25 July 2017

Santa Fè, New Mexico: la storia dell’hotellerie americana a La Fonda

[ 0 ] Fiere & Eventi

La Fonda nei primi anni del secolo scorso

Il New Mexico, al di là delle bellezze naturali indiscusse, detiene un curioso record. Vi sono prove che già nel 1610 era attivo quello che oggi è l’hotel La Fonda di Santa Fè, il che ne fa il più antico lodge d’America ancora in funzione. Vi sono anche prove che nel 1800 questo edificio fosse un albergo, infatti in spagnolo la fonda significa “locanda”. Oggi La Fonda on the Plaza è l’unico albergo che si affaccia sulla piazza di Santa Fè, combinando storia e charme in un’unica soluzione. Attraverso varie vicissitudini si arriva agli anni ’20 dello scorso secolo, quando dopo aver raccolto 200mila dollari fu iniziata la costruzione del presente hotel che aprì nel dicembre 1922, gestito dalla Fred Harvey Company. Harvey era un immigrato britannico che arrivò a soli 17 anni nel 1853 e fece ogni sorta di lavoro fino a che si impratichì del concetto di ospitalità che fece proprio enfatizzandone la parte legata alla ristorazione. Per farla breve arrivò ad avere e gestire oltre 60 alberghi e ristoranti nel Southwest. Harvey è famoso per avere anche creato la compagnia delle “Harvey Girls,” donne rigorosamente single che venivano istruite in maniera approfondita dando vita ad un concetto davvero “avanti” per l’epoca. Fra il 1883 e il 1965, si stima ci siano state più di 100mila Harvey Girls.
Fra il 1926 e il ’29 Mary Elizabeth Jane Colter, architetto, famosa per molti edifici disegnati nell’area del Gran Canyon, allargò la struttura aggiungendo anche un piano, il V, e aggiunse la “Bell Tower” oggi icona della città, mentre il giardino interno fu creato nel 1970 con il nome di La Plazuela. Lo stile dell’hotel è ispirato all’architettura dei pueblo spagnoli, con i colori e materiali dei pueblo indiani. E così via, aggiunte e miglioramenti fino ai giorni nostri, soprattutto grazie a Sam and Ethel Ballen , una coppia di New York, che nel 1967 acquistò la proprietà, lavorandovi alacremente fino alla loro scomparsa a metà degli anni 2000, ma preservando La Fonda e migliorandola in maniera esemplare e facendone uno dei più famosi alberghi del Paese.
Oggi La Fonda offre 180 guest room e nel 2016 fu completata l’ultima ristrutturazione, quella delle parti comuni, del gift shop e del business center. La struttura ha vinto numerosi riconoscimenti nel settore ospitalità  e il più recente è stato il  Condé Nast Traveler’s “2015 Gold List of Historic Hotels” oltre ad essere riconosciuto come uno dei “the top ten hotel in the world”.




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti