liberi di scegliere due pacchetti i tra i seguenti: Pacchetto bevande di marca Premium per bevande alcoliche e non alcoliche di marca fino a $15 a bicchiere. Pacchetto Ristoranti di Specialità per vivere esperienze culinarie gratuite nei ristoranti tematici di NCL. Il numero dei pasti inclusi varia in base alla lunghezza della crociera. Pacchetto Connessione WiFi per rimanere in contatto con familiari e amici a casa. Il pacchetto è valido per cabina e varia in base alla lunghezza della crociera Credito di $50 per le escursioni per cabina e porto di scalo, valido per le escursioni a terra in offerta. I gruppi di amici e le famiglie pagano le sole tasse (le sole tasse si applicano sul terzo e quarto ospite in cabina e su crociere selezionate) I costi variano in base alla durata della crociera: per una crociera di 7-9 giorni il costo è di €99. [gallery columns="4" size="medium" ids="346823,346824,346825,346826"] Chi sceglie di soggiornare in categorie superiori tra cui le cabine Concierge, le Suite e le Suite del complesso The Haven potrà invece beneficiare di tutti e 5 i vantaggi. NCL si è affermata come compagnia innovatrice nel settore delle crociere, introducendo il concetto di Freestyle Cruising nel 2000. L'esperienza di crociera dei singoli ospiti è sempre stata al centro del concetto Feel Free della compagnia. A bordo di Norwegian Cruise Line si può godere della varietà e flessibilità in tutte le aree della nave: dall’ampia scelta di tipologie di alloggio fino alle opzioni di ristorazione ed intrattenimento. Sia che si viaggi da soli, in famiglia oppure in gruppo, le navi della compagnia Norwegian Cruise Line offrono diverse categorie di cabine per ogni esigenza, dagli studi per viaggiatori singoli alle suite di lusso del complesso The Haven by Norwegian®. NCL offre anche la migliore cucina in mare, offrendo fino a 28 opzioni di ristorazione a bordo delle proprie navi e grazie al concetto di Freestyle Dining non esistono turni e orari fissi e nemmeno un dress code. Cosa c'è di meglio che assistere a uno spettacolo di Broadway dopo cena? Oltre a produzioni proprie, NCL mette ins scena successi originali di Broadway, come "Footloose", "Burn the Floor" o "Kinky Boots" a bordo di Norwegian Encore, la 17esima nave della flotta NCL. [post_title] => Sentitevi liberi con il prodotto Free at Sea a bordo di Norwegian Cruise Line [post_date] => 2019-04-02T08:30:40+00:00 [category] => Array ( [0] => informazione-pr [1] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Informazione PR [1] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1554193840000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 344858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] =>   Per vivere la Pasqua a Firenze immersi nelle tradizioni più autentiche, si può scegliere di soggiornare presso l’Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio o l’Hotel Laurus al Duomo. Entrambi in posizione centralissima, rappresentano il punto di partenza ideale per andare alla scoperta della città consentendo di vivere un viaggio indimenticabile nel cuore della culla dell’arte rinascimentale. L’accoglienza e i servizi personalizzati dei due hotel, nel rispetto dello stile Life Beyond Tourism, garantiscono di poter vivere un’esperienza autentica della cultura fiorentina e apprezzare al meglio le celebrazioni pasquali, prime fra tutte lo Scoppio del carro, per poi concedersi una visita della città, trovandosi nel suo stesso cuore a pochi passi dalle principali piazze, musei e monumenti, dai più noti come il Duomo con la cupola del Brunelleschi e il campanile di Giotto, Palazzo Vecchio, la Galleria degli Uffizi ecc. Lo Scoppio del Carro è un evento che unisce folklore e religione e si celebra ogni anno a Firenze la Domenica di Pasqua (quest’anno il 21 Aprile 2019) dal lontano 1622, quando fu realizzato il primo carro decorato chiamato “Brindellone”. Per apprezzare al meglio l’evento dello Scoppio del Carro e visitare Firenze nel periodo pasquale si può approfittare delle proposte lanciate dai due hotel a 4 stelle che garantiscono tutto il comfort e l’esclusività di trovarsi vicini ai punti nevralgici della città: Hotel Laurus al Duomo, quote a partire da € 249 per camera doppia per notte; Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio, quote a partire da € 229 per camera doppia per notte     [post_title] => Laurus al Duomo e Pitti Palace, le proposte per vivere la Pasqua a Firenze [post_date] => 2019-03-15T14:49:21+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1552661361000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 342057 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_342061" align="alignleft" width="300"] L'esterno del Rosewood Abu Dhabi[/caption] Prosegue il viaggio alla scoperta delle novità emiratine di Idee per Viaggiare, per il ventennale della programmazione sulla destinazione mediorientale. Si sa che in queste destinazioni la differenza la fa la sistemazione alberghiera, così andiamo alla scoperta di un’altra hit del mercato, ricercata e di grande stile. Si tratta del Rosewood Abu Dhabi, che si trova sull’isola di Al Maryah, una delle oltre 200 che compongono l’emirato capifila dei sette. «Questa struttura si trova al centro del nuovo distretto finanziario su Global Market Square, direttamente connesso a The Galleria, un centro shopping di lusso e alla Cleveland Clinic Abu Dhabi - spiega la pm del tour operator, Tiziana Spila, anima del viaggio di una settantina di adv partner "storici" - Il Rosewood Abu Dhabi ha portato sulla scena dell’ospitalità di Abu Dhabi, in netta ascesa, uno stile impareggiabile, ispirato al Golfo Arabo». Fra le peculiarità del Rosewood vi sono le spaziose stanze, che includono un servizio “butler” per tutto il giorno, personalizzato, una vista mozzafiato sul waterfront, un range completo di situazioni dedicate alla ristorazione di altissimo livello e una serie di servizi per compiacere sia il viaggiatore leisure che quello business. L’hotel dispone di 154 camere, 35 suite, 8 spazi dedicati agli eventi e altrettanti ristoranti e lounge, che ne fanno il punto ideale per partire alla scoperta del principale Emirato, che offre una vibrante e cosmopolita atmosfera. Tutto questo, combinato con la proverbiale ospitalità araba ed una infrastruttura di altissimo livello ne fanno la base ideale per visitare per diletto o per lavoro Abu Dhabi, su Al Maryah Island a metà strada fra il “downtown district” e lo sviluppo in divenire su Al Reem Island e il distretto culturale di Saadiyat Island. L’aeroporto è a circa 30 km, mentre quello di Dubai dista 162 km, come validissima alternativa, e il celebrato Louvre Abu Dhabi è a soli 9 km. Quello che contraddistingue l’hotel è lo stile delle 154 camere e 35 suite arredate in un ostile contemporaneo arricchito da pezzi artigianali della regione. Ogni camere è dotata di ipad, con il “room navigation system”, media centre con una tv a schermo piatto di 55” , una grande vasca da bagno Villeroy & Boch e lenzuola e biancheria in cotone egiziano Pratesi. Il Manor Club permette agli ospiti di scoprire l’eleganza di questo club, una esclusiva lounge dallo stile domestico, dove si potrà vivere una vita parallela all’interno della struttura. Naturalmente l’hotel offre servizi esclusivi come il Servizio concierge, valet parking, servizio in camere h24, internet ad alta velocità, business centre, Sense, la spa Rosewood, fitness centre, piscina climatizzata, golf e beach club nelle immediate vicinanze, e una serie di ristoranti. Aqua: cucina mediterranea, Dai Pai Dong, autenticamente cantonese, Dragon’s Tooth, un bar ispirato alla rivoluzione della scena musicale jazz di Shanghai negli anni ’20, Sambusek, un moderno e delizioso ristorante libanese, La Cava, un esclusivo wine bar, con sala sigari, Glo, il pià sofisticato “after-work nightspot” di Abu Dhabi, l’ Hidden Bar, che somministra bevande a base di Gin, Majlis la lobby Lounge ideale per l’afternoon tea. Il Rosewood Abu Dhabi fornisce anche una interessante combinazione per meeting con 1,636 m2 di spazi che includono due sale da ballo, due meeting rooms e due sale riunioni.«Un hotel che nella nostra programmazione sta perfettamente per quella clientela che si sta sempre pià allargando – conclude Tiziana Spila - a quel settore di turismo che si definisce “bleisure” a metà fra il business e il leisure». [gallery ids="342067,342074,342073,342072,342071,342066,342068,342069,342070,342064,342062,342065"] [post_title] => Idee per Viaggiare: per il XX anniversario della programmazione EAU, è l'ora di Abu Dhabi [post_date] => 2019-02-26T09:18:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1551172732000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 340587 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Marcia indietro di Airbus sull'A380, che dal 2022 non sarà più in produzione, dopo 12 anni di servizio. La decisione - definita "penosa" dalla casa costruttrice europea - è successiva alla costante flessione del numero di ordini per l'aeromobile commerciale di linea più grande al mondo: attualmente ci sono 313 conferme da 13 compagnie aeree con 234 velivoli già consegnati. In particolare secondo Airbus la cosiddetta goccia che ha fatto traboccare il vaso, sarebbe stata la scelta di Emirates di ridurre il suo ultimo ordine: la flotta di A380 del vettore di Dubai passerebbe infatti da 162 a 123 esemplari. In consegna ad Emirates, per i prossimi due anni, ci sono altri 14 A380 ma anche ulteriori 70 aeromobili tra A330 e A350.   [post_title] => Airbus interrompe la produzione dell'A380, dal 2022 [post_date] => 2019-02-14T12:52:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1550148769000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 336442 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Secondo MasterCard Global Destination Cities Index (sondaggio Gdci: Indulgences dedicato alla spesa dei turisti in varie città del mondo) Bangkok è al 3° posto nella classifica delle Top Global Cities for Dining e 6° in quella delle migliori città globali per lo shopping. Nel 2018, e per la terza volta consecutiva, l’Indice aveva designato Bangkok come 1° fra le destinazioni globali con Phuket e Pattaya rispettivamente al 12° e 18° posto. Risultato che aveva consentito alla Thailandia di essere l'unico paese ad avere 3 città nella Top 20.Bangkok, famosa per il cibo e la cultura, si è classificata al 3° posto tra le migliori città per offerta gastronomica. La spesa dei visitatori è stata di 108 miliardi di Baht (3,38 miliardi di dollari), il 20,6% della spesa totale. Palma di Maiorca, in Spagna, si è classificata al secondo posto con un totale di 121 miliardi di Baht (3,78 miliardi di dollari), al primo Dubai con una spesa di circa 190 miliardi di Baht (594 milioni di dollari). Gdci: Indulgences ha confermato la fama di Bangkok come città dello shopping classificandola al sesto posto nel mondo grazie a una spesa turistica complessiva di 120 miliardi di Baht (3,75 miliardi di dollari), pari al 23% della spesa complessiva.  Il Mastercard Global Destination City Index classifica le città in termini di arrivi internazionali e di spese transnazionali, e fornisce al tempo stesso le previsioni di crescita dei visitatori. Le previsioni si basano sulla media ponderata delle proiezioni relative al turismo a livello nazionale e sui dati mensili effettivi del 2018. L’indice e i relativi rapporti non si basano sui volumi Mastercard o sui dati transazionali.   [post_title] => Thailandia, Bangkok nella top 10 del MasterCard Index 2018 [post_date] => 2019-01-18T08:55:32+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1547801732000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 336333 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il prossimo 19 gennaio ci sarà la cerimonia ufficiale di inaugurazione di Matera 2019, capitale europea della cultura 2019 insieme a Plovdid (Bulgaria) e saranno numerosi gli eventi in programma nel corso dell’anno (disponibili sul sito ufficiale https://www.matera-basilicata2019.it/it/) che spaziano tra Futuro Remoto(riflessioni sul rapporto tra l'uomo, la natura, lo spirito, lo spazio e le stelle), Continuità e rotture (una "terapia collettiva" sull'elaborazione del passato della città per vivere una nuova identità fisica), Riflessioni e connessioni (sul valore del tempo), le Utopie e distopie (giochi e sport urbani per immaginare realtà alternative) e Radici e percorsi (un'esplorazione della cultura della mobilità). Evolution Travel lancia una serie di pacchetti per scoprire ogni angolo della città, il territorio e la sua cultura. Matera: un inno alla bellezza con architetture inaspettate: Cinque giorni per visitare i Sassi con la casa Grotta, il Sasso Caveoso e Barisano (con al termine una degustazione di prodotti tipici locali), fare un trekking nell'Altopiano murgico materano (Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri) con proseguimento per Murgia Timone, l'area maggiormente panoramica con la visita ai complessi rupestri. La struttura ricettiva (4 stelle) è situata in pieno centro storico e consente di spostarsi comodamente a piedi per visitare i sassi, fare shopping, escursioni e raggiungere i principali uffici della città. Il soggiorno di 5 giorni/4 notti parte da 480 euro per persona, in camera doppia, in mezza pensione con Passaporto per Matera2019, visita guidata ai Sassi a piedi (durata 2 ore circa), alla città sotterranea (con audioguida) alla Murgia materana (durata circa 3 ore) e al Castello del Malconsiglio a Miglionico (durata 1 ora), degustazione di prodotti tipici. Terra magica da fotografare accompagnati da un docente: Un viaggio fotografico inusuale girando a piedi, con scarpe comode per non farsi spaventare dagli scalini e dal reticolo di viuzze che contraddistinguono Matera. Il soggiorno di 6 giorni/5 notti parte da 680 euro per persona, in camera doppia, in mezza pensione con workshop fotografico di 4 giornate di circa 4 ore ognuna. Matera in sella alla tua moto: Con la guida si visitano i Sassi, a piedi: la casa Grotta, il Grottone Naturale, gli Ipogei di Piazza Vittorio Veneto, il Sasso Caveoso e Barisano, la Cripta del Peccato Originale, definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre, con affreschi di matrice longobarda, databili al IX secolo e tra i più antichi presenti in Basilicata. Il pomeriggio è libero, una bella occasione per un giro tra le colline materane alla ricerca di profumi, sensazioni e brividi lucani. Matera ai motociclisti non ha da offrire solo il rione più particolare al mondo, basta allontanarsi dalla città e dirigersi percorrendo la strada provinciale 6 alla volta del "Bosco Difesa Grande". Il quarto giorno è dedicato alla visita guidata dei siti nei dintorni di Matera. In sella alla vostra Moto, si raggiungere a 15 chilometri da Matera, Miglionico, cittadina dominata dall'imponente Castello del Malconsiglio, di origine normanna, con la sua caratteristica Sala Mediatica. Si prosegue con la Cattedrale, la Basilica Pontificia di Santa Maria Maggiore, dove è riposto il Crocifisso di Cristo che risale al 1629 e che colpì il regista Mel Gibson per girare il film "The Passion". La cattedrale custodisce anche il prezioso Polittico di Cima da Conegliano, una splendida cripta normanna e grande organo barocco, composto di 321 canne, restaurato. Il soggiorno di 5 giorni/4 notti parte da 345 euro per persona, in camera doppia, in mezza pensione con visita guidata ai Sassi. [post_title] => Evolution Travel, le proposte e i pacchetti per visitare Matera [post_date] => 2019-01-17T11:04:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1547723082000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 334679 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates ha inaugurato la nuova lounge a Roma Fiumicino per i passeggeri di first e business class. La lounge è situata all'interno dell'area di imbarco E per i voli internazionali. «La struttura - ha sottolineato Flavio Ghiringhelli, country manager Italia della compagnia - rappresenta un investimento di 4 milioni di euro per garantire maggiori livelli di comfort». La lounge - 42a di Emirates nel mondo - gode di una spettacolare vista sulle piste e consente l'imbarco diretto sull'aereo. Ha una superficie di quasi 950 metri quadrati e può ospitare 162 passeggeri. Tutti i clienti di First Class e Business Class di Emirates, nonché i membri Skywards Platinum e Gold, che viaggiano sui due voli giornalieri che la compagnia offre tra Roma a Dubai, avranno accesso gratuito alla nuova lounge, che sostituisce la vecchia struttura. I clienti di Emirates Skywards Silver e Skywards Blue possono invece accedere a pagamento. Tra i servizi a disposizione dei passeggeri ci sono una sala da pranzo, una sala preghiera, docce, business center e opere d'arte su misura. Ugo de Carolis, amministratore delegato di Aeroporti di Roma, ha ricordato che Emirates è una delle principali compagnie per volumi di traffico su Fiumicino, «dove trasporta oltre 600mila passeggeri all'anno. Dubai rappresenta per Fiumicino la seconda destinazione intercontinentale dopo New York per numero passeggeri». [post_title] => Emirates: nuova lounge da 4 milioni di euro a Roma Fiumicino [post_date] => 2018-12-21T10:15:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1545387353000 ) ) )

Lascia un commento