23 October 2019

1615

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

DIRETTORE D’ALBERGO CERCA LAVORO PER NUOVA SFIDA MANAGERIALE.
INTRAPRENDENTE, DINAMICO, DETERMINATO, MOLTO MOTIVATO PER RAGGIUNGIMENTO DI OBBIETTIVI SIA PERSONALI CHE AZIENDALI.
SI GARANTISCE SERIETA’, IMPEGNO E COSTANZA.
SI OFFRE INOLTRE, ANCHE DISPONIBILITA’ PER START-UP, LANCIO NUOVE APERTURE E/O RILANCIO STRUTTURE GIA’ ESISTENTI.
e-mail: averuser@libero.it; cell. 329 1334743.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353862 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In attesa di una svolta sul caso Alitalia, nella cui vicenda Toto Holding è entrata, anche se fra smentite e riavvicinamenti, il cda di Toto Holding ha approvato il bilancio consolidato 2018 che chiude con un utile netto di 53 milioni di euro inclusa la quota terzi, ricavi in crescita del 28% a 507,9 mln ed ebitda a 240 milioni (+47,3%). L'ebit sale a oltre 165 milioni (+32,5%). «La strategia di diversificazione del gruppo ha permesso in un anno particolarmente difficile, soprattutto per il settore delle costruzioni, di garantire risultati molto soddisfacenti - ha commentato Carlo Toto -. I dati di bilancio evidenziano come la nuova strategia aziendale di gruppo, delineata nel piano industriale di Gruppo, ha consentito di raggiungere nel 2018 risultati positivi e di soddisfazione per gli azionisti, in linea con quanto previsto anche negli anni successivi». I principali risultati reddituali e finanziari del 2019 sono attesi in linea con il 2018 e coerenti con le guidance di piano,informa la nota. [post_title] => Toto Holding (in attesa di Alitalia) registra utili netti per 53 milioni di euro [post_date] => 2019-05-31T10:13:28+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => alitalia [1] => holding [2] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Alitalia [1] => Holding [2] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559297608000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353757 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il consiglio di amministrazione di Four Seasons ha confermato John Davison nel ruolo di ceo e presidente della compagnia. Con un'esperienza di quasi 18 anni nel gruppo canadese dell'ospitalità del lusso, Davison era dalla fine del 2018 amministratore delegato a interim della società, dopo che il suo predecessore, Allen Smith, aveva deciso di non rinnovare il proprio contratto. Il nuovo ceo è entrato in Four Seasons nel 2002, assumendo nel 2005 la carica di chief financial officer, dopo essersi occupato della supervisione del business residenziale della compagnia. Prima di lavorare nel gruppo canadese, Davison ha quindi collaborato per 14 anni con la società specializzata in apparecchiature audiovisive Imax, arrivandone a ricoprire i ruoli di presidente, coo e cfo. Prima ancora aveva invece avuto a che fare con Kpmg. «Sono molto felice della sua nomina - ha dichiarato il fondatore e presidente della compagnia, Isadore Sharp -. Anche perché, da quando John ha assunto la carica a interim, abbiamo registrato dati finanziari record». «E' un vero privilegio continuare a collaborare con il cda di Four Seasons, nonché con il suo team di oltre 45 mila collaboratori - ha quindi rimarcato lo stesso Davison -. Grazie al grande numero di hotel e progetti residenziali in pipeline, il gruppo sta oggi crescendo ai ritmi più veloci della sua storia quasi sessantennale». Fondata nel 1960 da Isadore Sharp, Four Seasons vanta oggi un portfolio di 115 hotel e resort, nonché di 48 proprietà residenziali, distribuiti in 48 differenti Paesi del mondo. [post_title] => John Davison confermato alla guida di Four Seasons [post_date] => 2019-05-30T14:52:23+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => allen-smith [1] => four-seasons [2] => in-evidenza [3] => isadore-sharp [4] => john-davison ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Allen Smith [1] => Four Seasons [2] => In evidenza [3] => Isadore Sharp [4] => John Davison ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559227943000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353227 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Valtellina è uno splendido territorio incorniciato dalle Alpi che, oltre a essere uno scenario naturale mozzafiato che richiama escursionisti da tutto il mondo, rappresenta anche il confine naturale con la Svizzera la cui prossimità ha influenzato gli scenari sociali dei valtellinesi. Il sentireo del contrabbando e della memoria e un itinerario che parte da Tirano, paese al confine con la Svizzera, celebre per essere la stazione di partenza del Trenino Rosso del Bernina, patrimonio UNESCO. Il tracciato si snoda lungo il versante retico della Valtellina e sale tra vigneti e piccoli borghi che per molti anni sono stati percorsi dai contrabbandieri che, con "la gerla" a spalla, trasportavano da una parte all’altra del confine le merci. Un percorso lungo 16 chilometri, simbolo della memoria del "contrabbando" che ha caratterizzato la zona del Tiranese in diverse epoche, in particolare quello del dopo guerra del 20° secolo che ha portato numerosi giovani a dedicarsi a questa attività per migliorare le difficili condizioni di vita. Il Sentiero Rusca è un percorso per mountain bike ed escursionismo che da Sondrio porta al Passo del Muretto, un valico posto sul confine tra la Valmalenco e l'Engadina. È un itinerario di 32 chilometri, di rilievo storico e che deve il suo nome all’arciprete Nicolò Rusca che nel 1618 venne rapito a Sondrio da un contingente di soldati svizzeri e condotto, proprio attraverso questo percorso, alla prigionia e alla successiva morte. Il sentiero è stato recentemente sistemato, considerato anche il suo grande valore storico oltre che paesaggistico, così da consentire ai ciclisti o amanti delle escursioni di percorrerlo. Il Sentiero Roma, in Val Masino, è una delle principali Alte Vie della Valtellina che si snoda per circa 52 chilometri tra i 2100 metri del rifugio Omio e i 2950 metri del passo Cameraccio e prevede mediamente tre giorni per la sua percorrenza. La Valtellina ospita inoltre la Via Alpina, una rete di 5 itinerari escursionistici attraverso gli otto Paesi dell'arco alpino (oltre 5000 chilometri e 342 tappe giornaliere) e il Sentiero Italia, uno dei trekking più lunghi del mondo di oltre 6000 chilometri che attraversa gli Appennini e le Alpi. [post_title] => Valtellina, gli itinerari per gli appassionati di trekking [post_date] => 2019-05-27T14:38:33+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558967913000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353248 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Odessa è una delle mete turistiche più apprezzate in tutta l’Europa orientale e il motivo è molto semplice: la città, famosa per il clima soleggiato e le sue spiagge sabbiose che si estendono per chilometri, regala paesaggi mozzafiato con le sue numerose insenature naturali che ne fanno un luogo ideale per la villeggiatura. Ricchissima di arte e tradizioni, con i suoi lunghi viali alberati e intimi cortili, offre numerosi centri termali, alberghi lussuosi in riva al mare e rinomati ristoranti locali. Conosciuta come “la Perla del Mar Nero”, Odessa è una città cosmopolita la cui storia è fortemente legata all’Italia fin dalle sue origini: oltre a essere stata fondata nel 1794 dall’ufficiale napoletano Giuseppe de Ribas, l’intera architettura della città ucraina rappresenta un omaggio al neoclassico italiano. Nel 1834 fu proprio un architetto italiano, Francesco Carlo Boffo, a dar vita al simbolo della città: la monumentale Scalinata Potëmkin, una delle più celebri scalinate di sempre, lunga ben duecento gradini, porta di ingresso di Odessa per chi arriva dal mare. Tra le tante attrazioni in città da non perdere il magnifico Teatro dell’Opera e del Balletto che conserva il suo autentico splendore barocco, e il Museo d’Arte Occidentale e Orientale, qui è conservata una delle più belle e sorprendenti collezioni di arte straniera in Ucraina, al suo interno vi è dedicata anche una sezione all’arte italiana e vi sono esposte opere del Guercino e del Canaletto. La variegata storia di Odessa ha creato una fusione culinaria unica, in cui i cibi ebraici si mescolano alle tradizioni culinarie ucraine. Il Mercato Pryvoz è il luogo ideale per assaporare le numerose prelibatezze locali. La città vanta numerosi ristoranti rinomati che la rendono un’ottima destinazione per il turismo gastronomico. Qui troverete numerosi ristoranti raffinati, tra cui il Terrace- Sea View, ristorante con una vista mare mozzafiato, ideale per una cena di lusso. Tra le spiagge più amate dai turisti vi sono Arkadia e Lanzheron, qui si trovano anche i locali più rinomati della città e gli alberghi di lusso, come ad esempio il Frederic Koklen, uno degli hotel più antichi di Odessa, costruito nel 1852 da una delle famiglie più illustri della città: i Koklens. Durante i suoi 165 anni di storia, il Frederic Koklen ha visto molti famosi musicisti, architetti e scrittori passare attraverso le sue porte. [post_title] => Odessa: spiagge, musei ed eventi per vivere la città cosmopolita [post_date] => 2019-05-27T09:45:11+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558950311000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352237 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un incremento dei volumi del 15% dall'Italia. E' il cuore, e l'obiettivo prefissato, del contratto di esclusiva triennale siglato oggi tra Alpitour World e Beachcomber Resort & Hotels per il mercato tricolore. Con la firma, apposta dal tour operator coo, Pier Ezhaya, e dal direttore Italia della compagnia alberghiera, Sheila Filippi, il gruppo mauritiano mette nelle mani dell'operatore torinese l'intera collezione delle sue otto strutture sull'isola, mentre Alpitour s'impegna a vendere, nella medesima destinazione, esclusivamente hotel Beachcomber. L'accordo sarà attivo a partire dal prossimo 1° novembre. Era infatti tempo che i due operatori stavano lavorando sul progetto partnership: già quattro anni fa, al brand Viaggidea era stato affidato in esclusiva il Beachcomber Resort & Spa, mentre 12 mesi dopo Alpitour si era accaparrato il Mauricia. L'anno scorso è stata quindi la volta del Trou aux Biches, entrato, sempre in esclusiva, nelle proposte Sea Diamond di Francorosso. Ancora a Francorosso andrà ora quella che è considerata la struttura più appetibile sul mercato italiano, il Cannonier Beachcomber Golf Resort & Spa, mentre lo Shandrani sarà appannaggio di Turisanda. A completare l'accordo, il Paradis, il Dinarobin e il Royal Palm, che saranno commercializzati trasversalmente da tutti i brand del gruppo. Gli ultimi tre resort, per la verità, sono gli unici che saranno venduti in Italia anche da un altro tour operator. E' questo la sola realtà con cui Beachcomber ha deciso di conservare la collaborazione, dei circa quindici operatori con cui fino a oggi la compagnia alberghiera lavorava nel mercato tricolore. Allo stesso tempo il gruppo Alpitour mantiene le mani libere su Mauritius per i suoi brand di fascia budget Margò e Karambola. Per il prossimo futuro, infine, Beachcomber ha intenzione di aprire sull'isola un ulteriore 4 stelle da 340 camere che, nelle intenzioni dei due partner, dovrebbe essere commercializzato in Italia da Eden Viaggi. L'inaugurazione del Les Salines, questo il nome del nuovo resort, è prevista per il 2020.   [post_title] => Alpitour venderà gli hotel Beachcomber in esclusiva sul mercato italiano [post_date] => 2019-05-16T15:37:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => alpitour-2 [1] => beachcomber [2] => eden [3] => franco-rosso [4] => in-evidenza [5] => mauritius [6] => turisanda ) [post_tag_name] => Array ( [0] => alpitour [1] => Beachcomber [2] => eden [3] => Franco Rosso [4] => In evidenza [5] => mauritius [6] => turisanda ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558021057000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352268 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I risultati conseguiti da Club Med nel 2018 sono stati molto incoraggianti, con la maggiore crescita del volume d'affari negli ultimi sei anni (+ 8% rispetto al 2017). L'incremento ha interessato tutte le aree geografiche. Anche il numero dei clienti è aumentato in modo significativo (+6,6%) e il margine operativo lordo ricorrente ha raggiunto quota 126,4 milioni di euro, con un incremento del 13%. Alla luce di questi dati, Club Med prevede un aumento costante anche nel 2019. «Con una crescita in tutti i principali mercati, compresa l’Italia - dichiara Henri Giscard d’Estaing, presidente Club Med -  un numero maggiore di clienti e un ulteriore miglioramento sul fronte della redditività, Club Med ha conseguito dei risultati molto incoraggianti nel 2018, a conferma del trend positivo dell’anno precedente, e prevede di continuare a crescere anche nel 2019. Grazie al supporto del nostro azionista Fosun e ai tre pilastri della strategia - ossia upscaling, global e happy digital», Club Med è oggi in grado di soddisfare appieno le esigenze delle famiglie, specialmente quelle 3G (nuclei familiari composti da tre generazioni), nonché dei millennial e delle coppie. Con ben 1,44 milioni clienti nel 2018, Club Med ha quindi conseguito un altro rilevante aumento (+6,6%). Dato significativo, è la crescita più veloce dei clienti italiani con un aumento sull'anno precedente del 9%. In Cina, il secondo mercato dopo la Francia, il numero di clienti ha raggiunto le 243 mila unità, ossia il 22% in più rispetto al 2017.       [post_title] => Club Med conferma il trend di crescita. Cina secondo mercato [post_date] => 2019-05-16T15:33:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558020812000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352263 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air France premia con 2000 miglia in regalo i nuovi iscritti al programma Flying Blue. L’iscrizione al programma fedeltà della compagnia è completamente gratuita e consente accesso diretto a un mondo di opportunità. Il bonus di benvenuto verrà accreditato sul proprio conto dopo il primo volo, e per poterlo ricevere, sarà sufficiente inserire sul sito www.airfrance.it il codice E19IT2 nell’apposito campo al momento dell’iscrizione. Il codice può essere inserito fino al 31 agosto 2019 e il bonus verrà accreditato sul primo volo effettuato entro il 31 dicembre 2019.  Il gruppo Air France-Klm, da sempre attento alle esigenze dei propri clienti, di anno in anno propone agli oltre 15 milioni di associati al programma Flying Blue formule sempre aggiornate per garantire un servizio puntuale e ricco di vantaggi.  Dallo scorso anno, grazie a un sistema di accumulo più chiaro, le miglia vengono accumulate in base al valore del biglietto acquistato, ma anche grazie alla fruizione di servizi aggiuntivi come prenotazioni alberghiere e noleggi auto. L’aspetto di novità più importante è che tutte le miglia accumulate sono valide per sempre. Oltre alle miglia, è possibile accumulare anche Experience Point3 che permettono di accedere ai livelli superiori del programma Flying Blue e di usufruire di ulteriori vantaggi. [post_title] => Air France: 2000 miglia in regalo ai nuovi iscritti Flying Blue [post_date] => 2019-05-16T15:22:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558020151000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352257 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “Tribhum: The Mystical Three Worlds” è la nuova attrazione turistica di Phuket, un parco tematico di avventura 3D in cui i visitatori vengono trasportati in un regno mistico di leggende e fantasie siamesi. Situato di fronte alla Floresta Zone di Central Phuket, nella città di Phuket, “Tribhum: The Mystical Three Worlds” combina leggenda e fantasia con narrazione creativa e superba tecnologia interattiva. Nella “The Magic Forest World”, i visitatori possono incontrare i Makaleetrees e farsi trascinare dalla loro danza incantata, aprirsi una strada attraverso l’area di “Vanekampoo Monkey” abitata da strane creature animali, o discutere con un albero parlante. Emozione e brividi attendono i visitatori nel mondo della montagna argentata che, grazie a un ultramoderno aliante meccanico  denominato “Silver Glider”, potranno godere di un percorso nella natura alla velocità di oltre 45 chilometri orari. Nel “Garuda Dome” i visitatori si troveranno nel bel mezzo di una battaglia virtuale per l’elisir dell'immortalità e nel “Demon Maze”, in fuga da demoni assetati. Nell’attrazione “The Underwater World” i visitatori possono navigare lungo un passaggio segreto per incontrare i mitici assistenti del Naga King, ammirare la visione affascinante di migliaia di lucciole e provare l’emozione di volare in uno scenario di animazione 4D. "Tribhum: The Mystical Three Worlds" è aperto tutti i giorni (tranne il mercoledì) dalle 11.00 alle 20.00 e offre una ampia scelta di ristoranti, un negozio di souvenir e un servizio concierge. [post_title] => A Phuket apre il nuovo parco Tribhum, tra fantasia e tecnologia [post_date] => 2019-05-16T15:08:30+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558019310000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352251 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La primavera irlandese apre ufficialmente l’attesa stagione dedicata ai festival che si svolgeranno su tutto il territorio irlandese. Raggiungerli è semplicissimo con i voli diretti Aer Lingus in partenza da 9 aeroporti italiani. I clienti Aer Lingus ora possono usufruire delle opzioni di autonoleggio più convenienti - tramite il sito cars.aerlingus.com – insieme ad Avis e Budget che offrono una varietà di soluzioni di mobilità per tutti i viaggiatori. Domenica 9 giugno, presso North Bull Island, isola locata nella Baia di Dublino, si svolgerà il Dublin Kite Festival che vedrà volare aquiloni unici provenienti da tutto il mondo. L’evento è alla portata di tutti, anche dei meno esperti che potranno cimentarsi con l’aiuto di professionisti ad hoc. Dal 10 al 16 giugno nella città di Dublino si terrà il Bloomsday Festival, evento dedicato alla commemorazione dello scrittore irlandese James Joyce. La festività rievoca gli eventi dell'Ulisse. L’agenda del 16 è ricca, si parte dalla colazione, poi appuntamento con un giro in bus sino al tour a piedi, un tè pomeridiano per poi proseguire con letture, cabaret e spettacoli. Dal 13 al 23 giugno nella cornice di Cork si svolgerà il Cork Midsummer Festival, evento multidisciplinare dedicato alle arti ispirato alla città che lo ospita. Il festival offre eventi di artisti locali e internazionali per un pubblico di tutte le età con un alto tasso di coinvolgimento e partecipazione. Dal 13 al 16 giugno, nella cornice degli Iveagh Gardens di Dublino, si svolgerà Taste of Dublin, una quattro giorni di degustazioni e intrattenimento interamente dedicata alla celebrazione della cucina irlandese dove i migliori ristoranti prepareranno squisiti piatti con ingredienti a Km 0. A Galway, dal 15 al 28 luglio, torna il Galway International Arts Festival, che con la sua 42esima edizione si conferma come il vero e proprio carnevale culturale dove meravigliosi spettacoli e concerti avranno come sfondo l'epica città di Galway. Tra i festival estivi per le famiglie, ci sono l’armoniosa combinazione di musica, arte, danza, scultura e poesia dello Stendhal Festival  a Limavady, Contea di Londonderry, dal 10 all’11 agosto.       [post_title] => Irlanda, i festival estivi come spunti per un itinerario [post_date] => 2019-05-16T15:03:57+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558019037000 ) ) )

Lascia un commento