6 August 2020

1564

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Ricerchiamo rappresentanti plurimandatari con rapporto su base provvigionale per le regioni Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Campania, Puglia e Sicilia.
Le figure ideali non devono avere mandati da operatori che commercializzano le seguenti destinazioni: Penisola Iberica e Americhe.
Siamo un tour operator internazionale che ha sede a Milano.
Gli interessati potranno inviare il CV a segreteria@marketingcom.it, inserendo nell’oggetto : Ricerca CV Travel.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353834 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce la ricaduta del turismo via mare sui territori toccati dalle navi, ma soprattutto aumenta il traffico complessivo della crocieristica, così come dei traghetti, degli aliscafi e dei catamarani. Più articolato, invece, il giudizio sulla nautica, mentre anche il comparto dei traghetti soffre ancora di un certo ritardo in tema di standard dell'offerta. Sono i risultati principali dell'ultima edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report, presentato ad Ancona da Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, in apertura della quarta edizione dell'Adriatic Sea Forum - cruise, ferry, sail & yacht. Nel 2018 sono ammontate in particolare a 420 milioni di euro le spese turistiche a terra sostenute dai crocieristi e da chi sceglie di muoversi in traghetto, in aliscafo o in catamarano per le proprie vacanze in Adriatico (escursioni e visite, pernottamenti, pre-post viaggio, shopping e ristorazione...). In termini di traffico complessivo, le previsioni di Risposte Turismo per il 2019 parlano quindi di 5,52 milioni passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 7,3% rispetto al 2018. In aumento pure le toccate nave (+7,2%), per un totale di 3.307 approdi. L’anno in corso dovrebbe invece chiudersi con Venezia saldamente al primo posto con 1,56 milioni di crocieristi movimentati (stabile rispetto al 2018) e 502 toccate nave (stabile), seguita da Corfù con 787 mila crocieristi (+7%) e 416 toccate nave (+0,7%), nonché Dubrovnik, con 745 mila crocieristi (+1,8%) e 475 toccate nave (+8,4%). Ma l'Adriatic Sea Tourism Report contiene anche un focus dedicato alla movimentazione passeggeri su traghetti, aliscafi e catamarani. L’anno in corso dovrebbe in particolare chiudersi con una leggero aumento ulteriore rispetto ai già positivi risultati registrati nel 2018 (19,74 milioni di passeggeri movimentati, +2,4% sul 2017): il migliore degli ultimi dieci anni. Tra i porti esaminati, le previsioni 2019 sono positive per Zara (2,43 milioni di passeggeri movimentati, + 1-2%), Durres (875mila, +2,6%), Dubrovnik (575mila, +3%), Sibenik (300mila, +3%), Rijeka (150mila, 16%) e Pola (12mila, +2,2% su rotte costiere e stabile sulle rotte internazionali). Stabile, al contrario, la movimentazione passeggeri prevista a fine anno nei porti di Ancona, Saranda, Porec, Trieste, Rovigno, Pesaro e Umago/Novigrad. Il rapporto, infine, prova a gettare uno sguardo anche sul comparto nautico dei sette Paesi che si affacciano sull'Adriatico. Tra questi, l’Italia conferma la propria leadership nell’area con 186 marine (56% del totale) e oltre 49 mila posti barca (il 65,6% del totale). A seguire Croazia (125 marine e oltre 17.400 posti barca) e la coppia Slovenia – Montenegro, con 8 marine e, rispettivamente, poco più di 3.100 e 2.800 posti barca. L’analisi del versante italiano dell’Adriatico fa tuttavia emergere uno scenario in chiaro scuro: se da un lato infatti alcune strutture stanno riscontrando un periodo di difficoltà, continuando tuttavia a operare in attesa di nuovi investitori e della ripresa del mercato, dall’altro sono in programma nel prossimo biennio importanti ampliamenti, per complessivi ulteriori 2.570 posti barca. «Nonostante i nodi da sciogliere su Venezia, il traffico crocieristico quest’anno crescerà significativamente in Adriatico grazie al lavoro compiuto da tutti gli operatori attivi nell’area – è il commento di di Cesare -. Viceversa, il comparto dei traghetti continua a prestarsi a una doppia lettura. Da un lato, infatti, si evidenzia la sua rilevanza nelle direttrici di spostamento dei turisti in Adriatico e le ampie potenzialità di crescita, dall’altro si registra ancora un ritardo rispetto agli standard, per esempio di offerta e di promozione, che altre soluzioni di trasporto hanno adottato da tempo. Per la nautica, infine, le indicazioni che abbiamo raccolto attraverso la nostra indagine fanno intravedere uno 2019 positivo. Ciò potrebbe tradursi in un maggior tasso di occupazione delle marine che oggi, per dimensioni e standard, sono già pronte ad accogliere livelli più elevati di traffico». [post_title] => Bene il turismo via mare in Adriatico ma i traghetti possono fare di meglio [post_date] => 2019-05-31T09:15:44+00:00 [category] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => adriatico [1] => francesco-di-cesare [2] => in-evidenza [3] => risposte-turismo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Adriatico [1] => Francesco di Cesare [2] => In evidenza [3] => Risposte turismo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559294144000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352268 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I risultati conseguiti da Club Med nel 2018 sono stati molto incoraggianti, con la maggiore crescita del volume d'affari negli ultimi sei anni (+ 8% rispetto al 2017). L'incremento ha interessato tutte le aree geografiche. Anche il numero dei clienti è aumentato in modo significativo (+6,6%) e il margine operativo lordo ricorrente ha raggiunto quota 126,4 milioni di euro, con un incremento del 13%. Alla luce di questi dati, Club Med prevede un aumento costante anche nel 2019. «Con una crescita in tutti i principali mercati, compresa l’Italia - dichiara Henri Giscard d’Estaing, presidente Club Med -  un numero maggiore di clienti e un ulteriore miglioramento sul fronte della redditività, Club Med ha conseguito dei risultati molto incoraggianti nel 2018, a conferma del trend positivo dell’anno precedente, e prevede di continuare a crescere anche nel 2019. Grazie al supporto del nostro azionista Fosun e ai tre pilastri della strategia - ossia upscaling, global e happy digital», Club Med è oggi in grado di soddisfare appieno le esigenze delle famiglie, specialmente quelle 3G (nuclei familiari composti da tre generazioni), nonché dei millennial e delle coppie. Con ben 1,44 milioni clienti nel 2018, Club Med ha quindi conseguito un altro rilevante aumento (+6,6%). Dato significativo, è la crescita più veloce dei clienti italiani con un aumento sull'anno precedente del 9%. In Cina, il secondo mercato dopo la Francia, il numero di clienti ha raggiunto le 243 mila unità, ossia il 22% in più rispetto al 2017.       [post_title] => Club Med conferma il trend di crescita. Cina secondo mercato [post_date] => 2019-05-16T15:33:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558020812000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349876 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_242407" align="alignright" width="300"] La Spezia[/caption] Sabato 4 e domenica 5 maggio i Musei Civici della Spezia proporranno laboratori gratuiti per famiglie nell’ambito del progetto “Kid Pass Days!”, la più importante maratona italiana di attività ed eventi family-friendly. I Kid Pass Days sono il maggiore programma di attività a misura di bambini d’Italia con lo scopo di diffondere sempre più l’accessibilità e l’accoglienza a loro rivolta nel nostro paese. Nell’occasione, i partecipanti potranno scegliere di aderire a un solo laboratorio o immergersi in un avvincente itinerario che li condurrà da un museo all’altro; infatti abbiamo cercato di non sovrapporre gli orari dei laboratori e di lasciare il tempo di spostarsi in tutti i musei per fare un’esperienza quanto mai varia e divertente. I laboratori ideati dai conservatori dei Musei saranno tenuti dagli operatori didattici della Coop Zoe.Ecco il programma completo: Sabato 4 maggio 2019; CAMeC  (Centro Arte Moderna e Contemporanea), dalle ore 15.30 alle 16.30, Invasioni creative. Museo del Castello (Via XXVII Marzo) dalle ore 16.45 alle ore 17.45; Giochiamo con gli antichi Egizi. Museo Etnografico (Via Prione 156), dalle ore 18 alle ore 19; RiciclARTE. Domenica 5 maggio 2019, Museo Lia (Via del Prione 234), dalle ore 15,30 alle ore 16.30 ;Caccia al Tesoro nelle sale del Museo. Museo del Sigillo (Via del Prione 234), dalle ore 16.30 alle ore 17.30; Il misterioso monsieur J. F. Palazzina delle Arti (Via Prione 234), dalle ore 17.30 alle ore 18.30; Matrice, inchiostro, torchio: alla scoperta dell’incisione [post_title] => La Spezia, il 4 e 5 maggio i Kid Pass days nei musei civici cittadini [post_date] => 2019-04-30T14:44:08+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556635448000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348326 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Traguardo importante per easyJet a Milano Malpensa dove ha festeggiato i 70 milioni di passeggeri trasportati da e per lo scalo lombardo, dall’apertura della base nel 2006 (la prima in Europa continentale). Oggi easyJet conta con 21 aeromobili basati a Malpensa e opera fino a un massimo di 164 voli giornalieri per 7,8 milioni di passeggeri trasportati nel 2018. Grazie alla proficua collaborazione con i suoi partner la compagnia ha contribuito all’inaugurazione del collegamento ferroviario diretto tra Milano e il Terminal 2 di Malpensa, che copre la distanza tra il centro città (Milano Nord Cadorna) e lo scalo in soli 40 minuti. «Siamo particolarmente orgogliosi di festeggiare questo traguardo insieme al nostro partner Sea, con il quale abbiamo collaborato negli anni per sviluppare e potenziare uno dei network più strategici di easyJet in Europa continentale - ha dichiarato Lorenzo Lagorio, country manager per l’Italia -. A 13 anni dall’inaugurazione della nostra base, l’aeroporto di Malpensa continua a rappresentare un punto saldo nella nostra strategia di sviluppo in Italia confermandosi come il nostro principale hub con 21 aerei basati, oltre la metà dei dipendenti basati in Italia e un ventaglio di destinazioni in costante sviluppo. Stiamo lavorando per offrire nuove destinazioni ai nostri passeggeri, aumentando la capacità con aerei più grandi e innovativi, come gli Airbus A321 in arrivo verso la fine dell’anno, e migliorare i nostri programmi di volo per venire incontro anche alle esigenze di chi viaggia per lavoro. I passeggeri business di easyJet sono in forte aumento e siamo felici che un numero sempre maggiore di aziende scelga le nostre offerte per i propri viaggi d’affari». Continua la collaborazione con Sea per offrire ai passeggeri un’esperienza di viaggio sempre più semplice e piacevole. Milano è stato il primo aeroporto italiano a entrare a far parte nel 2017 del servizio “Worldwide by easyJet” – il primo servizio globale di voli in connessione offerto da una compagnia “low fare” - e uno dei primi a introdurre la funzionalità Mobile Host, che guida il passeggero, tramite notifiche sulla app easyJet in tempo reale, lungo la sua esperienza di viaggio, dall’arrivo in aeroporto fino al momento del decollo. A Milano Malpensa è disponibile anche il servizio Hands free - che permette di lasciare i bagagli a mano al check-in presso lo sportello del bag drop, dove sono contrassegnati come priorità e accuditi fino all’aeroporto d’arrivo. easyJet intende continuare a migliorare l’esperienza di viaggio dei propri passeggeri in viaggio da Milano, basando a Malpensa due dei suoi velivoli più innovativi, gli Airbus A321neo che, oltre ad offrire una maggiore capacità con 235 posti disponibili, consentiranno di ridurre le emissioni di Co2 per km per passeggero e l’inquinamento acustico.     [post_title] => EasyJet vola alto su Malpensa: raggiunti i 70 milioni di passeggeri [post_date] => 2019-04-12T08:45:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555058736000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 346433 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Siamo un laboratorio aperto a 360 gradi per le agenzie che vogliono essere ascoltate, senza essere trattate come numeri. Le incentiviamo a chiamarci per capire insieme cosa proporre al loro cliente e come, per anticipare bisogni e risolvere problemi»: si lavora così da Kuda Travel, come l’ha spiegato il direttore Giancarlo Brunamonti annunciando novità e innovazione «per un target di agenzie storiche che chiedono un prodotto originale e di carattere, e di agenzie meno esperte che apprezzano l’affiancamento sul cliente». 250 in Kuda Tribe. Ora viaggiano verso quota 250 le adv in Kuda Tribe, più che raddoppiate in un anno, gratificate dal sistema di Commissioni Progressive, dalla corsia preferenziale nel booking, dall’esclusiva territoriale.  Banconisti in viaggio. Per la Tribe torna anche Prenota & Parti: «Alla loro quarta pratica sul Marocco di Kuda i banconisti partono con noi in Fam Tour, che secondo noi è il modo migliore per trasmettere qualità ed originalità del prodotto”.  Arriva Antonio de Santis, commerciale esperto reduce da Press Tours, da aprile sul campo con Kuda: «Coinvolto appieno nell’azienda, con autonomia decisionale».  Cultura e natura, 34 mete in sei macroaree. Aiuta la fedeltà la crescita dell’offerta di Kuda, che all’Oceano Indiano ha aggiunto in quattro anni ampia scelta di medio e lungo raggio, ispirata al binomio di cultura e natura. Dal Marocco all’Egitto classico – «la sfida vinta del 2018, con grande continuità» – alla Giordania; poi Sri Lanka, New York, Giappone e Oriente, il Sudamerica. Fino all’Africa con la padronanza di Roberto Di Giorgio su Namibia, Rwanda, Uganda e Tanzania. Ora anche l’Australia, mentre torna in autunno il prodotto Terra e Mare con il partner MSC Crociere: in tutto 34 mete per oltre 120 proposte.  Uno slancio vincente che nel 2018 ha segnato progressi tutti a due cifre: più 28% i passeggeri con un 6% di repeater, più 36% il fatturato con pratica media a 1.564 euro, e per il 2019 un obiettivo di crescita più prudente all’11%. [post_title] => Kuda: 36 mete «per le agenzie che vogliono essere ascoltate» [post_date] => 2019-03-28T15:16:34+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1553786194000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 345425 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Rete di Imprese Naturalmente Capodimonte è un’aggregazione di piccole e medie imprese della filiera turistica, commerciale e dei servizi del Comune di Capodimonte. Naturalmente Capodimonte raggruppa 56 aziende capodimontane che si sono poste degli obiettivi comuni e collaborano a progetti condivisi. La Rete si pone come un driver di valorizzazione di un intero territorio e, grazie alla forma di cooperazione attiva scelta, è capace di realizzare un’offerta ampia, uniforme e di qualità per il cliente finale. Con il desiderio di offrire una proposta commerciale variegata nasceNaturalmente Capodimonte per crescere insieme e insieme fare la differenza. Capodimonte è un piccolo e incantevole centro affacciato sulla riva sud occidentale del Lago di Bolsena, il piú grande lago vulcanico d´Europa, a nord del Lazio. Arroccato su un promontorio scosceso, il suggestivo borgo è dominato dalla Rocca Farnese. Per la splendida posizione e la bellezza del paesaggio viene definito La perla del Lago di Bolsena. Capodimonte è anche una località balneare ideale per gli amanti della natura e delle attività outdoor, disponendo di una lunga passeggiata con ampie aree di verde, fiancheggiata da spiaggia di sabbia nera vulcanica attrezzata anche per il relax. Nella parte piú a est c’è il porto turistico, punto di partenza dei traghetti per le due isole del Lago: l´Isola Bisentina e l´Isola Martana. A ovest di Capodimonte si trova il Monte Bisenzio, oggi sito archeologico, testimonianza delle origini etrusche del luogo. Capodimonte offre ai visitatori molti altri incantevoli scorci panoramici da scoprire in un'atmosfera tranquilla e rilassante. Piccola Guida a Capodimonte PIAZZA UMBERTO I – LA PIAZZETTA E CHIESA DI SAN CARLO Questa graziosa “piazzetta”, sottostante il muraglione del giardino pensile della Rocca, é il punto di partenza ideale per risalire la parte originaria del paese. Si contraddistingue per la presenza della Chiesa intitolata a San Carlo Borromeo e del monumento ai Caduti delle due guerre mondiali. La Chiesa di San Carlo fu costruita con i fondi raccolti della comunità e con l’appoggio della famiglia Farnese agli inizi del 1600 per concedere ai fedeli un nuovo luogo di preghiera. “LA MERGONARA” Un angolo di paradiso di Capodimonte. Una rampa pavimentata conduce a un sentiero pedonale che termina con una spiaggetta di ciottoli e scogli e a un isolotto denominato “Monte Cuculo”, luogo di tranquillità e di pesca. Da qui la vista si apre verso l’abitato di Marta, la località denominata Cava e l’Isola Martana. PIAZZA DELLA ROCCA Sulla piazza, di forma rettangolare che prende il nome dall´imponente Rocca che domina il promontorio sulla sua sommità, si concentrano gran parte degli edifici di interesse storico e artistico del paese. CHIESA DI SANTA MARIA ASSUNTA In posizione privilegiata con vista panoramica sul lago e le due isole, costituisce la chiesa principale del paese, dove oggi avvengono le maggiori celebrazioni religiose. Nel XVI secolo Alessandro Farnese, commissionò a Jacopo Barozzi detto il Vignola l´ampliamento della struttura originale. All´interno le opere di maggiore rilievo artistico sono costituite da una statua della Madonna Assunta e una riproduzione del quadro di Maria Santissima delle Grazie attribuito alla scuola del pittore napoletano Sebastiano Conca (1680-1764). ROCCA FARNESE L´imponente edificio ottagonale, in posizione elevata sul promontorio, contraddistingue il paese di Capodimonte. Tra il XV e il XVI secolo, la famiglia Farnese commissionò a Antonio da Sangallo il Giovane il progetto di ampliamento e restauro della preesistente fortezza militare a torre quadrata. Oggi è di proprietà della Famiglia Brenciaglia e la visita, su richiesta, é riservata a una parte dell´edificio e al giardino pensile. LA PORTICELLA Uno scorcio romantico che si apre sul paesaggio come un quadro a cielo aperto. Dell´originaria porta secondaria di accesso alla Piazza della Rocca, oggi rimane solo una parte della struttura ad arco; oltrepassandolo si ridiscende il promontorio attraverso vicoletti e terrazzine infiorate con una meravigliosa vista sul porto e il lungolago alberato. IL PORTO Zona di ormeggio di barche a motore e a vela (circa 350 posti) e punto di imbarco dei traghetti turistici per la circumnavigazione guidata alle due Isole, Martana e Bisentina, durante tutto l´anno. IL MUSEO DELLA NAVIGAZIONE NELLE ACQUE INTERNE Situato dinanzi il primo tratto del lungolago, é costituito da tre sale che illustrano diverse imbarcazioni usate dall´uomo in un viaggio tra epoche storiche. All´interno sono custodite: l´antichissima piroga monossila,costituita da un unico tronco di legno di faggio,dell´etá del bronzo, la barca tradizionale da pesca del Lago di Bolsena e la barca del Lago di Posta Fibreno, al confine tra Lazio e Abruzzo. La visita è gratuita. LA PASSEGGIATA de “LE PIOPPE” Questa passeggiata alberata lunga circa 2 Km è fiancheggiata da spiaggia di sabbia scura vulcanica e con ampie aree verdi e per bambini, chioschi, stabilimenti balneari e punti di noleggio di vari tipi di imbarcazione. CHIESA DI SAN ROCCO La piccola chiesa situata sul viale del lungolago, fu dedicata a San Rocco per la sua intercessione contro il periodo del colera della prima metá del 1800. La festività di San Rocco si celebra il 15 agosto con una suggestiva processione religiosa, cui segue un grandioso spettacolo pirotecnico sul lago NECROPOLI DI BISENZIO Questo promontorio sulla sponda sud-occidentale del lago, a circa 4 Km a ovest di Capodimonte, è un luogo selvaggio ricco di fascino. In epoca etrusca fu l´importante cittá di Vesentum( VI e V secolo a.C. ) che continuò ad essere abitata anche dopo la conquista della cittá da parte dei Romani e in epoca medievale, quando poi la popolazione si trasferì pian piano in quello che è oggi il promontorio di Capodimonte. Un sentiero pedonale conduce fino alla sommità del monte e da qui si raggiunge un colombario di epoca medievale, localmente denominato “Piccionara”, un luogo misterioso a strapiombo sul lago. ISOLA BISENTINA Residuo di un cratere vulcanico è la piú grande delle due presenti nel Lago (Isola Bisentina e Martana). Durante il periodo etrusco e romano fu luogo di abitazione, poi divenne un rifugio durante le incursioni saracene dal IX all´XI secolo mentre in seguito, a partire dal quattrocento, divenne proprietà della Famiglia Farnese e dopo varie vicissitudini è oggi di proprietà della famiglia Rovati. L'isola non è visitabile internamente, ma puó essere circumnavigata con un servizio giornaliero di battello dal molo di Capodimonte. [post_title] => Ecco la Rete d'imprese Naturalmente Capodimonte, alla scoperta del territorio della Tuscia [post_date] => 2019-03-20T11:10:16+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1553080216000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 344871 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates offre a tutte le famiglie (2 adulti e fino a due bambini) che volano con i loro figli l’opportunità di accedere a speciali promozioni per viaggiare nelle loro mete preferite. L’offerta è disponibile dal 15 marzo al 29 marzo per tutti i voli compresi tra il 18 marzo e tutto il mese di novembre 2019. La promozione sarà disponibile dai quattro principali aeroporti italiani serviti da Emirates – Milano, Roma, Bologna e Venezia. L’offerta sarà applicata a più di 30 destinazioni del vasto network di Emirates. Di seguito alcune delle offerte più interessanti : Dubai a partire da 468 Euro ; New York a partire da 340 Euro; Mauritius a partire da 572 Euro; Bangkok a partire da 472 Euro; Male a partire da 548 Euro; Seychelles a partire da 527 Euro; Perth a partire da 836 Euro; Tokyo a partire da 564 Euro. Ai giovani viaggiatori viene riservata un’attenzione speciale a bordo di tutti i voli Emirates, con pasti appetitosi, un intrattenimento costante e giochi per stimolare la fantasia e l’immaginazione dei più piccoli. Le famiglie potranno scegliere tra una vasta selezione di cibi per bambini e neonati e potranno contare sul supporto del personale di bordo per qualsiasi evenienza. Grazie al pluripremiato sistema di intrattenimento di bordo, Ice, i bambini potranno scegliere tra più di 50 film Disney ed oltre 90 canali dedicati inclusi CBeebies, Cartoon Network e Nickelodeon.   [post_title] => Emirates lancia tariffe speciali dedicate alle famiglie [post_date] => 2019-03-18T09:39:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1552901990000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 344162 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_344163" align="alignleft" width="300"] The Virgin Hotel[/caption] Dallas non si ferma mai. Quest’autunno, Virgin Hotels aprirà un hotel da 200 camere nel quartiere alla moda di Dallas per un investimento di 80 milioni di usd, per questo “lifestyle hotel” che si rivolge al nuovo viaggiatore esperto, che offre wi-fi gratuito, cancellazione gratuita e late checkout, oltre ad un'ora sociale gratuita per intrattenere e far interagire gli ospiti. E 'il quarto progetto di Virgin Hotel in programma negli USA. [caption id="attachment_344164" align="alignright" width="300"] The Thompson @ Derver[/caption] Il Thompson @ Drever, anch’esso previsto in apertura quest’anno, prende il posto della prima torre della National Bank. The Thompson sarà parte del più ampio The Drever, lo spazio ad uso misto che trasforma l'edificio storico nel centro di Dallas. I 380 milioni di usd della riqualificazione trasformeranno il grattacielo di 52 piani, progettato in origine per il leggendario petroliere del Texas Lamar Hunt, che fu anche sede immaginaria della Ewing Oil, l'ufficio fittizio di J.R. Ewing nella serie televisiva Dallas. Una volta finalizzato, The Thompson includerà 218 stanze, un set di servizi con a piscina in stile resort, spa di lusso, centri fitness, ufficio, ristoranti e spazi commerciali. La riqualificazione comprenderà anche 324 unità abitative. [caption id="attachment_344165" align="alignleft" width="300"] The Pittman[/caption] The Pittman hotel, all’Epic. The Epic dovrebbe aprirsi a Deep Ellum nel 2019. Il progetto sarà il primo del suo genere nel quartiere. Consisterà di 5 ettari di sviluppo misto, incluso lo spazio ufficio, multifamily e lo spazio dell'hotel con lo shopping al piano terra. Il design rifletterà un mix del passato storico di Deep Ellum, oltre a dare uno sguardo al futuro fiorente del quartiere. La parte alberghiera di The Epic sarà il Pittman Hotel, una struttura di 164 camere della catena Kimpton nello storico punto di riferimento di Dallas, dei i cavalieri del tempio di Pythias (Knights of Pythias temple), intitolato a William Sidney Pittman, l'architetto dell'edificio originale. Originariamente, costruito nel 1916, Knights of Pythias temple il fu il primo edificio commerciale nella città costruito da e per i professionisti afroamericani. [post_title] => Dallas: novità sul fronte alberghiero con tre nuove aperture [post_date] => 2019-03-12T09:20:26+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => fiereeventi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Fiere&Eventi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1552382426000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 342057 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_342061" align="alignleft" width="300"] L'esterno del Rosewood Abu Dhabi[/caption] Prosegue il viaggio alla scoperta delle novità emiratine di Idee per Viaggiare, per il ventennale della programmazione sulla destinazione mediorientale. Si sa che in queste destinazioni la differenza la fa la sistemazione alberghiera, così andiamo alla scoperta di un’altra hit del mercato, ricercata e di grande stile. Si tratta del Rosewood Abu Dhabi, che si trova sull’isola di Al Maryah, una delle oltre 200 che compongono l’emirato capifila dei sette. «Questa struttura si trova al centro del nuovo distretto finanziario su Global Market Square, direttamente connesso a The Galleria, un centro shopping di lusso e alla Cleveland Clinic Abu Dhabi - spiega la pm del tour operator, Tiziana Spila, anima del viaggio di una settantina di adv partner "storici" - Il Rosewood Abu Dhabi ha portato sulla scena dell’ospitalità di Abu Dhabi, in netta ascesa, uno stile impareggiabile, ispirato al Golfo Arabo». Fra le peculiarità del Rosewood vi sono le spaziose stanze, che includono un servizio “butler” per tutto il giorno, personalizzato, una vista mozzafiato sul waterfront, un range completo di situazioni dedicate alla ristorazione di altissimo livello e una serie di servizi per compiacere sia il viaggiatore leisure che quello business. L’hotel dispone di 154 camere, 35 suite, 8 spazi dedicati agli eventi e altrettanti ristoranti e lounge, che ne fanno il punto ideale per partire alla scoperta del principale Emirato, che offre una vibrante e cosmopolita atmosfera. Tutto questo, combinato con la proverbiale ospitalità araba ed una infrastruttura di altissimo livello ne fanno la base ideale per visitare per diletto o per lavoro Abu Dhabi, su Al Maryah Island a metà strada fra il “downtown district” e lo sviluppo in divenire su Al Reem Island e il distretto culturale di Saadiyat Island. L’aeroporto è a circa 30 km, mentre quello di Dubai dista 162 km, come validissima alternativa, e il celebrato Louvre Abu Dhabi è a soli 9 km. Quello che contraddistingue l’hotel è lo stile delle 154 camere e 35 suite arredate in un ostile contemporaneo arricchito da pezzi artigianali della regione. Ogni camere è dotata di ipad, con il “room navigation system”, media centre con una tv a schermo piatto di 55” , una grande vasca da bagno Villeroy & Boch e lenzuola e biancheria in cotone egiziano Pratesi. Il Manor Club permette agli ospiti di scoprire l’eleganza di questo club, una esclusiva lounge dallo stile domestico, dove si potrà vivere una vita parallela all’interno della struttura. Naturalmente l’hotel offre servizi esclusivi come il Servizio concierge, valet parking, servizio in camere h24, internet ad alta velocità, business centre, Sense, la spa Rosewood, fitness centre, piscina climatizzata, golf e beach club nelle immediate vicinanze, e una serie di ristoranti. Aqua: cucina mediterranea, Dai Pai Dong, autenticamente cantonese, Dragon’s Tooth, un bar ispirato alla rivoluzione della scena musicale jazz di Shanghai negli anni ’20, Sambusek, un moderno e delizioso ristorante libanese, La Cava, un esclusivo wine bar, con sala sigari, Glo, il pià sofisticato “after-work nightspot” di Abu Dhabi, l’ Hidden Bar, che somministra bevande a base di Gin, Majlis la lobby Lounge ideale per l’afternoon tea. Il Rosewood Abu Dhabi fornisce anche una interessante combinazione per meeting con 1,636 m2 di spazi che includono due sale da ballo, due meeting rooms e due sale riunioni.«Un hotel che nella nostra programmazione sta perfettamente per quella clientela che si sta sempre pià allargando – conclude Tiziana Spila - a quel settore di turismo che si definisce “bleisure” a metà fra il business e il leisure». [gallery ids="342067,342074,342073,342072,342071,342066,342068,342069,342070,342064,342062,342065"] [post_title] => Idee per Viaggiare: per il XX anniversario della programmazione EAU, è l'ora di Abu Dhabi [post_date] => 2019-02-26T09:18:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1551172732000 ) ) )

Lascia un commento