6 August 2020

1560

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Qurantennale esperienza nel settore agenzia viaggi, offresi per qualsiasi mansione, dalla direzione tecnica alla contabilità, dalla biglietteria alla costruzione pacchetti sia propri sia terzi. Cedesi inoltre agenzia con possibilità di vendita immobile 140 mq. su strada a Milano, zona Sud.
Tel. 339 8530398.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353834 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce la ricaduta del turismo via mare sui territori toccati dalle navi, ma soprattutto aumenta il traffico complessivo della crocieristica, così come dei traghetti, degli aliscafi e dei catamarani. Più articolato, invece, il giudizio sulla nautica, mentre anche il comparto dei traghetti soffre ancora di un certo ritardo in tema di standard dell'offerta. Sono i risultati principali dell'ultima edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report, presentato ad Ancona da Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, in apertura della quarta edizione dell'Adriatic Sea Forum - cruise, ferry, sail & yacht. Nel 2018 sono ammontate in particolare a 420 milioni di euro le spese turistiche a terra sostenute dai crocieristi e da chi sceglie di muoversi in traghetto, in aliscafo o in catamarano per le proprie vacanze in Adriatico (escursioni e visite, pernottamenti, pre-post viaggio, shopping e ristorazione...). In termini di traffico complessivo, le previsioni di Risposte Turismo per il 2019 parlano quindi di 5,52 milioni passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 7,3% rispetto al 2018. In aumento pure le toccate nave (+7,2%), per un totale di 3.307 approdi. L’anno in corso dovrebbe invece chiudersi con Venezia saldamente al primo posto con 1,56 milioni di crocieristi movimentati (stabile rispetto al 2018) e 502 toccate nave (stabile), seguita da Corfù con 787 mila crocieristi (+7%) e 416 toccate nave (+0,7%), nonché Dubrovnik, con 745 mila crocieristi (+1,8%) e 475 toccate nave (+8,4%). Ma l'Adriatic Sea Tourism Report contiene anche un focus dedicato alla movimentazione passeggeri su traghetti, aliscafi e catamarani. L’anno in corso dovrebbe in particolare chiudersi con una leggero aumento ulteriore rispetto ai già positivi risultati registrati nel 2018 (19,74 milioni di passeggeri movimentati, +2,4% sul 2017): il migliore degli ultimi dieci anni. Tra i porti esaminati, le previsioni 2019 sono positive per Zara (2,43 milioni di passeggeri movimentati, + 1-2%), Durres (875mila, +2,6%), Dubrovnik (575mila, +3%), Sibenik (300mila, +3%), Rijeka (150mila, 16%) e Pola (12mila, +2,2% su rotte costiere e stabile sulle rotte internazionali). Stabile, al contrario, la movimentazione passeggeri prevista a fine anno nei porti di Ancona, Saranda, Porec, Trieste, Rovigno, Pesaro e Umago/Novigrad. Il rapporto, infine, prova a gettare uno sguardo anche sul comparto nautico dei sette Paesi che si affacciano sull'Adriatico. Tra questi, l’Italia conferma la propria leadership nell’area con 186 marine (56% del totale) e oltre 49 mila posti barca (il 65,6% del totale). A seguire Croazia (125 marine e oltre 17.400 posti barca) e la coppia Slovenia – Montenegro, con 8 marine e, rispettivamente, poco più di 3.100 e 2.800 posti barca. L’analisi del versante italiano dell’Adriatico fa tuttavia emergere uno scenario in chiaro scuro: se da un lato infatti alcune strutture stanno riscontrando un periodo di difficoltà, continuando tuttavia a operare in attesa di nuovi investitori e della ripresa del mercato, dall’altro sono in programma nel prossimo biennio importanti ampliamenti, per complessivi ulteriori 2.570 posti barca. «Nonostante i nodi da sciogliere su Venezia, il traffico crocieristico quest’anno crescerà significativamente in Adriatico grazie al lavoro compiuto da tutti gli operatori attivi nell’area – è il commento di di Cesare -. Viceversa, il comparto dei traghetti continua a prestarsi a una doppia lettura. Da un lato, infatti, si evidenzia la sua rilevanza nelle direttrici di spostamento dei turisti in Adriatico e le ampie potenzialità di crescita, dall’altro si registra ancora un ritardo rispetto agli standard, per esempio di offerta e di promozione, che altre soluzioni di trasporto hanno adottato da tempo. Per la nautica, infine, le indicazioni che abbiamo raccolto attraverso la nostra indagine fanno intravedere uno 2019 positivo. Ciò potrebbe tradursi in un maggior tasso di occupazione delle marine che oggi, per dimensioni e standard, sono già pronte ad accogliere livelli più elevati di traffico». [post_title] => Bene il turismo via mare in Adriatico ma i traghetti possono fare di meglio [post_date] => 2019-05-31T09:15:44+00:00 [category] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => adriatico [1] => francesco-di-cesare [2] => in-evidenza [3] => risposte-turismo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Adriatico [1] => Francesco di Cesare [2] => In evidenza [3] => Risposte turismo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559294144000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353757 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il consiglio di amministrazione di Four Seasons ha confermato John Davison nel ruolo di ceo e presidente della compagnia. Con un'esperienza di quasi 18 anni nel gruppo canadese dell'ospitalità del lusso, Davison era dalla fine del 2018 amministratore delegato a interim della società, dopo che il suo predecessore, Allen Smith, aveva deciso di non rinnovare il proprio contratto. Il nuovo ceo è entrato in Four Seasons nel 2002, assumendo nel 2005 la carica di chief financial officer, dopo essersi occupato della supervisione del business residenziale della compagnia. Prima di lavorare nel gruppo canadese, Davison ha quindi collaborato per 14 anni con la società specializzata in apparecchiature audiovisive Imax, arrivandone a ricoprire i ruoli di presidente, coo e cfo. Prima ancora aveva invece avuto a che fare con Kpmg. «Sono molto felice della sua nomina - ha dichiarato il fondatore e presidente della compagnia, Isadore Sharp -. Anche perché, da quando John ha assunto la carica a interim, abbiamo registrato dati finanziari record». «E' un vero privilegio continuare a collaborare con il cda di Four Seasons, nonché con il suo team di oltre 45 mila collaboratori - ha quindi rimarcato lo stesso Davison -. Grazie al grande numero di hotel e progetti residenziali in pipeline, il gruppo sta oggi crescendo ai ritmi più veloci della sua storia quasi sessantennale». Fondata nel 1960 da Isadore Sharp, Four Seasons vanta oggi un portfolio di 115 hotel e resort, nonché di 48 proprietà residenziali, distribuiti in 48 differenti Paesi del mondo. [post_title] => John Davison confermato alla guida di Four Seasons [post_date] => 2019-05-30T14:52:23+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => allen-smith [1] => four-seasons [2] => in-evidenza [3] => isadore-sharp [4] => john-davison ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Allen Smith [1] => Four Seasons [2] => In evidenza [3] => Isadore Sharp [4] => John Davison ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559227943000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353747 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo volo diretto da Roma a Shenzhen per Hainan Airlines. Il nuovo collegamento sarà effettuato con un Boeing 787-dreamliner,  due volte a settimana, che si aggiunge ai tre diretti già operativi: Roma-Chongqing, Roma-Haikou (via Chongqing) e Roma-Xi’an. «Shenzhen è una delle città più sviluppate della Cina - dichiara Wang Yequan, general manager di Hainan Airlines Shenzhen Branch  -. Questa nuova rotta offrirà un livello elevato di comodità ai passeggeri di business tra l'Europa e la Cina, ed in particolare ai viaggiatori italiani che potranno facilmente raggiungere altre località cinesi, usufruendo anche del trasferimento via Shenzhen, oltre a quello via Chongqing e Xi'an. Anche i viaggiatori cinesi potranno scoprire un’ altra “strada” per raggiungere altre città europee». Delle megalopoli cinesi, Shenzhen è quella che ha avuto una crescita economia esponenziale, porta di accesso alla moda ed alla tecnologia, la città si trova sulla costa meridionale della provincia del Guangdong, a 160 km da Guangzhou e a 35 km da Hong Kong. «Crediamo fortemente nel potenziale di questo nuovo collegamento di Hainan Airlines che, da oggi, aggiungerà Shenzhen al già ampio network di destinazioni cinesi collegate con Roma - sottolinea Federico Scriboni, head of airline traffic development di ADR -. L’apertura di questo volo testimonia l’efficacia della strategia di sviluppo avviata da ADR su questo mercato target e conferma il successo della partnership tra ADR e Hainan. La compagnia, che ha iniziato ad operare su Roma nel 2015, è gradualmente cresciuta completando oggi una presenza su base giornaliera e servendo quattro importanti destinazioni. Oltre Shenzhen, che celebriamo oggi, il vettore collega Roma con Chongqing, Xi’an e Haikou».     [post_title] => Hainan Airlines, nuovo volo diretto Roma - Shenzhen [post_date] => 2019-05-30T14:05:32+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559225132000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353622 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Freccia Gialla è l’Hsc Corsica Express Three, che sarà operativo dal 29 maggio al 30 settembre 2019, con più di 1.200 corse e fino a 7 partenze al giorno da e per l’isola. L’Hsc Corsica Express Three ha una capienza di 150 auto e una capacità di trasporto di 535 passeggeri, che viaggeranno comodamente seduti nelle poltrone business class, disponibili senza il pagamento di alcun supplemento. «La Freccia Gialla garantirà velocità, frequenza e comodità, grazie al tempo di traversata molto breve e alla rapidità delle operazioni di imbarco/sbarco, oltre che tariffe competitive - ha dichiarato Raoul Zanelli Bono, direttore commerciale di Corsica Sardinia Elba Ferries -. La nostra proposta commerciale e il nostro impegno per l’Elba sono stati premiati, con oltre 1.300.000 passeggeri trasportati dal 2012». [post_title] => Elba Ferries con la Freccia Gialla tra Piombino e Portoferraio [post_date] => 2019-05-29T12:29:23+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559132963000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353568 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Segno positivo per gli arrivi internazionali in Turchia nel primo trimestre 2019. Ottima, in particolare la performance dei flussi provenienti dall'Italia che con un totale di 58.814 arrivi, hanno fatto segnare un incremento del +17,94% rispetto allo stesso periodo del 2018. A livello internazionale i turisti tra gennaio e marzo 2019 sono stati 5.442.092, +6,12% rispetto allo stesso periodo del 2018. I flussi più importanti provengono, in ordine, dalla Bulgaria (482.712), Iran (447.103), Germania (427.424), Georgia (371.111) e Russia (318.714). «L’Italia continua a far registrare una crescita costante – afferma Serra Aytun Roncaglia, direttrice dell’ufficio Cultura e Informazioni dell’Ambasciata di Roma – a conferma del profondo legame tra i due Paesi del Mediterraneo». I turisti italiani che si recano in Turchia sono attratti principalmente dalla ricchezza del patrimonio storico ed artistico del Paese, oltre che dalla ricca offerta balneare che annovera numerose località di grande importanza naturalistica e turistica distribuite lungo i 8.333 km di costa. Istanbul si conferma quale principale punto di accesso al Paese (+56,40%): da ricordare che solo lo scorso ottobre è stato inaugurato il nuovo Istanbul Airport, completamente operativo da aprile 2019, che, nel prossimo decennio, prevede di diventare il più grande al mondo, con una capacità stimata di 150-200 milioni di passeggeri. [post_title] => Turchia: gli arrivi italiani nel primo trimestre aumentano del 17% [post_date] => 2019-05-29T09:46:49+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559123209000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353555 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Regione del Lago di Costanza è una destinazione che offre molto a chi viaggia con i bambini. Oltre al contatto immediato con la natura e i grandi spazi, a disposizione dei più piccoli ci sono numerose attività. La Bodensee Card Plus permette di acquistare, in una volta sola, il biglietto per 160 fra attrazioni e highlight del Lago di Costanza, distribuite fra la Germania, l’Austria, la Svizzera e il Principato del Liechtenstein. Nella card, che è valida a partire da tre giornate scelte nell’arco di sei mesi, sono incluse molte delle attrazioni più amate dai bambini, come ad esempio lo Zeppelin Museum a Friedrichshafen, l’Affenberg Salem o la cabinovia del monte Pfänder a Bregenz. La card di tre giorni ha un costo di 69 euro per gli adulti e di 41 euro per i ragazzi dai 6 ai 16 anni. I bambini fino a sei anni in compagnia di un adulto munito di card entrano gratuitamente.   [post_title] => Lago di Costanza, una regione a misura di bambini [post_date] => 2019-05-29T09:30:01+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559122201000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353217 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Qatar Airways promuove insieme al Qatar National Tourism Council (Qntc) “Summer in Qatar", l'iniziativa che offre uno sconto fino al 25% su tutti i voli per Doha da oltre 160 destinazioni internazionali, per viaggiare fino al 15 agosto. I passeggeri possono anche approfittare di un pacchetto stop-over unico, pensato per offrire ai viaggiatori che transitano dal Qatar l’opportunità di scoprire Doha, con soggiorni in hotel di lusso e visti di transito gratuiti. Chi arriva, parte o transita dall’aeroporto internazionale di Hamad può inoltre usufruire dello sconto del 25% su Al Maha Service, il servizio di assistenza personalizzato di Qatar Airways. «La stagione estiva di quest’anno metterà in risalto il Qatar quale destinazione dove vivere esperienze autentiche - ha commentato Akbar Al Baker, amministratore delegato del gruppo Qatar Airways e segretario generale del Qntc -. Dal suo inizio a giugno e fino a metà agosto, l’iniziativa “Summer in Qatar” permetterà ai visitatori di partecipare alle celebrazioni dei due Eid, i due momenti che scandiscono il periodo del Ramadan, che quest’anno aprono e chiudono la stagione. Contando sulla collaborazione tra aviazione, ospitalità e turismo, offriremo per tutta l’estate sconti sulle tratte aeree, pacchetti di viaggio a tariffe promozionali ed eccezionali esperienze anche in aeroporto. Dalle escursioni culturali fino alle attività per tutta la famiglia, chiunque in Qatar troverà qualcosa che faccia al caso suo».   [post_title] => Qatar Airways promuove la "Summer in Qatar" con l'ente del turismo [post_date] => 2019-05-24T13:29:23+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558704563000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353170 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «E' stato un investimento importante, che ci ha visto impegnati nella parte organizzativa degli spostamenti della troupe e nella fase di individuazione delle location», spiega la responsabile marketing consumer di Alpitour World, Elena Usilla. Il riferimento è  alla partnership tra il to piemontese e Sony Music, per la realizzazione del videoclip del pezzo Jambo, che debutta proprio oggi in radio e in digitale ed è stato ufficialmente presentato ieri notte presso il Voi Tanka Resort. Giusy Ferreri e i produttori Takagi & Ketra sono infatti partiti alla volta di Zanzibar a bordo di un 787 Dreamliner di Neos per realizzare alcune delle riprese lungo la spiaggia del Bravo Club Kiwengwa. «L'anno scorso il video di Amore e Capoeira, curato dagli stessi produttori, ha raggiunto un numero record di 150 milioni di visualizzazioni su Youtube - sottolinea Elena Usilla -. Noi confidiamo che Jambo possa andare anche oltre».  L'idea alla base dell'operazione è quella di lavorare sull'emozione, sul ricordo che gli ospiti si portano a casa da una vacanza. E la partnership con Sony, che ha avuto come corollario anche la realizzazione di una versione speciale di Amore e Capoeira tutta dedicata ai villaggi Bravo Club, si muove proprio in questa direzione: «La musica aiuta a generare il ricordo e soprattutto a farlo riaffiorare persino a distanza di mesi, se non di anni. Ci è sembrato perciò subito l'elemento più immediato su cui lavorare», conclude Elena Usilla. L'iniziativa si inserisce nel contesto del lancio del nuovo form Bravo Club annunciato a fine febbraio, che prevede una lunga serie di iniziative in ambito di intrattenimento e animazione, soprattutto per la fascia più giovane degli ospiti, nonché in fatto di proposte enogastronomiche ed esperienze delle destinazioni in cui i villaggi del brand sono inseriti.     [post_title] => Alpitour e Sony insieme per il lancio del nuovo singolo Jambo con Giusy Ferreri [post_date] => 2019-05-24T12:03:33+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558699413000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352253 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Successo annunciato e ora confermato alla grande per la ‘geo-intelligence’ di Costa Crociere, il sistema che combina big data di molte provenienze – sociodemografici, dalle carte di credito e altre fonti sul territorio – con i database della compagnia. E poi coinvolge le agenzie nella ricerca, finalmente miratissima, di nuovi clienti culturalmente e commercialmente pronti per partire in crociera, scovati dall’avanzatissimo sistema nei luoghi in cui vivono, lavorano, spendono e si divertono. Lo aveva annunciato un anno fa Massimo Brancaleoni, senior vice president world wide sales di Costa Crociere. Ne ha parlato oggi Daniel Caprile, direttore commerciale Italia di Costa Crociere, accogliendo le agenzie ospiti di Costa Favolosa per I protagonisti del Mare 2019, l’evento che ogni anno festeggia i top seller della compagnia, alla 26esima edizione. Da gennaio sono partite 160 attività di marketing strutturate e mirate in base ai dati forniti dalla geo-intelligence di Costa Crociere. «Chi se ne è servito – ha annunciato orgogliosamente Caprile – ha fatto crescere i ricavi su Costa del 168% in media». Il dato fa colpo, e promette sviluppi importanti. Del sistema ha approfittato ad esempio Antonio Tedesco con la sua Andirivieni Travel a Corigliano Calabro, uno dei primi premiati de I Protagonisti del Mare 2019, che nella foto sopra ritira il premio ‘geo-intelligence’ da Daniel Caprile.   [post_title] => Costa Crociere geo-intelligence: ricavi più che raddoppiati in agenzia [post_date] => 2019-05-16T14:55:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558018548000 ) ) )

Lascia un commento