21 April 2019

Si dimettono i vertici di Kempinski Hotels

[ 0 ]

In una mossa estremamente inusuale per il mondo dell’ospitalità, il gruppo Kempinski perde contemporaneamente il proprio presidente e ceo, Markus Semer, nonché il cfo e vicepresidente, Colin Lubbe. I due hanno infatti rassegnato le proprie dimissione nelle ultime ore. «Al fine di garantire la continuità dell’operatività dell’azienda», si legge in una nota ufficiale, a entrambi gli executive è stato chiesto «di prolungare il loro mandato fino a quando non saranno individuati i rispettivi successori»

Ma a stupire è proprio il fatto che al momento pare non esistere alcun piano B. Non è peraltro la prima volta che Kempinski si trova al centro di situazioni insolite: quattro anni fa lo storico ceo del gruppo, Reto Wittwer, si era infatti dimesso per essere successivamente denunciato per frode al tribunale di Ginevra da parte della sua stessa compagnia. Una vicenda poi conclusasi con un nulla di fatto e il ritiro delle accuse da parte della società, ma che certo non aveva giovato all’immagine del gruppo. E proprio Semer e Lubbe avevano contribuito grandemente a ricostruire la reputazione del brand, aumentandone tra l’altro il valore del 35% negli ultimi tre anni. Ora il gruppo deve affrontare una nuova emergenza e una situazione così confusa non potrà che dare adito a ulteriori speculazioni.

Già in occasione dell’ultima Itb di Berlino, riporta il magazine tedesco hospitalityinside.com, si inseguivano voci di una possibile messa in vendita della compagnia: rumours posti immediatamente a tacere dall’azionista di maggioranza, il primo ministro del Bahrain, Khalifa bin Salman Al Khalifa, che detiene il 70% delle azioni. Il futuro tuttavia appare davvero incerto. Tanto più che, proprio in questo periodo, ben otto dei 78 hotel affiliati al brand devono rinnovare i contratti, inclusi tra gli altri il Grand Hotel Kempinski di Ginevra e l’Emirates Palace di Abu Dhabi.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti