18 July 2019

Il fondo Usa Oaktree investe 1 miliardo di euro negli hotel italiani

[ 0 ]

Uno scorcio dei Bagni di Pisa

Si è finalmente chiuso l’accordo tra il fondo Usa Oaktree e Castello Sgr per l’acquisizione di 15 alberghi e un totale di 1.600 camere di proprietà dell’asset management company italiana. Un’operazione che era nell’aria da tempo e il cui valore, rivela Il Sole 24 Ore, dovrebbe essere di 300 milioni di euro. Le strutture, tra cui si contano anche asset di lusso quali i toscani Fonteverde, Grotta Giusti e Bagni di Pisa, il sardo Chia Laguna Resort e il Le Massif di Courmayeur, confluiranno in un nuovo fondo che sarà dato in gestione alla stessa Castello sgr.

Ma l’appetito del gruppo americano verso l’ospitalità tricolore non si ferma qui, tanto che Oaktree pensa di investire ulteriori 700 milioni nel nostro Paese, nei prossimi due o tre anni. Obiettivi della strategia di espansione, sia destinazioni leisure come Capri e Taormina, ma in generale tutta la Sicilia e la Puglia, nonché sulle Alpi la zona attorno a Cortina, sia mete urbane a vocazione anche business quali Milano, Firenze e Venezia. Alcune indiscrezioni suggeriscono che la prima operazione riguarderà il 5 stelle capitolino hotel Ambasciatori di via Veneto da 150 stanze, per un valore della transazione che dovrebbe superare i 100 milioni di euro.

Oaktree è anche tra i pretendenti del pacchetto di maggioranza di Castello Sgr. Nelle ultime settimane si sono infatti completate le manovre che hanno consentito all’Istituto atesino di sviluppo (Isa) di concentrare nelle proprie mani il 79% della società: condizione necessaria alla ricerca di un partner strategico a cui affidare la maggioranza delle azioni.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti