26 April 2018

Se anche gli hotel sdoganano i Bitcoin

[ 0 ]

Oltre i pagamenti digitali si arriva alla nuova frontiera della cripto valuta. Non occorre scomodare i grandi autori della fantascienza perché è tutto già realtà: la moneta virtuale si chiama Bitcoin, vale già un quarto del totale delle operazioni di cambio dello yuan cinese e anche in Italia va affermandosi sempre più.

Anche il comparto turistico sta muovendo i primi passi in questa direzione, come dimostra l’idea dell’hotel Lucchesi di Firenze, ripresa da Il Sole 24 Ore.
Secondo quanto riporta il quotidiano economico infatti, la struttura sita nel centro cittadino ha già annunciato che accetterà pagamenti con bitcoin attraverso Bitpay, piattaforma nata proprio per convertire la cripto valuta in euro, trasferendo l’importo dovuto dal cliente alla struttura in pochi secondi.

L’hotel toscano non è l’apripista in Italia. La scorsa estate era stato l’Hemeras Boutique House a sdoganare Bitcoin proprio a Firenze e in seconda battuta a Milano, mentre in Romagna, dove il ricettivo è sempre all’avanguardia, sono già una ventina le strutture che starebbero valutando la cripto valuta come forma di pagamento.

L’iniziativa avrebbe ottenuto anche il benestare di Federalberghi che vede la sperimentazione di buon occhio, soprattutto per venire incontro a quella clientela internazionale più avvezza alle nuove tecnologie. «Non vanno trascurati i rischi – dichiara Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi a Il Sole 24 Ore -, gli albergatori infatti si stanno muovendo con cautela, consapevoli che potrebbe trattarsi di una bolla».




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti