23 October 2019

Indigo sbarca nella Laguna con il Venice Sant’Elena

[ 0 ]

Si chiama Indigo Venice – Sant’Elena il primo albergo della Laguna del brand Ihg dedicato ai boutique hotel. Gestito da Hnh Hospitality, che agisce in questo caso da “white label company”,  la struttura si trova nel cuore della città, vicino a Rio Sant’Elena. Allestito in un monastero degli anni ’30, il Venice – Sant’Elena offre 75 camere distribuite su due ali unite al centro da quella che era una cappella. L’hotel vanta anche un cortile interno e un ristorante, nonché ampie finestre e soffitti alti, che richiamano l’atmosfera del quartiere e l’architettura originale.

Ma soprattutto la struttura dispone di un giardino privato, una rarità per Venezia, nel quale gli ospiti possono accomodarsi, gustare un cocktail e rilassarsi dopo una giornata di esplorazione. Gli interni ripropongono le caratteristiche originali dell’edificio, con influenze orientali ispirate alla tradizione e alla storia della città e tocchi di modernità a fare da contrappunto al classico stile veneziano. I lussuosi cuscini di velluto disposti sulle poltrone in pelle e le lampade in ottone sparse in tutto l’hotel contrastano con le boiserie della hall e il piano del bar in marmo verde smeraldo. Opere Ebru nelle zone comuni rievocano le storiche carte marmorizzate, introdotte nel repertorio veneziano di stampe in legno, incisioni su rame e rilegature in cuoio.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353834 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce la ricaduta del turismo via mare sui territori toccati dalle navi, ma soprattutto aumenta il traffico complessivo della crocieristica, così come dei traghetti, degli aliscafi e dei catamarani. Più articolato, invece, il giudizio sulla nautica, mentre anche il comparto dei traghetti soffre ancora di un certo ritardo in tema di standard dell'offerta. Sono i risultati principali dell'ultima edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report, presentato ad Ancona da Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, in apertura della quarta edizione dell'Adriatic Sea Forum - cruise, ferry, sail & yacht. Nel 2018 sono ammontate in particolare a 420 milioni di euro le spese turistiche a terra sostenute dai crocieristi e da chi sceglie di muoversi in traghetto, in aliscafo o in catamarano per le proprie vacanze in Adriatico (escursioni e visite, pernottamenti, pre-post viaggio, shopping e ristorazione...). In termini di traffico complessivo, le previsioni di Risposte Turismo per il 2019 parlano quindi di 5,52 milioni passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 7,3% rispetto al 2018. In aumento pure le toccate nave (+7,2%), per un totale di 3.307 approdi. L’anno in corso dovrebbe invece chiudersi con Venezia saldamente al primo posto con 1,56 milioni di crocieristi movimentati (stabile rispetto al 2018) e 502 toccate nave (stabile), seguita da Corfù con 787 mila crocieristi (+7%) e 416 toccate nave (+0,7%), nonché Dubrovnik, con 745 mila crocieristi (+1,8%) e 475 toccate nave (+8,4%). Ma l'Adriatic Sea Tourism Report contiene anche un focus dedicato alla movimentazione passeggeri su traghetti, aliscafi e catamarani. L’anno in corso dovrebbe in particolare chiudersi con una leggero aumento ulteriore rispetto ai già positivi risultati registrati nel 2018 (19,74 milioni di passeggeri movimentati, +2,4% sul 2017): il migliore degli ultimi dieci anni. Tra i porti esaminati, le previsioni 2019 sono positive per Zara (2,43 milioni di passeggeri movimentati, + 1-2%), Durres (875mila, +2,6%), Dubrovnik (575mila, +3%), Sibenik (300mila, +3%), Rijeka (150mila, 16%) e Pola (12mila, +2,2% su rotte costiere e stabile sulle rotte internazionali). Stabile, al contrario, la movimentazione passeggeri prevista a fine anno nei porti di Ancona, Saranda, Porec, Trieste, Rovigno, Pesaro e Umago/Novigrad. Il rapporto, infine, prova a gettare uno sguardo anche sul comparto nautico dei sette Paesi che si affacciano sull'Adriatico. Tra questi, l’Italia conferma la propria leadership nell’area con 186 marine (56% del totale) e oltre 49 mila posti barca (il 65,6% del totale). A seguire Croazia (125 marine e oltre 17.400 posti barca) e la coppia Slovenia – Montenegro, con 8 marine e, rispettivamente, poco più di 3.100 e 2.800 posti barca. L’analisi del versante italiano dell’Adriatico fa tuttavia emergere uno scenario in chiaro scuro: se da un lato infatti alcune strutture stanno riscontrando un periodo di difficoltà, continuando tuttavia a operare in attesa di nuovi investitori e della ripresa del mercato, dall’altro sono in programma nel prossimo biennio importanti ampliamenti, per complessivi ulteriori 2.570 posti barca. «Nonostante i nodi da sciogliere su Venezia, il traffico crocieristico quest’anno crescerà significativamente in Adriatico grazie al lavoro compiuto da tutti gli operatori attivi nell’area – è il commento di di Cesare -. Viceversa, il comparto dei traghetti continua a prestarsi a una doppia lettura. Da un lato, infatti, si evidenzia la sua rilevanza nelle direttrici di spostamento dei turisti in Adriatico e le ampie potenzialità di crescita, dall’altro si registra ancora un ritardo rispetto agli standard, per esempio di offerta e di promozione, che altre soluzioni di trasporto hanno adottato da tempo. Per la nautica, infine, le indicazioni che abbiamo raccolto attraverso la nostra indagine fanno intravedere uno 2019 positivo. Ciò potrebbe tradursi in un maggior tasso di occupazione delle marine che oggi, per dimensioni e standard, sono già pronte ad accogliere livelli più elevati di traffico». [post_title] => Bene il turismo via mare in Adriatico ma i traghetti possono fare di meglio [post_date] => 2019-05-31T09:15:44+00:00 [category] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => adriatico [1] => francesco-di-cesare [2] => in-evidenza [3] => risposte-turismo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Adriatico [1] => Francesco di Cesare [2] => In evidenza [3] => Risposte turismo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559294144000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353724 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lo split ticket e la nuova funzionalità Easy Book Pro, che consente alle adv di realizzare pacchetti per i propri clienti usufruendo dell'organizzazione tecnica di Easy Market. Sono le novità 2019 della società romagnola di distribuzione di servizi turistici rivolti alle agenzie. A ciò si aggiunge inoltre l'annuncio di Revolution 2020: un investimento da oltre 300 mila euro che punta a migliorare sensibilmente la piattaforma Easy Market, grazie a un'interfaccia completamente nuova, più veloce e intuitiva e con un aspetto e un "feeling" assolutamente diverso rispetto a quella attuale. «E' un progetto molto importante, che cominceremo a testare con alcune adv selezionate a partire già dal prossimo mese di giugno», ha spiegato Massimiliano Renzi a margine dell'evento Revolution Spring Thai, realizzato a Milano dalla stessa Easy Market, in collaborazione con Amazing Thailand e Thai Airways. «Lo split ticket riguarda invece la possibilità di visualizzare e di acquistare dai gds i voli di andata e ritorno in maniera separata, e non più solo combinati secondo gli schemi imposti dalle compagnie e dagli stessi global distribution system - ha aggiunto il direttore commerciale di Easy Market -. Più importante ancora è però forse la funzione Easy Book Pro, che abbiamo sviluppato per venire incontro alla nuova normativa pacchetti in vigore dallo scorso 1° luglio. In questo modo, gli agenti hanno la tranquillità di lavorare nel pieno rispetto delle regole. Per intenderci, con questo sistema è un po' come se le adv agissero da product manager poggiando sull'organizzazione tecnica della nostra società. L'applicazione che abbiamo rilasciato da poche settimane è solo la versione 1.0. L'obiettivo è arrivare presto alla 4.0, che consentirà agli agenti di rimodulare i pacchetti già preparati, cambiandone semplicemente le date e ottenendo le nuove quotazioni in tempo reale». [post_title] => Easy Market annuncia la nuova piattaforma Revolution 2020 [post_date] => 2019-05-30T12:00:31+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559217631000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353669 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli hotel della catena Hard Rock, così come i ristoranti, hanno sempre deliziato gli ospiti con un display di memorabilia notevole a fare da arredamento. Ma oggi il gruppo sta producendo uno sforzo per arrivare ad un “next level” del tutto nuovo. The Seminole Hard Rock Hotel & Casino a Hollywood, Florida, ha appena annunciato i piani per una totale espansione di un miliardo e mezzo di usd, che includerà tre torri, una delle quali sarà l’unica sul pianeta ad avere la forma di una chitarra. La torre che ospiterà 638 camere, che dovrebbe completarsi questo autunno, è parte di un più ampio piano che include l’espansione del piano con i giochi d’azzardo, la nuova Rock Spa, 13.5 acri di spazi di ricreazione bastati sull’acqua e molto di più. Per dare qualche cifra, l’espansione del piano dedicato al casinò, porterà circa 200 altri tavoli da gioco, e più di 3mila slot machine. Il nuovo casinò della superficie di circa 3000 mq, includerà una High Limit Slot room con puntate da 1 a 1000 usd. Sedici ristoranti unici e 20 bar, inclusi quelli notturni, saranno aggiunti alla proprietà di Hollywood. Sarà pronta per l’inaugurazione anche una piscina-laguna di 13.5 acri di superficie con tre distinti fronti acquatici ed aree separate: la spiaggia vera e propria, creata con vera arena della Florida e costellata di sdraio, una laguna tropicale privata con palme e cascatelle, una larga area larga 300 dedicata allo sport come canoa, paddle- boarding ed altro. Ci sarà anche una arena per gli spettacoli da 6,500 posti. Il complesso aprirà i battenti il 24 ottobre, ma le prenotazioni saranno attive a partire dal 24 luglio. Il grand opening vedrà un concerto dei Maroon 5 e i biglietti acquistabili dal 31 maggio. [post_title] => Florida: sorgerà qui il prossimo Hard Rock hotel a forma di chitarra [post_date] => 2019-05-30T09:33:20+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559208800000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353622 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Freccia Gialla è l’Hsc Corsica Express Three, che sarà operativo dal 29 maggio al 30 settembre 2019, con più di 1.200 corse e fino a 7 partenze al giorno da e per l’isola. L’Hsc Corsica Express Three ha una capienza di 150 auto e una capacità di trasporto di 535 passeggeri, che viaggeranno comodamente seduti nelle poltrone business class, disponibili senza il pagamento di alcun supplemento. «La Freccia Gialla garantirà velocità, frequenza e comodità, grazie al tempo di traversata molto breve e alla rapidità delle operazioni di imbarco/sbarco, oltre che tariffe competitive - ha dichiarato Raoul Zanelli Bono, direttore commerciale di Corsica Sardinia Elba Ferries -. La nostra proposta commerciale e il nostro impegno per l’Elba sono stati premiati, con oltre 1.300.000 passeggeri trasportati dal 2012». [post_title] => Elba Ferries con la Freccia Gialla tra Piombino e Portoferraio [post_date] => 2019-05-29T12:29:23+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559132963000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353562 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Traghettilines.it rilancia l’iniziativa dei coupon sconto in regalo a tutti i clienti che prenoteranno un traghetto per la Sardegna, con l'obiettivo di incentivare i flussi turistici verso l'isola. Per tutta la stagione estiva 2019 chi acquisterà un biglietto per la Sardegna su www.traghettilines.it riceverà in omaggio, poco prima della partenza, un carnet di coupon sconto da utilizzare presso le migliori attrazioni turistiche del luogo. «La scorsa stagione l’iniziativa è stata un grande successo - spiega Silvia Cioni, direttore generale dell’azienda –. I nostri clienti hanno apprezzato moltissimo e le attività convenzionate hanno ottenuto un buon ritorno di immagine e di clientela. Per questo motivo, per la stagione 2019 abbiamo non soltanto rinnovato tutte le attività proposte nel 2018 ma addirittura aumentato il numero delle aziende aderenti: parchi natura e parchi acquatici, mountain bike, trekking e snorkeling guidati, gite in barca tra le calette  più suggestive, degustazioni di prodotti tipici sardi, visite alle terme romane e molto altro. Ogni anno migliaia di persone viaggiano con un biglietto del traghetto emesso da noi, offrire un benefit ai nostri viaggiatori significa far loro trovare in mano molto più di un biglietto del traghetto: i presupposti di una vacanza speciale».   [post_title] => Traghettilines.it rilancia il coupon sconto per chi prenota la Sardegna [post_date] => 2019-05-29T09:10:19+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559121019000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353534 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Raffles Hotels & Resorts annunicia l'apertura di due importanti nuovi hotel, Raffles Shenzhen e Raffles Maldive Meradhoo. Le strutture hanno aperto le proprie porte all'inizio di maggio ed è già possibile effettuare prenotazioni sul sito web del marchio: raffles.com. Un paradiso per i reali, le stelle del cinema, gli scrittori e gli artisti, gli hotel e i resort Raffles sono stati teatro di molti eventi culturali e aneddoti straordinari. «La collezione Raffles comprende ora 14 proprietà in 12 paesi, con una lista attentamente curata di indirizzi distinti nei principali mercati di tutto il mondo - ha dichiarato Chris Cahill, deputy ceo Accor - Con una storia lunga più di 130 anni, Raffles sta vivendo un momento di rinascita, con una pipeline di progetti robusta che vedrà il portfolio aggiungere altri 8-10 hotel nei prossimi anni». Il Raffles Shenzhen presenterà il massimo del lusso e del servizio su misura a Shenzhen con un totale di 168 camere spaziose e residence serviti direttamente dall’hotel. Nel sud dell'arcipelago delle Maldive, il  Raffles Maldives Meradho permette invece di evadere dalla vita di tutti i giorni in un posto lontano dal mondo. Circondato dalle acque cristalline dell'Oceano Indiano la struttura comprende 21 ville sulla spiaggia e 16 ville sull'acqua. Gli ospiti dopo un volo interno, vengono trasportati in motoscafo nell'oasi privata di Meradhoo, dove ricevono le attenzioni dei maggiordomi Raffles, insieme a un servizio esclusivo sulla spiaggia,  un club per bambini e chef privati.   [post_title] => Raffles Hotels: due nuove strutture in Cina e alle Maldive [post_date] => 2019-05-28T15:20:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559056808000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353359 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In occasione del 50esimo anniversario del piccolo grande passo di Neil Armstrong e dell’umanità intera, lo sbarco sulla Luna sbarca in Val D’Ega con una serie di eventi che, dal 14 al 21 luglio 2019, regalerà agli appassionati di astronomia momenti indimenticabili sulle Dolomiti, tra appuntamenti serali, osservazioni ed escursioni notturne nel contesto del primo A’‘strovillaggio d’Europa. Organizzate dal comune di Cornedo all’Isarco in collaborazione con il Planetarium Alto Adige, con l’associazione astrofili “Max Valier” e l’Associazione Turistica di Collepietra, le celebrazioni dello storico allunaggio dell’Apollo 11 vogliono sottolineare l’importanza della navigazione spaziale e il contributo dato dalla ricerca alla costruzione del nostro futuro. Si comincia domenica 14 luglio con un’escursione notturna in compagnia dell’astrofisico David Gruber al monumento a Christomannos, sul Catinaccio, dove una tempesta stellare di informazioni, curiosità e approfondimenti sull’universo travolgerà i partecipanti, prima del ritorno all’Astrovillaggio di Collepietra. Venerdì 19 luglio sarà la volta di uno speciale evento serale in programma presso l’Osservatorio astronomico di San Valentino in Campo di Sopra. Toccherà a Marco Fuchs illustrare la navigazione spaziale europea dallo sviluppo delle tecnologie spaziali fino all’insediamento permanente sulla Luna. L’ex astronauta dell’ESA Waleri Tokarew presenterà una relazione dedicata alla presenza dell’Uomo nello spazio, mentre l’astrofisico David Gruber intratterrà i presenti con la sua “Magnificent desolation”.  Saranno infine la piazza di Valentino in Campo, il Planetario e l’Osservatorio di Valentino in Campo di Sopra a ospitare gli appuntamenti di sabato 20 e domenica 21 luglio, tra i quali le bellissime escursioni guidate con osservazioni solari, l’avvincente prima cinematografica del film “CAPCOM GO”.     [post_title] => Val d'Ega, un Astrovillaggio per il 50enario dello Sbarco sulla Luna [post_date] => 2019-05-27T14:37:46+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558967866000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353000 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Quale miglior luogo per una luna di miele se non lo splendido arcipelago dell’Oceano Indiano? Tutti i resort, di ogni livello e conduzione hanno pacchetti speciali dedicati gli sposi che rappresentano una bella fetta di clientela. Azemar, nella sua programmazione sulle Maldive, basata su 50 resort offerti in commercializzazione e due perle dell’accoglienza di proprietà, e quindi con la possibilità di personalizzare ulteriormente il benvenuto, propone speciali condizioni per il Cocoon Maldives e lo You & me by Cocoon. Vediamo di cosa si tratta: [caption id="attachment_353049" align="alignright" width="300"] La romantica spiaggia del Cocoon[/caption] Il Cocoon, si trova sull’isola di Ookolhufinolhu, una delle 54 isole situate nella parte sud dell’atollo di Lhaviyani, a circa 30 minuti di volo dall’aeroporto internazionale. Cocoon è il primo resort di design alle Maldive, e con le sue 145 camere vede 50 beach villa, 5 family beach villa, 25 beach suite, 5 beach suite con piscina, 40 lagoon villa e 20 lagoon suite, tutte incastonate nella vegetazione. Agli sposi è offerto un set di benvenuto di cioccolatini e bottiglia di vino in camera all’arrivo, che sarà poi seguita da una cena romantica a lume di candela per la coppia. Il soggiorno minimo richiesto per usufruire di questo pacchetto è di quattro notti entro sei mesi dalla data di matrimonio. [caption id="attachment_353052" align="alignleft" width="300"] Una cena romantica sott'acqua? H2O restaurant[/caption] Se il Cocoon è un nido dove prepararsi a vivere assieme, lo You & Me by Cocoon, è ancora più intimo e vivibile, oltre a essere un resort “child free”. L’ospitalità raffinata ma senza fronzoli è proposta da  109 camere, delle quali 99 overwater e dieci beach, divise in sette livelli secondo esposizione e presenza o meno di piscina privata. Per un soggiorno di minimo sei notti, l’accoglienza dei novelli sposi parte con il set di cioccolatini e bottiglia di vino in camera all’arrivo, arricchito da un’interessante proposta di upgrade di camera in base alla disponibilità al check-in. Con soggiorni di minimo sette notti, oltre ai benefit sopra citati, si potrà avere una cena romantica a lume di candela per la coppia e un massaggio di coppia al centro Elizabeth Arden. Esistono anche pacchetti dedicati (wedding package) per chi volesse celebrare la cerimonia in loco, tenendo comunque conto che il matrimonio contratto alle Maldive non ha validità religiosa, mentre a Zanzibar si può anche celebrare come rito religioso. [caption id="attachment_353055" align="alignright" width="300"] Una romantica camera del Gold Zanzibar beach house & spa[/caption] Zanzibar, perché esiste una terza struttura di proprietà Azemar, il Gold Zanzibar beach house & spa ad Unguja, nella parte nord ovest, che propone agli honeymooners uno sconto del 10% su quota soggiorno in all inclusive, bottiglia di spumante e cesto di frutta in camera all’arrivo, possibilità di upgrade di camera se disponibile al momento del check-in, cena romantica a lume di candela per la coppia, il tutto su un soggiorno di quattro notti minimo. [post_title] => Viaggi di nozze alle Maldive: le proposte firmate Azemar [post_date] => 2019-05-23T10:36:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558607802000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352776 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352780" align="alignleft" width="300"] Il ristorante H2O: vetrata panoramica[/caption] H2O, semplicemente la formula dell’acqua. Ma dietro a questa formula chimica c’è il nome dell’underwater restaurant della struttura maldiviana che Azemar propone fra le tante e che, aperta dal 1 marzo, promette di divenire uno dei must dell'arcipelago, fra i più di 120 resort operanti ognuno con le proprie peculiarità, ma difficilmente caratterizzati come grazie alla  personalissima "aura" dello You & Me by Cocoon. Adagiato 6 metri sotto il livello del mare, a circa trecento metri di distanza dal pontile del resort, isolato e raggiungibile sono in barca, offre un raffinatissimo ambiente dove consumare un pranzo o una cena esclusivi, attesi da una brigata di cucina eccellente circondati dalle finestre panoramiche affacciate sul fondo del mare che pullula di pesci multicolori, offrendo scene di vita sottomarina impagabili. [caption id="attachment_352779" align="alignright" width="300"] H2O: Giovanni De Ambrosis, assieme ai due giovani assistenti Daniele Provezza da Brescia, responsabile di H2O e Davide Bassi da Milano[/caption] Si arriva alla club house e, da lì, si scende, dopo avere attraversato una sala di benvenuto, con due rampe di scala a chiocciola o in ascensore, nella sala che prevede 9 tavoli per un totale di 24 coperti. Anche qui Veuve Cliquot declinato con tutti i sapori della raffinata cucina, in un ambiente naturale unico. L’H2O  è un ristorante sottomarino, "primo del suo genere", completamente sommerso, che regala, in un ambiente dagli arredi raffinatissimi sui toni del nero e del grigio, ai commensali, la veduta delle Maldive da sott’acqua, ma perfettamente asciutti, protetti da un guscio di spesso pexiglas, circondati da un mondo che pullula di vita. Un’osservazione stupefacente e privilegiata mentre ci si gode un pasto pregiato, con cinque portate a pranzo e sette a cena (180/280 usd). [caption id="attachment_352811" align="alignleft" width="285"] De Ambrosis presenta il menù. Alle sue spalle Laura Busnari H2O ambassador[/caption] E’ qui che l’equipe coordinata dal corporate chef, Giovanni De Ambrosis, assieme ai due giovani assistenti  Daniele Provezza da Brescia, che si occupa dell' H2O, e Davide Bassi da Milano entrambi venticinquenni e molto promettenti, mette in campo tutta la propria capacità di stupire i commensali con manicaretti molto sofisticati, ancora più apprezzabili per ambientazione, servizio e piacevolezza dei vostri anfitrioni, coordinati dalla deliziosa Laura Busnari, "H2O ambassador", riconoscibile dal papillon, bretelle, All star, tutto rosa. Un esempio di menù? Eccolo... Blinis al caviale Osetra, potage di ceci, gremolada e gamberi reali Plateau royal, olio al placton, citronella e ampolla di mango, di assoluta e unica creazione di De Ambrosis Risotto Carnaroli al tartufo e aragosta della laguna, Intermezzo tropicale al sentore di zenzero, Filetto di branzino con purea di piselli affumicata, Dolce "momento con sorpresa" ai due cioccolati Tutte le portate vengono servite con una colonna musicale “propria”, su un servizio disegnato e fatto produrre appositamente per H20 su idea dello chef, in prezioso vetro, a base di materie prime selezionatissime e fantasiosamente proposte. Il tocco di finezza finale lo dà il dessert servito in due piccole caffettiere con i colori di You & Me, poiché …anche il setting ha il suo peso! Non resta che provare per credere. [gallery ids="352782,352783,352784,352786,352787,352791,352789,352788,352792,352793,352794,352796,352812,352815,352881"]   [post_title] => Allo You & Me Maldives by Cocoon la vera esperienza sottomarina [post_date] => 2019-05-22T14:03:34+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558533814000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti