22 March 2019

Oltre 20mila dipendenti di AccorHotels mobilitati in iniziative di solidarietà

[ 0 ]

Solidarietà presso ibis Milano Fiera

Oltre 20mila dipendenti di AccorHotels sono stati direttamente coinvolti a favore dei più bisognosi, negli ultimi 10 anni, grazie alle iniziative caritatevoli di un fondo di solidarietà appositamente creato. Le iniziative di aiuto si svolgono ogni anno, per una settimana, in dicembre. Anche quest’anno, nel decennale dalla fondazione, la Solidarity Week è stata attuata nelle varie strutture italiane.

Il gruppo alberghiero, che dalle origini ha portato a termine oltre 300 progetti beneficando circa 230mila persone in 45 Paesi, ha misurato adesso i risultati della sua attività, tramite uno studio condotto dalla società di consulenza Kimso, utile a mettere a fuoco gli ambiti su cui meglio investire le risorse del fondo Solidarity AccorHotels. Per selezionare i progetti proposti dai collaboratori e valutarli, sono operativi un consiglio di amministrazione e un comitato di selezione dedicati.

Emerge che per combattere l’esclusione economica e sociale delle persone che vivono in condizioni di grave povertà – e farlo in concreto – ci sono due aree chiave: l’integrazione professionale, che si articola nel doppio filone della formazione professionale, col sostegno a programmi di apprendistato professionale e sviluppo economico, e il supporto alla creazione di attività generatrici di reddito; il sostegno a lungo termine in situazioni di emergenza, aiutando le popolazioni locali a gestire le conseguenze immediate e a lungo termine delle crisi umanitarie.

In Italia anche quest’anno svariati i progetti che hanno mobilitato i dipendenti nella Solidarity Week 2018. Ibis Verona si è fatto portavoce della mission della fondazione Più Di Un Sogno, onlus in favore delle persone con sindrome Down e disabilità intellettive attraverso l’esposizione dei prodotti della fondazione.

A Milano, l’ibis Milano Centro, Novotel Milano Linate, Novotel Milano Ca’ Granda e ibis Milano Fiera, si sono dedicati a iniziative filantropiche, appoggiando il lavoro di vari enti e associazioni: la Pro Tetto onlus, la no profit Onos, la parrocchia di S.Paolo e le suore Marcelline, l’associazione “Dottor Sorriso”: tante iniziative come pranzi e lvendita di panettoni. Il Novotel Bologna Fiera ha contribuito al progetto di Operazione Pane, per regalare un pasto caldo nelle 14 mense francescane in Italia. Il Mercure Roma Eur ha devoluto il ricavato di una cena solidale ad Amurat per la costruzione di una pompa solare in Burkina Faso, progettata dagli studenti dell’Itis L.Nobili di Reggio Emilia.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276233 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => AccorHotels aprirà a Dubai la più grande struttura al mondo a marchio Mercure. Il gruppo ha infatti ampliato e trasformato un’esistente struttura di sua proprietà in Sheikh Zayed Road - una delle strade più scenografiche di Dubai – nel Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments. L'apertura è prevista il 19 maggio 2017. Sono state rinnovate 120 esistenti camere che saranno adattate agli standard del marchio e uniranno il design classico a un’estetica moderna e contemporanea. La seconda fase dell'intervento prevede il miglioramento di camere e servizi aggiuntivi per soddisfare gli standard internazionali di AccorHotels, portando la categoria dell’hotel da 4 a 5 stelle per le suite. I lavori di trasformazione e rinnovamento saranno completati entro la fine del 2018, quando l'hotel conterà 1.015 camere. «Con questa operazione di rebranding miriamo a rivitalizzare una proprietà simbolo negli Emirati, grazie ai rigorosi standard qualitativi del marchio Mercure - ha spiegato Olivier Granet, managing director & coo di AccorHotels Medio Oriente e Africa -. Questo è indice dell’impegno del gruppo nell’espandere la propria presenza in ogni segmento mercato, così da soddisfare le aspettative degli ospiti. Con il Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments speriamo di colmare il vuoto nel mercato dell’ospitalità che si registra specialmente negli Eau, anche in vista del loro obiettivo di attrarre 20 milioni di visitatori entro il 2020». Ad oggi AccorHotels conta 38 strutture negli Emirati Arabi, a cui se ne aggiungono 22 in fase di sviluppo. In Medio Oriente il gruppo è presente con 94 hotel per un totale di 28.500 camere in strutture che vanno dal lusso al segmento economy. Il network regionale del gruppo è destinato a raddoppiare con l’aggiunta di altre 26.800 camere circa. [post_title] => AccorHotels apre a Dubai il più grande Mercure del mondo [post_date] => 2017-04-21T11:24:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492773842000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276002 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Secondo “Hundredrooms.it” comparatore online di alloggi turistici nato nel 2014 come risposta all’aumento della domanda di alloggi alternativi alle strutture tradizionali, Roma compare nella classifica delle capitali più vegan – friendly. Numerose ricerche dimostrano che la scelta di mangiare sano e cruelty free è in forte crescita ed è in grado di stimolare anche il turismo. La classifica di Hundredrooms, basata sul numero di ristoranti vegan in relazione al numero di abitanti delle città,  è colma di sorprese: Lisbona, Portogallo, la città più vegan-friendly d’Europa conta più di un centinaio di ristoranti e negozi per vegani e vegetariani su una popolazione di appena 550 mila abitanti. Praga, Repubblica ceca si piazza al secondo posto nonostante la gastronomia ceca si basi su piatti a base di carne. A Praga vi sono 34 ristoranti vegani riconosciuti su circa 1milione 260mila abitanti. Terza Varsavia, Polonia che ha fatto accorgere anche il Financial Times, nel suo giro del mondo gastronomico del cambiamento culinario della capitale polacca.  Qui si trovano più di un centinaio di ristoranti e negozi che stanno riscrivendo la storia culinaria polacca, non fatta solo di vodka e pesce.  Appena fuori dal podio Barcellona, Spagna, considerata la città più vegan-friendly di tutta la Spagna sin dal 2009. Buona quinta, inaspettatamente, Roma! Riuscirà il Paese con la cucina più buona al mondo ad adattarsi all’universo vegano? La sfida è aperta, dato che la capitale d’Italia conta già una cinquantina di ristoranti di questo tipo. [post_title] => Roma, capitale... vegana [post_date] => 2017-04-19T11:33:29+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492601609000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275971 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Inizio d'anno ricco di novità per Traghettilines.it, brand di Prenotazioni 24: «Abbiamo attivato numerose collaborazioni tra le quali segnalo la convenzione soci Aci pubblicata e disponibile nel nostro portale - spiega Silvia Cioni (nella foto), direttore commerciale di Prenotazioni 24 -. Inoltre, l’azienda ha deciso di intraprendere iniziative solidali sostenendo i progetti di alcune onlus e fondazioni italiane. Si tratta di una scelta importante, che ci permette di essere utili nel campo della solidarietà; abbiamo attivato una serie di raccolte fondi e donazioni dando così anche ai nostri utenti l’opportunità di contribuire direttamente online. Ma c’è grande soddisfazione anche per l’ultimo nato di Prenotazioni 24, il sistema di booking traghetti creato ad hoc per le agenzie di viaggio: stiamo parlando di TraghettiGDS, lo strumento di lavoro ormai in uso a migliaia di agenzie sul territorio, che a soli due anni dal suo esordio continua a ricevere consensi grazie alla sua praticità d'utilizzo. Abbiamo aumentato le funzioni del nostro gestionale TraghettiGDS, in particolare abbiamo incrementato i collegamenti sulle tratte interne della Grecia (Cicladi, Dodecaneso, Nord Egeo) rispondendo così alle richieste del trade. Le agenzie di viaggio nostre partner, quindi, oltre a una più ampia offerta di linee e vettori prenotabili avranno ancora più benefit dedicati e maggiori strumenti di back office, senza dimenticare il call center e l’assistenza per le prenotazioni attivo 7 giorni su 7 e raggiungibile al numero 0565 912391». [post_title] => Traghettilines.it rilancia con TraghettiGDS [post_date] => 2017-04-19T09:12:29+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492593149000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275760 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Alitalia e i sindacati hanno raggiunto un verbale di confronto, un preaccordo, in cui le parti hanno preso atto di una serie di elementi e concordano su una serie di misure tra cui la riduzione degli esuberi tra il personale di terra a tempo indeterminato da 1.338 a 980 e la riduzione del taglio degli stipendi all'8%. Il verbale verrà firmato soltanto dopo il referendum tra i lavoratori. Nel verbale si evidenzia, oltre alla riduzione degli esuberi e al minor taglio degli stipendi per il personale di volo, la necessità di accelerare la crescita dei ricavi, in particolare inserendo nuovi aeromobili per il lungo raggio. Per quanto riguarda gli esuberi, la riduzione avviene attraverso: superamento del progetto di esternalizzazione nelle aree di manutenzione e altre aree; ricorso alla Cigs entro maggio 2017 per due anni; l'attivazione di riqualificazione e formazione; misure di incentivazione all'esodo; miglioramento della produttività ed efficienza con rinvio in azienda entro maggio 2017 per la definizione. Per quanto riguarda il personale navigante, poi, sono previsti: scatti di anzianità triennali con primo scatto nel 2020; tetto all'incremento retributivo in caso di promozione pari al 25%; per i neo assunti applicazione del contratto Cityliner; riduzione dei riposi annuali da 120 a 108; esodi incentivati dei piloti e assistenti di volo; prosecuzione della solidarietà fino alla scadenza prevista per legge, 24 settembre 2018. Nel verbale, inoltre, si premette che: l'azienda attraversa una crisi economico-finanziaria, che un gruppo di azionisti e finanziatori propone una ripatrimonializzazione dell'azienda per circa 2 miliardi di cui 900 come nuova finanza, che il cda ha approvato un piano che prevede crescita dei ricavi e una significativa riduzione dei costi di cui circa un terzo riferito al costo del lavoro, che l'immissione di risorse finanziarie è propedeutica al rilancio della società. [post_title] => Alitalia: preaccordo al vaglio del referendum tra i dipendenti [post_date] => 2017-04-14T08:56:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492160186000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275618 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Pierre Mattei e i top manager di Corsica Sardinia Ferries acquisiscono la quota di maggioranza della compagnia corsa fondata da Pascal Lota. A seguito di una lunga riflessione, la maggioranza dei soci storici del gruppo Corsica Sardinia Ferries ha deciso di cedere la quota azionaria di maggioranza per il controllo della compagnia. In questo contesto, Pierre Mattei, presidente del comitato esecutivo della Lota Maritime dal 1999 e i top manager della compagnia hanno proposto, e i soci storici hanno accettato, un'offerta di acquisto per una quota azionaria di maggioranza. L’offerta di acquisto è stata costruita con il fermo intento di mantenere il livello occupazionale in Corsica Sardinia Ferries, di sviluppare il traffico verso la Corsica, la Sardegna e l’Elba e di preservare la radice profondamente corsa della compagnia. Pierre Mattei e il top management hanno la volontà di continuare il lavoro del presidente Pascal Lota – recentemente scomparso - e della sua famiglia al fine di garantire l’indipendenza e la grandezza della compagnia, continuando a portare avanti i principi che hanno reso forte Corsica Sardinia Ferries e sono pienamente mobilitati e personalmente coinvolti per assicurare una totale continuità di gestione, con l'obiettivo di sostenere il percorso di crescita in maniera duratura e responsabile e di rimanere un punto di riferimento per i clienti. «In poco meno di 50 anni, Corsica Sardinia Ferries è salita ai primi posti tra gli operatori del trasporto marittimo verso la Corsica, la Sardegna e l’Elba - afferma Pierre Mattei, presidente del comitato esecutivo della Lota Maritime-Corsica Ferries -. Oggi misuriamo la nostra responsabilità anche di soci ed è importante per noi che la compagnia mantenga una posizione di primo piano nel panorama economico della Corsica e dell’Europa, al fine di garantirne la continuità e il futuro dei suoi dipendenti. Con i miei soci, stiamo continuando il lavoro iniziato da Pascal Lota nel 1968, per una Corsica Sardinia Ferries sempre innovativa e di successo».       §§   [post_title] => Corsica Sardinia Ferries, i top manager acquisiscono la maggioranza [post_date] => 2017-04-13T09:45:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492076748000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275591 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => AccorHotels ha acquisito VeryChic, piattaforma digitale per la vendita privata di hotel e appartamenti di lusso, crociere e soggiorni upscale. Fondato nel 2011 da Nicolas Clair, Hervé Lafont e Charles Decaux, VeryChic consente a più di 3.000 hotel partner di lusso e di alta gamma l’accesso a nuovi clienti tramite vendite private. VeryChic seleziona con attenzione gli hotel in offerta, situati in più di 40 paesi in tutto il mondo, per garantire un’esperienza personalizzata ai suoi membri.VeryChic offre attraverso il suo sito internet e la sua app più di 4 mila vendite private a prezzi esclusivi, dialogando con più di 5 milioni di membri. Steven Daines di AccorHotels commenta: «Nicolas, Hervé e Charles sono riusciti a guadagnare la fiducia di milioni di membri costruendo migliaia di partnership con altrettanti hotel grazie alla loro esperienza nel campo delle vendite private di lusso. Il nostro obiettivo è quello di supportare VeryChic nella sua crescita internazionale, in modo da consolidare la sua leadership e beneficiare della loro esperienza così da offrire ai nostri clienti un portfolio di locations straordinarie e di grande attrattiva. Tutto questo offrendo ai nostri hotel una soluzione complementare per ottimizzare la distribuzione delle loro camere». [post_title] => AccorHotels acquisisce la piattaforma VeryChic [post_date] => 2017-04-12T15:50:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492012236000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275532 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha riaperto i battenti il Mercure Olbia, dopo un ampio restyling della struttura e dei servizi. Il brand midscale del gruppo AccorHotels riconquista così la Sardegna con un hotel dal design innovativo, che ricorda la forma di una nave. Situato nel cuore di Olbia, a breve distanza dalle spiagge sarde (disponibile un servizio shuttle gratuito che collega l’hotel alla spiaggia di Pittulongu), a 1,5 km dal Porto di Olbia e a 3 km dall’aeroporto Olbia Costa Smeralda, l’hotel rappresenta una soluzione ideale sia per i viaggi di lavoro che per soggiorni di piacere, alla scoperta dei colori e delle tradizioni di una delle più suggestive isole italiane. Il Vice President Operation Luigi Lima, responsabile del polo midscale, ha dichiarato: «Il nostro Mercure Olbia ritorna con molte novità che assicureranno un soggiorno ancora più confortevole. Auguro una nuova stagione di successo a tutto lo staff e una gradita permanenza a tutti i nostri ospiti». La struttura dispone di 112 camere e sei suite distribuite su cinque piani e dotate di tutti i comfort. Rinnovati anche l’area spa di 2.000 mq e il centro fitness, a cui si aggiunge un’attrezzatissima area kids per gli ospiti più piccoli. Completano l’offerta dell’hotel una nuova sala meeting polifunzionale, dotata di moderne tecnologie A/V e luce naturale (capienza fino a 130 persone), un raffinato Caffè Bistrot all’insegna dei sapori locali e un servizio “tailor made” di banchettistica per eventi e meeting. Possibilità di parcheggio gratuito interno ed esterno. [post_title] => Riapre dopo il restyling il Mercure Olbia di AccorHotels [post_date] => 2017-04-12T13:58:44+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492005524000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275075 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aprirà il prossimo 2 maggio un bando da 32 milioni di euro per finanziare interventi di riqualificazione su alberghi, bed & breakfast, ristoranti ed esercizi pubblici in Lombardia. Lo ha annunciato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini: «È la misura più importate della legislatura in questo ambito e arriva dopo un anno straordinario per il turismo. Il 2016 rappresenta infatti l’anno del successo internazionale del Floating Piers sul Lago d’Iseo, l’anno dell’affermazione della nostra grande vocazione turistica e, soprattutto, l’anno della svolta politica e amministrativa che abbiamo voluto imprimere a questo settore, che è uno degli ambiti più promettenti e in crescita dell’economia lombarda. Abbiamo predisposto una serie di misure organiche rivolte agli operatori per accompagnarli a consolidare questo trend positivo in un cammino dove la qualità delle strutture ricettive gioca una partita determinante. Per migliorare l’accoglienza stiamo inoltre rivoluzionando i nostri punti informativi sul territorio e offrendo agli operatori un percorso innovativo di formazione. E con uno stanziamento di ben 32 milioni di euro – ha concluso Parolini – completiamo questa prospettiva di cambiamento, presentando oggi agli imprenditori del settore l’opportunità di ricevere contributi fino a 40mila euro, a fondo perduto, per finanziare i loro progetti di riqualificazione». I destinatari del bando sono strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere gestite in forma imprenditoriale, ivi compresi i bed & breakfast, e pubblici esercizi intesi come attività dei servizi di ristorazione (bar, ristoranti, street food). I progetti di riqualificazione devono riguardare: enogastronomia & food experience; Natura & green; Sport & turismo attivo; Terme & benessere; Fashion e design; Business congressi & incentive. Spese ammissibili: arredi, impianti, macchinari, attrezzature, strutture (piscine, aree verdi, dehors, zone fitness); acquisto e installazione di hardware, software o tecnologie innovative; opere edili-murarie e impiantistiche. Contributo a fondo perduto: 40% dell’investimento ammissibile, fino ad un massimo di 40 mila euro, 15 mila per i bed & breakfast (investimento minimo di 20 mila euro). Le domande di contributo potranno essere presentate dalle ore 12 del 2 maggio 2017 fino ad esaurimento risorse attraverso il portele SiAge di Regione Lombardia. Maggiori dettagli sul bando sono disponibili a questo link. [post_title] => Lombardia, bando da 32 milioni per strutture ricettive e ristoranti [post_date] => 2017-04-06T15:25:26+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491492326000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 274802 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => FlixBus, grazie alla partnership con SisalPay, rende possibile l'acquisto negli oltre 40mila punti vendita SisalPay presenti sul territorio italiano, dei voucher validi per prenotare online o via app il proprio viaggio con FlixBus oppure per fare un regalo originale. Andrea Incondi, managing director di FlixBus Italia, ha affermato: «Siamo orgogliosi di collaborare con SisalPay e ampliare il ventaglio dei nostri canali d’acquisto, per essere ancora più capillari e diffondere ulteriormente l’accesso a una mobilità per tutte le tasche». I voucher sono disponibili in 8 tagli (da un valore minimo di 10 € a un valore massimo di 100 €), e corrispondono ad un credito scalabile per l’acquisto di viaggi online o via app, utilizzando il pin riportato sulla ricevuta, con un anno di validità dalla data d’acquisto. Il processing dell’operazione è affidato a Domec, Fintech company attiva nel settore dei sistemi innovativi di pagamento e della loyalty. [post_title] => Flixbus in partnership con SisalPay [post_date] => 2017-04-04T10:58:35+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491303515000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti