18 November 2018

AccorHotels investe in Africa con Katara. Bazin: «Difendiamo la leadership»

[ 0 ]

Bazin, AccorHotels,AccorHotels investirà un miliardo di dollari insieme a Katara Hospitality, proprietà del governo del Qatar, per crescere in alcuni mercati dall’Africa sub-Sahariana. L’operazione decolla con un fondo di 500 milioni di dollari in titoli, un contributo cash di Katara per 350 milioni nei prossimi cinque/sette anni e altri 150 milioni di AccorHotels; altro mezzo miliardo di dollari sarà finanziato a debito e in co-investimento.

40 hotel e 9mila camere
Si parla di nuove costruzioni e conversioni per una quarantina di hotel e un totale di 9mila camere nella regione, dall’economy  al lusso. L’annuncio segue di poco anche l’acquisto del 50% del sudafricano Mantis Group.

Katara possiede e opera con AccorHotels numerosi celebri hotel nel mondo, dal Plaza di New York al Savoy di Londra, Le Royal Monceau – Raffles a Parigi e il Raffles di Singapore.

Leadership e spazio digitale
Obiettivo di AccorHotels, pubblicamente dichiarato dal ceo e presidente Sebastien Bazin (nella foto), è la leadership in Africa: «Non saremo mai i primi in Cina – ha detto – dove dominano già due o tre marchi. Ma non lascerò mai la porta aperta a nessuno per superarci in Europa, Sudamerica, Africa, Medio Oriente o in Asia Pacifico. Quando sei leader su un mercato e hai l’occasione di diventare ancora più forte devi coglierla. E quando controlli il mercato hai un’interazione molto migliore con lo spazio digitale».  AccorHotels è in Africa da oltre 40 anni: «Sappiamo che qui la domanda per un prodotto di qualità – ha aggiunto Bazin – è in crescita sensibile.  Con Katara Hospitality condividiamo anche l’impegno per uno sviluppo sostenibile del continente sul lungo periodo».

AccorHotels in controtendenza
Notano gli analisti che l’operazione con Katara contraddice la strategia di AccorHotels, che tende a gestire più che a possedere le strutture, preferita ormai da numerosi grandi marchi. Confermata dalla vendita recente della divisione immobiliare. Ma dopo gli ultimi acquisti (anche il 20% di Atton Hotels in Sudamerica e il 50% di Sbe Entertainment) e il nuovo investimento con Katara, secondo gli analisti AccorHotels potrebbe arrivare anche un 30% dalle strutture di proprietà sulle quali opera con capitali propri, invece che dei proprietari delle strutture brandizzate.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276233 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => AccorHotels aprirà a Dubai la più grande struttura al mondo a marchio Mercure. Il gruppo ha infatti ampliato e trasformato un’esistente struttura di sua proprietà in Sheikh Zayed Road - una delle strade più scenografiche di Dubai – nel Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments. L'apertura è prevista il 19 maggio 2017. Sono state rinnovate 120 esistenti camere che saranno adattate agli standard del marchio e uniranno il design classico a un’estetica moderna e contemporanea. La seconda fase dell'intervento prevede il miglioramento di camere e servizi aggiuntivi per soddisfare gli standard internazionali di AccorHotels, portando la categoria dell’hotel da 4 a 5 stelle per le suite. I lavori di trasformazione e rinnovamento saranno completati entro la fine del 2018, quando l'hotel conterà 1.015 camere. «Con questa operazione di rebranding miriamo a rivitalizzare una proprietà simbolo negli Emirati, grazie ai rigorosi standard qualitativi del marchio Mercure - ha spiegato Olivier Granet, managing director & coo di AccorHotels Medio Oriente e Africa -. Questo è indice dell’impegno del gruppo nell’espandere la propria presenza in ogni segmento mercato, così da soddisfare le aspettative degli ospiti. Con il Mercure Dubai Barsha Heights Hotel Suites & Apartments speriamo di colmare il vuoto nel mercato dell’ospitalità che si registra specialmente negli Eau, anche in vista del loro obiettivo di attrarre 20 milioni di visitatori entro il 2020». Ad oggi AccorHotels conta 38 strutture negli Emirati Arabi, a cui se ne aggiungono 22 in fase di sviluppo. In Medio Oriente il gruppo è presente con 94 hotel per un totale di 28.500 camere in strutture che vanno dal lusso al segmento economy. Il network regionale del gruppo è destinato a raddoppiare con l’aggiunta di altre 26.800 camere circa. [post_title] => AccorHotels apre a Dubai il più grande Mercure del mondo [post_date] => 2017-04-21T11:24:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492773842000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276221 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet rilancia la crescita a Napoli dove, nel 2016, ha trasportato 2,3 milioni di passeggeri, in crescita del 16% rispetto all’anno precedente. In totale sono stati più di 17 milioni i viaggiatori che dal 2000, anno in cui easyJet ha iniziato ad operare nel capoluogo campano, hanno scelto easyJet da e per Napoli; un trend positivo che dal 2010 ha visto raddoppiare i passeggeri del vettore a Capodichino. Nel 2017 easyJet continua a credere e puntare su Napoli con un investimento in crescita del 17%, che porta a 2,8 milioni il totale dei posti offerti dalla base campana, e si conferma la prima compagnia per dimensione di investimento e quindi di scelta dei passeggeri in città. Con l’arrivo del quinto aeromobile basato e 8 nuove destinazioni salgono a 36 i collegamenti easyJet nazionali e internazionali con 14 paesi in Europa a disposizione dei passeggeri campani. «Da anni easyJet crede e investe nella città - dichiara Frances Ouseley, direttore di easyJet per l’Italia -. Sono lieta che questo impegno riscuota apprezzamento da parte dei cittadini campani che anno dopo anno ci scelgono sempre più numerosi. Sono anche molto soddisfatta del ruolo strategico e funzionale che easyJet riveste nello sviluppo turistico di Napoli, settore trainante per l’economia italiana, in particolare per le regioni del Sud per le quali è fondamentale intercettare i flussi turistici provenienti dall’estero e dall’Italia. Bene anche le iniziative che le istituzioni e gli attori locali che sostengono il turismo stanno predisponendo perché sarà sempre più fondamentale fare sistema per rilanciare la crescita a beneficio del territorio e dei cittadini. Noi come easyJet continueremo a fare la nostra parte». [post_title] => EasyJet avanza su Napoli: +16% i passeggeri del 2016 [post_date] => 2017-04-21T10:17:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492769856000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275914 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_275920" align="alignleft" width="300"] Taleb Rifai[/caption] In base ai dati preliminari forniti dall'Unwto, i turisti cinesi hanno raggiunto nel 2016 il record della spesa turistica, aumentando la propria  leadership a livello internazionale. La spesa turistica internazionale della Cina è cresciuta di 11 miliardi di dollari, portandosi a 261 miliardi e il numero dei viaggiatori è aumentato del 6% sfiorando i 135 milioni. «La crescita della Cina ha incrementato i numeri in molte destinazioni in Asia e nel Pacifico, in particolare Giappone, Repubblica di Corea e Tailandia, ma anche mete a lungo raggio come gli Stati Uniti e l'Europa». Al secondo posto, la spesa turistica degli statunitensi all'estero è aumentata dell'8% anno su anno, portandosi a 122 miliardi nel 2016, grazie ad un dollaro forte. «Nonostante le molte sfide, i risultati sono in linea con la crescita attesa, pari al 4%, che porta  a 1,2 miliardi gli arrivi turistici internazionali 2016» ha detto Taleb Rifai, segretario generale dell'Unwto.   [post_title] => Unwto: la spesa turistica cinese raggiunge livelli record [post_date] => 2017-04-18T14:58:16+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492527496000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275871 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A tre mesi dalla sua prima uscita ufficiale, Maxyma Viaggi tour operator invita gli agenti di viaggio a bordo di Msc Fantasia e presenta la nuova programmazione. «Abbiamo deciso di organizzare questa convention perché avevamo importanti novità da comunicare al trade» ha dichiarato il general manager, Massimiliano Romano. Il tour operator è cresciuto e dopo aver ampliato la propria programmazione su Indonesia, Brasile, Stati Uniti, Caraibi e Hawaii, grazie all’inserimento nello staff di nuove risorse ha aperto anche a due importanti macroaree come l’Africa (Africa australe, East Africa e oceano Indiano) e l’oceano Pacifico. «Si tratta di due professioniste di indiscussa competenza, con numerosi anni di esperienza nel settore che, abbracciando a pieno la nostra filosofia e il nostro pensiero, hanno deciso di unirsi a noi. Questo ampliamento dell’organico ci ha consentito di proporre al mercato nuove destinazioni che vanno ad accrescere e a rendere più completa la nostra offerta».   [post_title] => Maxyma Viaggi in convention con gli adv [post_date] => 2017-04-18T11:32:53+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492515173000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275800 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ethiopian Airlines rilancia da Milano Malpensa: dal prossimo 7 maggio la compagnia inizierà ad operare due nuovi voli non-stop da Malpensa per Addis Abeba, che si aggiungeranno agli altri tre voli già operativi dallo scalo lombardo con stop tecnico a Fiumicino. I voli non-stop da Roma Fiumicino verso Addis Abeba restano giornalieri. I collegamenti voli non-stop saranno operati con aeromobili Boeing 787 Dreamliner, configurati in classe economy e Cloud-Nine-Business.  Ethiopian Airlines, membro di Star Alliance, vola su Addis Abeba con coincidenze immediate verso 56 destinazioni in Africa, tra cui Antananarivo, Cape Town, Comoros, Durban, Johannesburg, Kilimanjaro, Mombasa, Nairobi, Seychelles, Victoria Falls, Windhoek e Zanzibar. [post_title] => Ethiopian Airlines: volo non-stop da Malpensa ad Addis Abeba [post_date] => 2017-04-14T10:42:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492166547000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275707 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Obiettivo Tunisia per Four Seasons Hotels and Resorts: il gruppo, in collaborazione con la società di investimenti tunisina Mabrouk Group, aprirà la sua prima struttura nel Paese, il Four Seasons Hotel, a Tunisi, entro la fine del 2017. Four Seasons Hotel Tunis, con le sue 200 camere e suite in un contesto architettonico che unisce l'influenza araba a quella mediterranea, è situato fronte-mare, nell'esclusivo quartiere Gammarth, ad un passo dal distretto finanziario di Tunisi e dalle principali attrazioni culturali, come la pittoresca città di Sidi Bou Said e le rovine di Cartagine. Non manca l'area dedicata al benessere, con una Spa che si ispira alle antiche terme romane ed è caratterizzata da un elegante gioco d'acqua, che si sviluppa tra le piscine, le fontane e i giardini, creando una vera oasi nel cuore di Gammarth. L'offerta culinaria, in stile Four Seasons, include un bistro lounge sulla spiaggia, una brasserie in stile europeo e un ristorante internazionale. Nella vicina marina sarà possibile anche prenotare uno yatch privato e scoprire la bellezza del Mediterraneo e di questa costa che conserva ancora il caratteristico fascino del Nord Africa. Four Seasons Hotel Tunis sarà il primo Four Seasons in Tunisia, il settimo in tutta la regione del Nord Africa; Four Seasons attualmente gestisce due proprietà in Marocco e quattro in Egitto. [post_title] => Four Seasons apre il primo hotel in Tunisia, a fine 2017 [post_date] => 2017-04-13T12:47:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492087630000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275591 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => AccorHotels ha acquisito VeryChic, piattaforma digitale per la vendita privata di hotel e appartamenti di lusso, crociere e soggiorni upscale. Fondato nel 2011 da Nicolas Clair, Hervé Lafont e Charles Decaux, VeryChic consente a più di 3.000 hotel partner di lusso e di alta gamma l’accesso a nuovi clienti tramite vendite private. VeryChic seleziona con attenzione gli hotel in offerta, situati in più di 40 paesi in tutto il mondo, per garantire un’esperienza personalizzata ai suoi membri.VeryChic offre attraverso il suo sito internet e la sua app più di 4 mila vendite private a prezzi esclusivi, dialogando con più di 5 milioni di membri. Steven Daines di AccorHotels commenta: «Nicolas, Hervé e Charles sono riusciti a guadagnare la fiducia di milioni di membri costruendo migliaia di partnership con altrettanti hotel grazie alla loro esperienza nel campo delle vendite private di lusso. Il nostro obiettivo è quello di supportare VeryChic nella sua crescita internazionale, in modo da consolidare la sua leadership e beneficiare della loro esperienza così da offrire ai nostri clienti un portfolio di locations straordinarie e di grande attrattiva. Tutto questo offrendo ai nostri hotel una soluzione complementare per ottimizzare la distribuzione delle loro camere». [post_title] => AccorHotels acquisisce la piattaforma VeryChic [post_date] => 2017-04-12T15:50:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492012236000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275532 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha riaperto i battenti il Mercure Olbia, dopo un ampio restyling della struttura e dei servizi. Il brand midscale del gruppo AccorHotels riconquista così la Sardegna con un hotel dal design innovativo, che ricorda la forma di una nave. Situato nel cuore di Olbia, a breve distanza dalle spiagge sarde (disponibile un servizio shuttle gratuito che collega l’hotel alla spiaggia di Pittulongu), a 1,5 km dal Porto di Olbia e a 3 km dall’aeroporto Olbia Costa Smeralda, l’hotel rappresenta una soluzione ideale sia per i viaggi di lavoro che per soggiorni di piacere, alla scoperta dei colori e delle tradizioni di una delle più suggestive isole italiane. Il Vice President Operation Luigi Lima, responsabile del polo midscale, ha dichiarato: «Il nostro Mercure Olbia ritorna con molte novità che assicureranno un soggiorno ancora più confortevole. Auguro una nuova stagione di successo a tutto lo staff e una gradita permanenza a tutti i nostri ospiti». La struttura dispone di 112 camere e sei suite distribuite su cinque piani e dotate di tutti i comfort. Rinnovati anche l’area spa di 2.000 mq e il centro fitness, a cui si aggiunge un’attrezzatissima area kids per gli ospiti più piccoli. Completano l’offerta dell’hotel una nuova sala meeting polifunzionale, dotata di moderne tecnologie A/V e luce naturale (capienza fino a 130 persone), un raffinato Caffè Bistrot all’insegna dei sapori locali e un servizio “tailor made” di banchettistica per eventi e meeting. Possibilità di parcheggio gratuito interno ed esterno. [post_title] => Riapre dopo il restyling il Mercure Olbia di AccorHotels [post_date] => 2017-04-12T13:58:44+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492005524000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275302 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates è stata premiata come miglior compagnia aerea al mondo alla prima edizione dei TripAdvisor Travelers’ Choice® Awards for Airlines. Il vettore di Dubai ha primeggiato anche in altre 4 categorie tra cui “Best Major Airline - Middle East & Africa”, “Best Economy Class”, “Best First Class” e “World’s Best Airlines - Top 10”. Si tratta del primo anno in cui TripAdvisor ha introdotto una categoria dedicata alle compagnie aeree all’interno dei suoi Travelers’ Choice® Awards: i premi vengono assegnati ai vettori aerei in base alla quantità e alla qualità dei giudizi raccolti  in un periodo di 12 mesi. «Il fatto che i premi siano il risultato di recensioni e feedback imparziali evidenzia il nostro impegno nel fornire un'esperienza di viaggio superiore per i nostri clienti - ha dichiarato Tim Clark, presidente di Emirates Airline -. Vogliamo che i viaggiatori continuino a pensare ad Emirates come la loro prima scelta ogni volta che pensano di partire. È per questo che continuiamo a investire in prodotti e in servizi in tutte le classi, e perché i nostri team di assistenza lavorano duro e mettono tutto il cuore nel fornire la migliore esperienza per i nostri clienti, sia a bordo che a terra, tutti i giorni». Il network mondiale di Emirates comprende oggi 155 destinazioni in 83 Paesi diversi; la compagnia opera con una flotta di aeromobili wide-body composta unicamente da Airbus A380 e Boeing 777. [post_title] => Emirates al top della classifica TripAdvisor [post_date] => 2017-04-10T14:25:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1491834350000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti